Come controllare parte tecnica, carrozzeria e interni di un’auto usata prima dell’acquisto

Abbiamo già visto come scegliere facilmente una buona auto usata. Qui invece vedremo nel dettaglio come controllare la parte tecnica, la carrozzeria e gli interni di un’auto usata prima dell’acquisto.

come controllare gratis, in autonomia se una macchina non ha subito incidenti e il chilometraggio non è stato abbassato. Controllo della parte meccanica, tecnica, carrozzeria, elettronica, elettrica, interni e accessori.

Dopo aver preparato una lista di macchine che hanno superato i controlli iniziali, arriva il momento di andare a vederle di persona e fare un controllo più approfondito.

Ricordiamo di chiedere al venditore di lavare la macchina prima dell’incontro. Questo è necessario per riuscire a vedere bene tutti i difetti esterni dell’auto usata. Fattori molto importanti sono anche il tempo esterno e l’ora del giorno. Meglio non controllare la macchina se piove oppure in posti con poca luce. Per riuscire a vedere i piccoli difetti oppure le differenze di colore tra i vari pezzi della carrozzeria, c’è bisogno di una superficie pulita e una buona luce.

Cercate sempre di portare qualcuno con voi che vi aiuterà a controllare la macchina usata. Anche una persona poco esperta sarà in grado di osservare qualche difetto ben visibile. In più, una persona non interessata all’acquisto potrà darvi un consiglio imparziale.

Una volta soddisfatti questi requisiti iniziali, si può passare al controllo della macchina che deve essere suddiviso in più tappe:

  1. Controllo superficiale
  2. Controllo parte meccanica ed elettronica
  3. Test Drive
  4. Controllo dei documenti e della parte legale

Controllo superficiale

Generalmente, appena vista una macchina, si parte da un controllo superficiale. Solo dopo questo si può passare ai più complessi controlli di meccanica, test drive e controlli dei documenti.

Controllo della vernice

Come prima cosa, dedicate del tempo per guardare bene la macchina esteticamente, preferibilmente da diversi punti di vista. Il colore deve essere lo stesso su tutti gli elementi della carrozzeria. Questo potrebbe rivelare eventuali precedenti riverniciature.

Spesso, dopo incidenti, quando bisogna riverniciare la macchina, il colore è difficile da imitare e quindi gli elementi riverniciati avranno una tonalità diversa. C’è però anche da dire che alcune officine ben specializzate, potrebbero riverniciare la macchina molto bene, senza lasciare tracce di riparazione. In questi casi consigliamo di utilizzare uno strumento specializzato.

Si chiama spessimetro e riesce a misurare lo spessore della vernice sul metallo. Appoggiato alla superficie vi dirà lo strato di vernice in micron. Se il valore si aggira intorno a 80-120 vuol dire che la vernice molto probabilmente è originale, se tra 200-300 vuol dire che l’elemento è riverniciato, se invece si oltrepassano 800 micron vuol dire che ci sono state riparazioni più importanti (con aggiunta di mastice) e l’incidente è stato un po’ più serio.

Per fortuna questi strumenti non costano tanto e possono essere facilmente acquistabili su internet.

Noi consigliamo questi :

OBDResource Goshyda Neoteck
spessimetro OBDResource spessimetro Goshyda spessimetro Neoteck

In fase di controllo della carrozzeria, è importante fare attenzione non solo alla vernice, ma anche agli spazi tra i vari elementi. Guardate che la macchina non abbia segni di corrosione e che non sia storta in generale.

Controllo della distanza tra elementi della carrozzeria

controllo distanza elementi carrozzeria auto

La distanza tra gli elementi della carrozzeria deve essere omogenea lungo tutto il percorso. Lo stesso spessore da una parte e dall’altra della macchina deve essere simmetrico.

Se ci sono variazioni o asimmetrie, molto probabilmente qualcosa è successo. Si potrebbe trattare di montaggi/smontaggi fatti con poca attenzione oppure si può trattare di problemi con la geometria della carrozzeria. Bisognerà cercare la causa e capire la gravità dei danni.

Controllo dei vetri e gruppi ottici

E’ preferibile comprare una macchina con vetri e gruppi ottici originali. Se questi sono stati sostituiti, molto probabilmente c’è stato qualche incidente. Quindi controllate bene se sono originali tutti i vetri, i fari e i fanali. Dovrebbe esserci la marca in uno degli angoli.

vetro originale bmw controllare auto usata usato comprare acquisto attrezzi modalità consigli problemi difetti costi
Qui si nota bene la marca BMW

Ovviamente se i vetri non sono originali, non vuol dire per forza che ci sono stati grandi incidenti, però meglio fare attenzione. Un parabrezza di cattiva qualità per esempio, può alterare la visuale.

Guardate bene i gruppi ottici anteriori e posteriori. Non devono avere trasparenze o colori diversi e non ci devono essere crepe o pezzi rotti. Può essere un segno di danni anche la presenza di umidità all’interno.

Controllo dell’abitacolo

Dopo il controllo superficiale delle parti esterne, si può passare all’abbicatolo. Guardate bene lo stato dei sedili, del volante e dei pulsanti vari. Se tutti questi presentano segni di grande usura, ma il chilometraggio dichiarato è piccolo, potrebbe essere stato abbassato. Già questo sarà un valido motivo per verificare lo storico della macchina. Se ci sono dubbi sulla veridicità del chilometraggio, bisogna analizzare un’altra volta l’acquisto di questo esemplare.

volante usurato vetro originale bmw controllare auto usata usato comprare acquisto attrezzi modalità consigli problemi difetti costi
un volante molto usurato può essere segno di un grande chilometraggio

Se il volante della macchina si presenta in questo stato, ma il chilometraggio dichiarato è di 100.000 km, vi stanno ingannando.

Fate attenzione all’apertura delle porte, al rumore che fanno e ai sigillanti (le parti in gomma). Devono essere tutti in buono stato, le portiere si devono aprire e chiudere facilmente, senza strani rumori o vibrazioni.

Controllate bene i bulloni di fissaggio delle portiere, del cofano e del bagagliaio. Di fabbrica sono tutti verniciati. Se trovate la vernice danneggiata, vuol dire che l’elemento è stato smontato ed è un buon motivo per capire le cause.

Una delle cose più importanti durante l'acquisto di una macchina è trovare un esemplare in buono stato, che ha avuto tagliandi regolari, che non è stato incidentato e sul quale non è stato abbassato il chilometraggio. Questi e molti altri dati vengono registrati nel tempo da officine, agenzie di assicurazione, in fase di revisione o altre situazioni. Tutto questo si può verificare su un portale affidabile che ha accesso a tutte le basi di dati necessarie e che mostra tutta la storia dell'automobile in base al codice telaio (codice VIN):

Ottieni 20% di SCONTO passando dal nostro PULSANTE ↓

Per capire meglio come funziona consigliamo di leggere Come controllare la storia del veicolo tramite VIN e cosa contengono i rapporti.

Controllo di gomme, cerchioni e freni

Controllate bene i cerchioni della macchina e lo stato delle gomme. I cerchioni devono essere perfettamente rotondi e non devono presentare segni di colpi forti o deformazioni.

Le gomme devono essere ancora in buono stato e valide per almeno un anno. Consiglio di leggere come controllare lo stato delle gomme. Le gomme devono essere usurate in modo omogeneo su tutta la superficie. Se sono più usurate nella parte interna o esterna vuol dire che ci sono problemi con la convergenza. Se le gomme sono in cattivo stato, sarà un buon motivo per abbassare il prezzo della macchina.

Controllate anche lo stato dei freni (dischi e pastiglie). Tra la parte centrale e le parti esterne del disco non ci deve essere una visibile differenza di profondità. Se avete sotto mano un cacciavite potete strisciare con la punta dalla parte centrale del disco verso l’esterno per sentire se c’è uno scalino (in realtà si può fare anche con il dito). Se lo scalino è abbastanza sensibile vuol dire che presto bisogna cambiare i dischi dei freni.

Per capire l’usura delle pastiglie è sufficiente guardare.

usura pastiglie dei freni
In questa immagine, la parte usabile della pastiglia (segnata con X), ha ancora un residuo di circa 35%

La parte non usabile della pastiglia ha generalmente circa 6 mm. La parte usabile di una pastiglia dei freni nuova è grande circa 3 volte rispetto a quella non usabile. Se durante il controllo, le due parti sono della stessa misura o se la parte usabile è più corta (4 mm o meno), allora è il momento di prepararsi per la sostituzione.

Anche i freni usurati possono essere un buon motivo per chiedere uno sconto.

Controllo meccanica ed elettronica

Se il controllo superficiale vi ha soddisfatto, possiamo passare alla seconda tappa. Adesso bisogna controllare le parti meccaniche, elettroniche ed in generale tutto quello che in una macchina deve funzionare.

Controllo del vano motore

Guardate il vano motore, non ci devono essere segni di fuoriuscita di olio o altri liquidi (refrigerante, liquido freni o liquido del servosterzo). Controllate anche il livello di tutti questi liquidi. Se il livello non è nella norma, vuol dire che il venditore non ha avuto molta cura dell’automobile, oppure c’è una perdita nascosta. Se invece il vano motore è perfettamente pulito, è molto probabile che sia stato lavato. Può essere stato lavato per motivi puramente estetici, ma potrebbe anche essere stato lavato per nascondere fuoriuscite di olio o altri problemi del genere.

vano motore vetro originale bmw controllare auto usata usato comprare acquisto attrezzi modalità consigli problemi difetti costi

E’ perfetto quando si nota un piccolo strato di polvere, ma senza troppa sporcizia. Questo vuol dire che non ci sono stati lavaggi e non ci sono perdite.

Se avete la possibilità, guardate anche sotto la macchina. Anche qui deve essere tutto asciutto, senza danni, senza perdite di olio e senza segni di usura o corrosione.

sotto sospensioni inferiori auto vetro originale bmw controllare auto usata usato comprare acquisto attrezzi modalità consigli problemi difetti costi

Controllo funzionamento motore freddo

Adesso è arrivato il momento in cui potete accendere il motore della macchina. Però, prima di farlo controllate bene tutte le chiavi. Tutti i pulsanti devono funzionare e tutte le portiere si devono chiudere e aprire (chiusura centralizzata). Se tutto questo funziona, entrate in auto, inserite la chiave e giratela fino alla seconda posizione. In questa posizione si accendono molte lampadine sul quadro strumenti, che poi si dovrebbero spegnere quando accendete il motore. State attenti che si accendano le lampadine Check Engine (spia motore) e anche quelle relative al generatore di corrente e olio. Se si sono accese vuol dire che sono funzionanti.

Su alcune auto (specialmente dai rivenditori) che sono rimaste ferme per molto tempo, potrebbe essere scarica la batteria. Per accendere la macchina con batteria scarica si può utilizzare un avviatore d’emergenza. Questo può essere utile anche nell’utilizzo quotidiano (magari quando si dimenticano le luci accese e si scarica la batteria o nei periodi freddi in cui la batteria perde efficienza) per accendere velocemente la macchina. Oltretutto, l’avviatore di emergenza può essere utilizzato come grande powerbank che potrà ricaricare tutti i vostri dispositivi mobili in viaggio, oppure può fare da torcia.

Ecco quelli che consigliamo :

Avviatore Emergenza 2000A Avviatore Emergenza 2200A Avviatore Emergenza 4140A
Avviatore Emergenza 2000 Ampere Avviatore Emergenza 2200 Ampere Avviatore Emergenza 4140 Ampere

Se con la batteria è tutto in regola, girate la chiave fino all’ultima posizione e state molto attenti a come si accende il motore. Non ci devono essere rumori strani, il motore non deve fare fatica a partire, non ci devono essere vibrazioni eccessive. Guardate bene che non esca fumo colorato dallo scarico. Non devono rimanere spie accese sul quadro strumenti (quelle di cui abbiamo parlato più in alto).

Dopo aver acceso il motore, andate di nuovo a guardare il vano motore. Non ci devono essere strani rumori, il funzionamento del motore deve essere molto regolare e fluido, non ci devono essere fuoriuscite di fumo, odori o liquidi. Sui motori diesel sono normali rumori e vibrazioni maggiori rispetto ai motori benzina.

Controllo degli accessori

Dentro all’abitacolo cominciate ad accendere tutte le cose possibili. Controllate tutte le luci, sia esterne che interne, tutti i pulsanti devono funzionare, controllate se funziona l’aria calda e il condizionatore con aria fredda.

Controllate gli alzacristalli elettrici e gli specchietti retrovisori. Devono funzionare e pulire bene (sia davanti che dietro), l’acqua deve essere spruzzata senza difficoltà. Controllate se funziona bene la radio, se funzionano tutti gli altoparlanti. In generale, prendetevi tutto il tempo necessario per controllare tutto quello che deve funzionare.

Tutto questo lo dovete fare a motore acceso, in questo modo date il tempo che quest’ultimo si riscaldi. Ogni tanto guardate se i giri minimi sono stabili e non ballano. Provate a girare il volante da un estremo all’altro e ascoltate se il servosterzo non fa rumori strani, se non ci sono impuntamenti mentre girate il volante. Controllate il clacson e i pulsanti sul volante (se questi ci sono).

Controllo funzionamento motore caldo

Quando il motore si è scaldato (fino a 90 gradi di temperatura del liquido refrigerante, se l’auto è provvista di questo indicatore), dovrebbe partire la ventola del radiatore. Se questo non succede, la temperatura potrebbe continuare a crescere, questo ci indica la presenza di qualche problema.

Se fin qui tutto è in regola, spegnete il motore e riaccendetelo subito. Anche a caldo non deve faticare ad accendersi. Adesso che la macchina è calda, provate a fare delle accelerate fino a giri massimi. Non devono comparire fumate strane dallo scarico. Sui vecchi motori diesel, sono accettabili piccole fumate con poco fumo nero dopo i 4000 – 4200 giri.

Il motore non deve fare strani rumori. Se provvisto di turbina, quest’ultima non deve fare un forte fischio.

Diagnostica con scanner

Prima di spegnere la macchina, sarebbe perfetto effettuare una scansione degli errori e problemi registrati nel computer. Per questo è bene avere dietro uno scanner OBD. Fortunatamente questi scanner ormai si possono comprare senza problemi su internet a prezzi accettabili.

Questi scanner sono dispositivi che si collegano alla porta OBD oppure OBD 2 (solitamente sotto al volante, magari vicino alla zona dei piedi) e tramite bluetooth trasmettono tutti i dati sul vostro telefono. Sul telefono tramite apposita applicazione potrete leggere gli eventuali errori e molti altri dati utili.

Ecco alcuni ottimi scanner OBD che consigliamo:

Test drive e controllo frizione, motore e cambio

test drive auto usata vetro originale bmw controllare auto usata usato comprare acquisto attrezzi modalità consigli problemi difetti costi test drive guida

Un importante aspetto del controllo è il test drive. Sarebbe perfetto avere la possibilità di fare un giro su strada e vedere come va la macchina. Ma se questo non sarà possibile, alcuni di questi controlli potete farli anche in un parcheggio.

Controllo del cambio manuale e della frizione

Comprando un’auto con cambio manuale, il rischio è relativamente basso. Questo tipo di trasmissione non è troppo complesso. E’ facile capire se ci sono gravi problemi.

Controllate che la frizione non sia troppo dura, che non ci siano dei punti di vuoto o irregolarità. Il punto di stacco non deve essere troppo vicino a nessuno degli estremi. Controllate come si inseriscono tutte le marce, non dovete fare troppa difficoltà e non ci devono essere strani rumori, vibrazioni o comportamenti anomali dell’auto.

Per controllare lo stato della frizione, mettete la macchina in 3 marcia e lasciate pian piano la frizione senza premere sull’acceleratore. La macchina inizialmente deve fare fatica e perdere giri per finire a spegnersi. Non deve in nessun caso continuare a girare il motore, questo vuol dire che la frizione è da sostituire.

Non ci devono essere rumori metallici provenienti dal volano. Questi possono essere presenti sempre, oppure solo in fase di accensione/spegnimento del motore. Possono essere presenti solo a freddo o a caldo. Generalmente si presentano in modo evidente nel momento di contatto con la frizione. Se i rumori sono presenti, il volano sarà da sostituire. I costi saranno elevati se si tratta di un volano bimassa (montato su quasi tutte le auto diesel moderne).

Controllo cambio automatico

Con il cambio automatico la situazione si fa più complessa. Spesso è difficile controllarlo, ma ci sono comunque alcuni metodi.

Quando inserite le marce (le modalità D, N, R, P), non ci devono essere rumori strani. State molto attenti che non ci siano colpi o vibrazioni troppo sensibili o bruschi all’inserimento delle marce.

Lo stesso vale durante la guida, non ci devono essere colpi bruschi, rallentamenti o impuntamenti del cambio. Il cambio deve essere fluido e piacevole. Provate a fare brusche accelerazioni durante la marcia, per vedere come si comporta in difficoltà.

Controllo sospensioni e freni

Provate a partire con il freno a mano tirato, cosi potete vedere quanto regge bene. Durante le frenate in marcia, non si devono sentire rumori e vibrazioni. Il pedale del freno deve essere prevedibile, senza punti di vuoto. Potete fare anche una frenata brusca senza tenere le mani sul volante (per esempio da 50 km/h) e vedere se la macchina mantiene la traiettoria.

Sarebbe bene durante la marcia andare anche su qualche dosso artificiale per sentire come funzionano le sospensioni. Non ci devono essere rumori strani o destabilizzazioni dell’automobile.

Analisi funzionamento motore e prestazioni

Il motore deve tirare con regolarità e funzionare fluidamente senza rumori strani. Date qualche occhiata anche se non fa fumate colorate.

Controllo dei documenti e della parte legale

articoli di approfondimento su diversi argomenti di tematica automobilistica

Arrivati a questo punto, avete già fatto il controllo estetico, il controllo delle parti meccaniche ed è rimasto solo il controllo dei documenti. Quest’ultima parte è una delle più importanti. Si può risolvere qualche problema tecnico o estetico, ma i problemi legali in alcuni casi possono essere fatali.

Controllo documenti e fatture

Adesso è il momento di guardare bene tutti i documenti e le fatture. Pensate bene se il venditore non vi ha detto bugie per telefono e se tutto corrisponde a ciò che vi aspettavate. Pensate a tutti i difetti trovati e tutto quello che il venditore ha nascosto da voi. Tutti questi aspetti possono essere utilizzati come motivo per abbassare il prezzo inizialmente richiesto.

Controllo auto usata dalla targa

E’ fortemente consigliabile fare anche un controllo dell’auto usata in base alla targa. Al prezzo di 8 euro si possono ottenere tutti i dati sulla macchina e sul proprietario. Potete vedere se non ha avuto problemi con la legge (per esempio fermo amministrativo) o con le banche. Quindi potrebbero essere dei soldi ben spesi. Questo si fa sul sito della PRA.

Su questo sito potete trovare molte cose utili per un automobilista.

PRA milano test drive auto usata vetro originale bmw controllare auto usata usato comprare acquisto attrezzi modalità consigli problemi difetti costi test drive guida

A noi interessa visura targa PRA. Per fare questo dovrete essere registrati sul sito. Quindi se avete intenzione di fare anche questo controllo, meglio registrarsi da casa, prima di andare a vedere l’auto.

Ulteriori controlli

Certamente, se avete la possibilità e non vi dispiace spendere un po’ di soldi, potete fare un controllo generale in un’officina vicina. In questo modo potrebbero essere rilevati dei problemi non notati da voi.

Finito anche questo, potete continuare la procedura di acquisto di un’auto usata. Inoltre, potrebbe interessarvi che lavori bisogna fare su un’auto usata appena comprata.

46 commenti in “Come controllare parte tecnica, carrozzeria e interni di un’auto usata prima dell’acquisto”

  1. Pingback:Cose da fare con auto usata appena comprata - Auto Esperienza

  2. Pingback:Come scegliere e controllare un'auto usata - Auto Esperienza

    1. Buonasera, ho intenzione di acquistare un bmw 320d 177 cv. Del 2005,la vettura si presenta esteticamente molto bella e ben tenuta sia den tro che fuori. Il concessionario dichiara 135000 km, tagliandati,con dichiarazione scritta di assunzione di responsabilità sui km. Quel motore serie M4, che tipo di problemi aveva!? Grazie

      1. Buonasera,

        Da quello che ha scritto sembra che si tratti di una BMW Serie 3 E90. Però c’è qualcosa che non quadra. Nel 2005 si montava il motore M47 che non è presente nella versione da 177 cv. Questa potenza si può avere con il motore N47 che però non era presente nel 2005.

        Comunque sia, abbiamo un dettagliato articolo che parla di entrambi i motori ed in generale di tutti i problemi che può avere la BMW Serie 3 E90.

  3. Per cortesia , mi dici dove posso comprare o che parola chiave cercare , per quello spessimetro che misura i micron della vernice ?

    1. Si può fare una ricerca su amazon o ebay scrivendo ” spessimetro vernice auto ” e scegliere un modello in base al proprio budget. Comunque a breve nel nostro articolo che spiega come controllare auto usate metteremo anche i link ai prodotti che consigliamo.

    2. Citroen Berlingo 1.6 HDi 90 XTR
      68kw 92 cv del 7/2012 con 85000 km
      Salve ,sto valutando di acquistare quest’auto
      Quali problemi potrei avere?
      Ho notato che ha avuto 2 proprietari e che ha il gancio traino

  4. Stavo comprando una Porsche Cayenne Biturbo del 2007 , all’apparenza perfetta , ma dopo quello che ho letto qui , mi terrò il mio Audi S6 Integrale .

    1. La verità è che anche trovandola in perfetto stato ( che è molto difficile ) ci sara comunque il bisogno di investire molto soldi perché è un’auto premiale molto complicata dal punto di vista meccanico e tecnologico.

  5. Tutte le auto usate avranno problemi. Perchenlobsolesvienxa programmata è anche nelle macchine l obsolescenza programmata. Nessuna macchina vale realmente quanto costa nuova allora cosa fare cercare una usata ma da quanti fino a wuantinvhilometri ?e poi io pensavo che a sti punti mi sarei buttato solo su Mercedes o bmw ma son tutte uguali ogni auto ha difetti volevo prendere una serie 3 90 o 91 x drive a partire dai 14000 fino ai 200000 ma ho letto che già a partire da 40k da 50k da 70 k è da 100 k hanno un sacco di rotture ma allora che senso ha spendere 35 mila euro in una macchina nuova. Compro una punto usata a 500 euro e ci giro perché le nuove costano più di quello che valgono diventano subito usate .trova umanista messa bene è difficile ma allora cosa spendo a fare i soldi ?

    1. E’ vero che le macchine nuove costano troppo. E’ vero che le macchine usate si possono rompere spesso.
      Una soluzione buona è comprare una macchina che è usata ma ancora in garanzia e con chilometraggi fino a circa 20.000 km. In questo modo si spende meno e si ha una macchina quasi nuova (ma non vuol dire che non avrà problemi) .
      Se invece si punta su auto usate con più chilometri ( specialmente se premiale ) , è bene sapere i problemi che possono capitare e tenere da parte dei soldi di riserva per ripararla. Se la macchina per lei è un piacere , una soddisfazione , allora ha senso prendere anche una macchina che magari non è molto affidabile ma le piace. Se la macchina è solo un utilità , allora meglio andare su auto più economiche e meno problematiche.

  6. Ha ragione mio zio lui i soldi li spendecsolo nelke case è pieno di soldi e se spenfevspenfeb nella casa ha rifatto un altra stanza la taverna tanto le macchine nonnconbiene.

  7. le verifiche sono ben chiare , ma io chiedo chi è il venditore che ti lascia are tutti questi controlli sulla vettura anche se è un autosalone di tutto rispetto ? al terzo controllo o verifica ti dicono e se la vettura la vuoi cosi come si trova bene diversamente cambia autosalone ! chiaro no??

    1. Se dicono cosi , vuol dire che hanno qualcosa da nascondere. Sarà un’ottima idea rinunciare alla macchina che non vi fanno controllare.

  8. Buonasera, vorrei sapere qual’è la mini cooper più affidabile fino al 2007. E se conviene spendere 4000 x una usata ovviamente. Grazie

  9. Giovanni salve a tutti o letto i vostri cometi e condivido ,comunque anchio sto valutando una semestrale ora possiedo una pedra acqistata

    2003 semestrale senpre andata bene fino a 195000 km poi alla prima anomalia fap problemi e giu soldi ora 22000.ora va bene autoficina non autorizata trovata medicina ,ora sto valutando
    Maserati levante mercedes glc cupe Bmw x3 msp x4 x5x6 sapreste darmi un consiglio grazie a tutti

  10. Buongiorno molto interessante la spiegazione complimenti a me interessa un piccolo SUV o. Crossover il meno problematico possibile no fuoristrada percorsi al 90% extra urbani che mi porti dal punto A al punto B circa 20000 km anno nn devo dimostrare niente a nessuno e deve consumare relativamente poco meglio diesel visto che ci sn abituato che consigli mi date un grande grazie

  11. Pingback:Peugeot 307 (2001-2009) tutti i dati e tutte le informazioni - Auto Esperienza

  12. Sono intenzionato a prendere un x6, ne ho viste un paio del secondo semestre 2009 ,una con 150000 e la seconda con 155000
    Il prezzo è molto allineato siamo tra i 17500 e i 18800
    Visto ciò che ho letto, mi converrebbe andarla a vedere con il mio meccanico di fiducia, e magari farla vedere alla più vicina officina BMW?
    Loro riescono a controllare tutti gli eventuali problemi occulti? Tipo pompa ad alta pressione, cambio, sospensioni ecc?
    Cosa mi consigli?

    1. Buongiorno,

      Una buona officina con meccanici esperti riescono a controllare per bene tutto. Quindi sarebbe perfetto portarla in un centro specializzato su auto BMW prima di spendere cosi molti soldi.

      Approfitto anche per consigliale di leggere l’articolo dedicato alla BMW X6.

  13. Buonasera,
    vorrei acquistare una Bmw 118d usata 2009/2010 (euro 5). E’ una macchina affidabile? Quali problemi posso avere?

  14. Buongiorno , dovrei acquistare una DS3 1.6 e HDi 90 airdream del 2011, 99900 km, il rivenditore dice che la frizione fa un po’ di rumore ma per il resto funziona bene, cosa mi consigliate?

    1. Buongiorno,

      Intanto le consiglio di leggere l’articolo sulla Citroen DS3. Se la frizione è rumorosa, molto probabilmente c’è da cambiare tutto il kit frizione con volano ( e i costi non sono piccolissimi ).

      Se la macchina le piace, se il prezzo finale è buono ( costo della macchina + costi per sostituzione del kit frizione ), potrebbe essere un buon acquisto.

  15. ciao Cristian, sto per acquistare su autoscaut 24 una mercedes c 220 cdi avangard automatica km 95,000 del 04/2013 kw125 cv.170. prezzo 13.700. che ne pensi di questo acquisto? mi farebbe molto piacere se mi potresti contattare telefonicamente. oppure avere un tuo numero per chiamarti in privato, grazie Rosario

  16. Buongiorno, avrei in mente di comprare una UP del 2013 benzina 68.000 km – prezzo 6500 da Concessionario. Ha esperienza su questa macchina? I primi esemplari sono del 2011, forse una macchina di due anni dopo non è una buona idea. Cordiali saluti

  17. Buona sera sarei interessato as acquistare una fiat bravo 2 1.6 mjt 105cv
    del 2010/11, vedo parecchi annunci di vendita su un chilometraggio dai 110.000-130.000, mi sorge il dubbio che i vari proprietari vogliono vendere la propria auto, perché da problemi specifici a quel chilometraggio, può essere veritiero?
    Una opinione personale sulla macchina sarebbe gradita!
    Grazie in anticipo

    1. Buongiorno,

      Intanto le consiglio di leggere l’articolo dedicato alla Fiat Bravo 2. Probabilmente le persone vendono la macchina a questo chilometraggio perché si avvicinano dei lavori da fare ( distribuzione, frizione in alcuni casi ). Problemi imprevisti a questi chilometraggi non dovrebbe averne se trattata bene.

  18. MOLTO INTERESSANTE SINTETICO E PRECISO . VISTO LE VOSTRE CONOSCENZE ED ESPERIENZE VORREI UN PARERE SULL,ACQUISTO DI UNA MERCEDES CLS 350 BENZINA CON 200.000 /150.000 KM . IN ALTERNATIVA SEMPRE ANNI 2004/2009 UNA CLS 320 DIESEL.IN ATTESA DI UN VOSTRO GENTILE CONSIGLIO DEDICATO VI SALUTO CORDIALMENTE. SPESA PREVISTA 5500/9000 EURO.

  19. ecco bene e dopo che hai trovato il concessionario che ti lascia fare tutti questi accorgimenti il che mi piacerebbe sapere quale! ed ho i miei dubbi, ti prendi i tuoi stracci e te ne vai come sei venuto , perche nessun concessionario di auto usate ti permettera’ di fare tutte queste cose alcune si ma tutte quelle elencate scordarsele, al limite avendo un amico meccanico con la scusa lui ne controlla alcune e tu le altre ma poi ciao! se sei interessato la provi e vige la clausola vista piaciuta e comperata. il resto sono affari tuoi! al massimo una polizza che ti garantisce le riparazioni! (forse) provare x credere!

  20. Salve!
    Vorrei acquistare una skoda fabia del 2006 1.4 benzina/gpl un po’ sotto i 2000€. È affidabile come macchina? Vi sembra un prezzo raggionevole nella media?
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *