Nissan Micra III [K12](2002-2010) Problemi, Recensione, Difetti e Informazioni

Nissan Micra III porta il codice K12 ed è arrivata sul mercato nel 2002 quando ha sostituito la precedente Nissan Micra II K11. Nel 2005 e nel 2007 ha subito due restyling che hanno modificato leggermente l’estetica. Nel 2010 ha ceduto il posto alla generazione successiva Nissan Micra IV K13.

Indice Recensione

Recensione della Nissan Micra III con tutte le informazioni, i difetti, i problemi e i costi di mantenimento

Impressioni, Abitacolo e Confort

Pianale e Carrozzeria

La piattaforma si cui si basa Nissan Micra III è stata sviluppata insieme a Renault ed è condivisa con altri modelli: Nissan Cube, Nissan Note, Renault Clio III e Renault Modus.

Nissan Micra 3 è disponibile in diverse versioni di carrozzeria: hatchback a 3 o 5 porte, decappottabile Niccan Micra C+C. Esteticamente è caratterizzata da linee curve, lo stile non è brutto. Molti la considerano una macchina adatta più per le donne che per gli uomini.

La macchina esteticamente è abbastanza bella , specialmente nelle versioni più accessoriate. Però si può sempre migliorare e personalizzare. Un buon metodo è cambiare i cerchioni e per questo abbiamo un articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sui cerchioni

Confort e Praticità

Nonostante le piccole dimensioni, lo spazio interno si rivela sufficiente. I passeggeri avranno sufficiente spazio sia sui sedili anteriori che su quelli posteriori. La parte brutta però è che il produttore ha dovuto sacrificare il bagagliaio per dare più spazio ai passeggeri. Questo ha un volume di soli 251 l.

Alcuni dei principali vantaggi della macchina sono: poggiatesta attivi, un elegante vano portaoggetti sotto il sedile del passeggero anteriore, un divano posteriore regolabile e prestazioni decenti con i motori più potenti.

Ci sono però anche importanti svantaggi: scarsa insonorizzazione, prestazioni di guida mediocri, costo elevato di alcuni pezzi di ricambio, sedili poco confortevoli e altri difetti tipici per le utilitarie di basso prezzo.

Le sospensioni non sono troppo morbide e saranno poco piacevoli sulle strade in cattivo stato. In città la macchina si sente a suo aggio, sulle strade extraurbane sarà piacevole solo a basse velocità.

UTILE ! Per avere più piacere e meno stanchezza durante la guida è importante avere un aria pulita e piacevole dentro l'abitacolo. Per ottenere questo è importante avere il filtro abitacolo pulito , uno ionizzatore e un buon profumo. Eccone alcuni che consigliamo :
Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com
Se vi interessa approfondire l'argomento degli ionizzatori potete leggere il nostro articolo a riguardo

Se volete ricevere ancora più piacere dalla propria auto , potete vedere come rendere la macchina più comoda , piacevole , moderna e pratica

Interni e Optional

in questa foto si vede l'abitacolo della Nissan Micra III con il volante, l'autoradio, i sedili e la plancia/cruscotto

I materiali utilizzati nell’abitacolo sono di qualità relativamente buona, hanno una buona resistenza, ma non sono piacevoli al tatto. Il design degli interni è stato progettato da ingegneri europei e bisogna dire che non è brutto. Il risultato è bello da vedere, ma brutto da toccare. L’ergonomia non è male, tutto è facilmente accessibile.

Alcuni elementi dell’abitacolo non sono molto durevoli. Possono presentare segni di usura relativamente presto il rivestimento dei sedili e quello del volante. Alcuni elementi in plastica sul pannello di controllo del climatizzatore diventano talmente fragili che si possono rompere durante il normale utilizzo.

A livello di dotazioni la situazione è abbastanza buona. Nissan Micra III può avere tutto il necessario per un confortevole utilizzo quotidiano. L’impianto multimediale ovviamente non sarà impressionante e anche la qualità audio sarà relativamente bassa.

Non su tutte le auto c'è il bluetooth. Quest'ultimo è quasi indispensabile al giorno d'oggi. Potete aggiungerlo facilmente a qualsiasi auto con semplici accessori. Eccone alcuni buoni :
Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com
Se volete approfondire l'argomento su accessori multimediali utili potete leggere il nostro articolo dedicato

Sicurezza

Nel test di sicurezza EuroNCAP , Nissan Micra III ha ottenuto 4 stelle su 5 . La sicurezza in caso di incidente è abbastanza buona , ma per diminuire il rischio è bene avere dei buoni pneumatici. I pneumatici sono quasi la cosa più importante per la sicurezza in viaggio. Consiglio di leggere l’articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sulle gomme e pneumatici

Affidabilità e Difetti

Cambio e trasmissione

Nissan Micra 3 può avere solo la trazione anteriore. Il cambio può essere manuale a 5 marce oppure automatico a 4 marce.

Cambio manuale

Il cambio manuale è affidabile. Non darà grandi problemi se trattato correttamente. Può soffrire con i motori più potenti in caso di utilizzo aggressivo o in caso di aumenti di potenza (generalmente con i motori diesel).

Verso i 200.000 km potrebbe essere necessario sostituire i sincronizzatori della terza marcia e di alcuni paraolio.

La frizione dura generalmente circa 120 – 150.000 km.

Per allungare la vita del cambio manuale , volano e frizione vedi come trattare correttamente il cambio manuale

Cambio automatico

Il cambio automatico è il Jatco RE4F03A. E’ un cambio automatico a 4 marce quasi “eterno”, che è stato montato su diversi modelli Nissan per molto tempo. E’ un cambio vecchio, con una costruzione semplice e resistente. Regge bene anche motori potenti, quindi si sente benissimo con i piccoli motori della Nissan Note.

Può essere danneggiato da un surriscaldamento o da una grande perdita di olio dovuta all’usura del paraolio del convertitore di coppia (capita generalmente ad alti chilometraggi). Dopo 300 mila km, a causa dell’estrema usura dei solenoidi del blocco idraulico, la pressione nei pacchi frizione si abbasserà e si bruceranno.

Se non si sostituisce l’olio per troppo tempo, la sporcizia accumulata può intasare i solenoidi, può intasare le valvole e come conseguenza si rischia la fame d’olio e l’usura delle parti meccaniche. L’olio è da cambiare almeno ogni 70.000 km.

In generale, per uccidere questo cambio è necessario un enorme chilometraggio o un atteggiamento molto cattivo. Comunque sia, i costi di riparazione non saranno troppo alti visto che il cambio è semplice.

Per allungare la vita del cambio automatico vedi come trattare correttamente il cambio automatico

Sospensioni, Sterzo e Freni

Le sospensioni sono semplici e affidabili. Davanti c’è un sistema McPherson e dietro c’è il ponte torcente. Ovviamente nel tempo alcuni elementi dovranno essere sostituiti.

I primi a cedere sono: stabilizzatori, punte dello sterzo e silent block dei bracci. I cuscinetti di supporto superiori si usurano piuttosto rapidamente. I bracci anteriori non dovrebbero dare problemi per almeno 100.000 km. I giunti sferici fortunatamente possono essere sostituiti separatamente.

Alcuni proprietari lamentano un funzionamento rumoroso delle sospensioni posteriori. La colpa è delle boccole in gomma del supporto inferiore dell’ammortizzatore o dei silent block del ponte. Gli ammortizzatori stessi e i cuscinetti mozzo vivono a lungo.

Molti elementi delle sospensioni sono uguali a quelli dalla Renault Clio III. Questo permette di risparmiare durante l’acquisto dei ricambi.

Sterzo

Un grande punto debole della Nissan Micra III è il servosterzo elettrico. Non solo vive relativamente poco, ma è anche montato insieme al piantone dello sterzo. Formalmente, il servosterzo non può essere riparato, ma in pratica è riparabile. Di solito cede la scheda di controllo o alcuni sensori (per esempio il sensore di coppia). Per controllare il servosterzo bisogna fare attenzione se lo sforzo è lo stesso girando a destra e a sinistra. In più, bisogna vedere se l’auto va dritta a bassa velocità.

I costi di riparazione possono arrivare a 500 Euro. Il costo di un piantone dello sterzo usato con servosterzo elettrico integrato è di almeno 200 Euro.

Freni

I proprietari di Nissan Micra III si lamentano della scarsa durata di pastiglie e dischi dei freni. Le pastiglie durano mediamente circa 30 – 40 mila km, i dischi durano circa 70 mila km.

Elettrica ed Elettronica

L’elettronica della Nissan Micra 3 non è troppo complessa e generalmente non presenta difetti fatali. Ovviamente ci sono alcuni punti deboli che possono infastidire.

Il blocchetto di accensione difettoso (la chiave rimane in posizione di avviamento) uccide rapidamente il motorino di avviamento. Anche sonde lambda, serratura del portellone e alzacristalli elettrici non sono componenti durevoli.

Periodicamente si possono verificare errori nel sistema di controllo dell’airbag. Su alcuni esemplari si può trovare dell’umidità nei contatti delle luci posteriori.

Sulle versioni dotate di Intelligent Key (chiave intelligente), l’icona della chiave verde può cominciare a lampeggiare sul cruscotto. Ciò significa che la batteria del telecomando deve essere sostituita il prima possibile. In alcuni casi, l’immobilizzatore potrebbe perdere il contatto con la chiave, in questo caso sarà necessaria l’assistenza del concessionario (o altra officina specializzata).

Il motorino elettrico del tergicristallo posteriore può cedere a causa delle penetrazioni di umidità. Per lo stesso motivo può cominciare a funzionare male il pulsante elettrico della serratura del bagagliaio ( inizia a “impazzire”, può anche aprire il bagagliaio in movimento).

Anche il motorino del climatizzatore non si presenta troppo affidabile. Se compaiono rumori o irregolarità nel suo funzionamento, vuol dire che è vicino il momento in cui bisognerà sostituirlo.

UTILE !  Per accendere la macchina con batteria scarica si può utilizzare un avviatore d'emergenza. Può essere utile anche nell'utilizzo quotidiano ( magari quando si dimenticano le luci accese e si scarica la batteria o nei periodi freddi in cui la batteria perde efficienza) per accendere velocemente la macchina. Oltretutto si possono utilizzare come grandi powerbank che possono ricaricare tutti i vostri dispositivi mobili in viaggio e fanno anche da torcia. Ecco quelli che consigliamo :
Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Altro

La carrozzeria della Nissan Micra 3 ha una buona resistenza alla corrosione. Si accettano solo piccole tracce di ruggine se la macchina è utilizzata in posti con un clima severo. Se invece le tracce di ruggine sono grandi, molto probabilmente la macchina ha subito qualche incidente e poi è stata riparata male.

E’ consigliabile controllare la macchina anche da sotto. Spesso si può trovare il sistema di scarico molto arrugginito, ma questo è normale. Anche se è arrugginita, la marmitta funziona correttamente per molti anni. Quando arriva il momento di sostituirla, i costi non sono troppo alti.

La vernice è fragile. Graffi e segni di usura possono comparire relativamente presto.

Molte proprietari segnalano vibrazioni dei finestrini anteriori – è colpa della scarsa struttura di alcuni elementi di supporto.

Approfondimento Motori e loro Problemi

Lista motorizzazioni diesel :

Motore Potenza Velocità massima Accelerazione Consumo
1.5 l dCi [K9K] 65 cv 155 km/h 17.0 s 21.7 km/l
1.5 l dCi [K9K] 68 cv 155 km/h 16.5 s 22.0 km/l
1.5 l dCi [K9K] 82 cv 170 km/h 12.9 s 22.2 km/l
1.5 l dCi [K9K] 86 cv 171 km/h 11.9 s 21.3 km/l

Lista motorizzazioni benzina :

Motore Potenza Velocità massima Accelerazione Consumo
1.0 l [CR10DE] 65 cv 154 km/h 15.7 s 17.2 km/l
1.2 l [CR12DE] 65 cv 154 km/h 16.3 s 16.9 km/l
1.2 l [CR12DE] 80 cv 167 km/h 13.9 s 16.9 km/l
1.2 l EcoRDS [CR12DE] 79 cv 167 km/h 13.9 s 16.9 km/l
1.4 l [CR14DE] 88 cv 172 km/h 11.9 s 15.9 km/l
1.6 l [HR16DE] 110 cv 183 km/h 9.8 s 15.2 km/l

problemi dei motori benzina, gpl e diesel montati su Nissan Micra III

Motori diesel

Motore 1.5 l dCi [K9K]

Il motore diesel da 1.5 l dCi è molto diffuso e si trova su tante auto. Proprio per questo abbiamo dedicato un articolo separato di approfondimento che consiglio caldamente di leggere: Motore 1.5 l dCi/BluedCi [K9K/OM607/OM608] Approfondimento, Problemi, Difetti e Versioni

Qui invece vediamo un riassunto.

E’ un motore buono, ma non può essere definito uno dei diesel più affidabili in assoluto. Ha alcuni punti deboli ben conosciuti. Sulla Nissan Micra III è presente in diverse versioni con diverse potenze.

In generale si possono incontrare sistemi di iniezione Delphi, Bosch e Siemens. I sistemi prodotti da Siemens non si incontrano sulla Micra visto che si montavano solo sui motori di potenza più grande.

La maggior parte dei motori 1.5 l dCi con bassa potenza prodotti prima del 2009 sono dotati del sistema Common Rail marchio Delphi. Quest’ultimo è quello più sensibile e meno affidabile. Non tollera l’aerazione, il filtro del carburante intasato e il gasolio scadente. Per uno qualsiasi di questi motivi, può iniziare a produrre trucioli metallici, che andranno ad intasare gli iniettori. Inoltre, questi residui metallici riducono significativamente la durata della turbina e della pompa dell’olio. Anche se l’affidabilità non è ottima, gli iniettori e le pompe ad alta pressione Delphi sono facili da riparare.

Il sistema prodotto da Bosch (ha sostituito Delphi dopo il 2009) si rivela abbastanza affidabile. I costi di riparazione però saranno più alti.

Il problema più famoso dei motori 1.5 l dCi K9K è forse quello delle bronzine. Accade soprattutto con i motori nei quali l’olio viene cambiato ogni 30.000 km. Meglio diminuire l’intervallo di sostituzione dell’olio fino a 10.000 km e il rischio diventerà molto più piccolo. Si verificano anche casi di graffi sulle pareti dei cilindri, specialmente sui motori che hanno subito aumenti di potenza da centralina. Bisogna essere molto attenti anche alla scelta dell’olio utilizzato per allungare la vita al motore.

Per non avere problemi, è consigliabile cambiare insieme alla distribuzione anche le bronzine (specialmente se non si conoscono con certezza gli intervalli di sostituzione dell’olio o se questi sono stati grandi).

Molto raramente questi motori si guastano a causa di una caduta di pressione nel sistema di lubrificazione. Ciò è dovuto alla valvola del filtro dell’olio e alla molla della valvola di riduzione di pressione della pompa dell’olio.

E’ sconsigliato utilizzare olio SAE30. Meglio optare per SAE40 o addirittura SAE50 ( specialmente in estate ). Le sostituzioni dell’olio devono essere fatte massimo ogni 10.000 km. Inoltre, bisogna controllare regolarmente la pressione dell’olio. Sia il filtro aria che il filtro gasolio devono essere cambiati spesso ( massimo ogni 20.000 km, meglio ogni 10.000 km ).

La valvola EGR può bloccarsi completamente su questi motori e se non si interviene, si sporcherà molto l’aspirazione.

Anche il filtro FAP (se presente) può dare molti problemi, specialmente se la macchina è utilizzata prevalentemente in città. Il processo di rigenerazione del filtro fa sforzare molto il motore e questo non è un bene.

Con un utilizzo corretto, il gruppo pistoni di questi motori riesce a superare i 300.000 km mantenendo un consumo molto basso.

Se l’argomento vi ha incuriosito, ricordiamo di leggere l’approfondimento sul motore 1.5 l dCi K9K.

Si possono utilizzare vari preparati ed additivi per pulire EGR , FAP e impianto di iniezione. Sarebbe bene utilizzarli ogni tanto anche prima che si abbiano problemi , appunto per evitare di averli. Alcune volte aiutano anche quando già ci sono i problemi . Eccone alcuni buoni appunto per filtro antiparticolato , valvola EGR ed impianto di iniezione (pulizia e lubrificazione):
Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all'indirizzo autoesperienza@gmail.com

Motori benzina

Tutti i motori a benzina hanno un buon livello di affidabilità. Anticipiamo dicendo che i piccoli motori da 1.0 l e 1.2 l non saranno la scelta migliore. Hanno basse potenze e i consumi sono praticamente uguali a quelli dei motori più grandi. Quindi sarà meglio optare direttamente per un motore più grande. La scelta ottimale sarà il motore da 1.4 l, ma vediamo le caratteristiche di ogni motore in parte.

Motore 1.0 l [CR10DE]

Il motore Nissan 1,0 l CR10DE è stato prodotto solo dal 2002 al 2004. La produzione è stata rapidamente interrotta a causa delle scarse caratteristiche tecniche e operative. Il principale punto debole di questo motore sono le basse prestazioni, ma si incontrano anche altri difetti.

Durante le giornate fredde, il motore non si avvia o ha un funzionamento rumoroso e instabile. Dopo 100.000 chilometri, la catena distribuzione spesso si allunga e comincia a rumoreggiare, in alcuni casi cede il tenditore. Arrivando a 150.000 chilometri, spesso compare un consumo di olio che tende ad aumentare con il tempo.

Il motore è esigente in termini di qualità del carburante e potrebbe richiedere una pulizia periodica degli iniettori. Il motore richiede anche una periodica regolazione delle valvole visto che non ha i compensatori idraulici.

articoli di approfondimento su diversi argomenti di tematica automobilistica

Motore 1.2 l [CR12DE]

Il motore Nissan 1,2 l CR12DE è arrivato nel 2002 e si può incontrare su auto compatte. E’ disponibile in 2 versioni: senza regolatori di fase (65 cv) e con regolatori di fase (80-90 cv).

Nel primo periodo di produzione c’erano problemi con l’allungamento della catena distribuzione (succedeva a bassi chilometraggi), ma il produttore è riuscito a risolvere il difetto e la durata è aumentata. Inoltre, nella fase iniziale, sono stati registrati molti casi di rottura della guarnizione della testata.

Questo motore non ama il carburante di cattiva qualità e potrebbe richiedere una pulizia periodica degli iniettori. Ci possono essere problemi di funzionamento durante il periodo freddo dell’anno. Il motore richiede una periodica regolazione delle valvole visto che non ha i compensatori idraulici.

Dopo 150.000 chilometri, quasi sempre compare un consumo di olio che tende ad aumentare nel tempo.

Motore 1.4 l [CR14DE]

Il motore Nissan 1,4 l CR14DE è stato prodotto dal 2002 al 2013 nello stabilimento giapponese ed è stato installato su molti modelli. Il blocco cilindri è in alluminio, le camicie sono in ghisa, ha la catena distribuzione, c’è un regolatore di fase all’ingresso, catalizzatore e collettore di scarico sono uniti e non ci sono compensatori idraulici.

In generale il motore si presenta abbastanza bene. Ovviamente può avere alcuni difetti.

Il motore non ama il carburante di bassa qualità e potrebbe richiedere la pulizia degli iniettori ogni 60.000 km. Già dopo 140-150 mila chilometri la catena di distribuzione si allunga e inizia a rumoreggiare. Nei casi migliori può arrivare a 200.000 km.

Dopo 200 mila chilometri può comparire il consumo d’olio. Generalmente per risolvere è sufficiente sostituire le fascette elastiche. Se i costi si rilevano troppo alti per il proprietario, si può provare ad utilizzare alcuni preparati chimici, ma questi non sempre aiutano.

Anche le guarnizioni stelo valvola si guastano con il tempo, ma per fortuna possono essere cambiate senza rimuovere la testata. La regolazione delle valvole è consigliata ogni 80-100 mila chilometri. In assenza di problemi nel funzionamento del motore, si può allungare anche fino a chilometraggi più grandi.

Come già detto, il motore è abbastanza affidabile. L’importante è non surriscaldarlo e cambiare l’olio in tempo (massimo ogni 10.000 km). Si consiglia di non utilizzare oli troppo liquidi (per esempio 0W20) a chilometraggi sopra i 100 mila, il motore funziona bene con 5W40 e 5W30.

Motore 1.6 l [HR16DE]

Il motore Nissan 1,6 l HR16DE è stato presentato a Tokyo nel 2005 ed è stato installato in modo abbastanza attivo su molti modelli del gruppo.

La costruzione è abbastanza comune per l’industria dei motori giapponesi di quel periodo: un blocco in alluminio con camicie in ghisa, una testa in alluminio con 16 valvole, catena di distribuzione e un regolatore di fase all’ingresso. L’iniezione del carburante è distribuita, ma è particolare: con due iniettori per cilindro. Grazie all’utilizzo di una farfalla elettronica, il motore è stato in grado di adattarsi alle normative Euro 5.

E’ un motore molto affidabile, ma nei primi anni di produzione è stato caratterizzato da alcuni piccoli problemi: difficoltà di accensione nelle giornate fredde, l’anello del tubo di scarico della marmitta spesso bruciava, è stato organizzato un richiamo destinato a sostituire il relè difettoso del blocco di accensione. I motori più recenti non hanno più questi difetti (generalmente anche sui motori vecchi i problemi sono già stati riparati).

Il difetto più famoso di questo motore è il consumo progressivo di olio. Se appare già a basso chilometraggio, si può risolvere scegliendo un lubrificante diverso. Se compare dopo 100.000 km, generalmente aiuta solo la sostituzione delle fascette elastiche. Per non spendere troppo, alcuni proprietari provano ad utilizzare alcuni preparati chimici, ma questi non sempre aiutano.

Molti proprietari devono affrontare l’allungamento della catena di distribuzione a circa 200.000 km. Spesso, oltre al kit distribuzione, bisogna sostituire anche il costoso regolatore di fase.

Tra i problemi minori del motore possiamo ricordare: bassa durata dei supporti, la cinghia fischiante del generatore e la necessità di regolare periodicamente le valvole (mancano i compensatori idraulici). La regolazione delle valvole ha un costo relativamente alto, ma è molto importante. Secondo il regolamento è da fare ogni 100 mila km, ma per non rischiare di avere problemi con gli alberi a camme sarà meglio farla ogni 60 mila km.

Se c’è installato un impianto a gas, le valvole devono essere regolate ancora più spesso senza aspettare di sentire rumori o altri sintomi. Il rischio di provocare danni è grande senza la regolazione.

Il produttore dichiara per questo motore una durata di circa 200.000 km, ma con un utilizzo corretto vive anche 300,000 km.

Conclusioni

Nissan Micra K12 ha il suo stile distintivo che non può essere confuso con nessun altro. Sarà una macchina molto buona per una ragazza, ma va bene anche per i maschi. Ha un livello di affidabilità abbastanza buono e se tratta correttamente non dovrebbe richiedere troppi soldi per il mantenimento.

Prima di un eventuale acquisto o anche semplicemente nell'utilizzo quotidiano è utile controllare se non ci sono problemi o errori . Per vedere tutti gli errori e problemi segnalati nelle varie centraline , potete utilizzare un semplice dispositivo di diagnostica. Eccone uno buono :

Potete valutare anche i concorrenti della Nissan Micra III: Renault Clio 3Skoda Fabia 2 , Opel Corsa DPeugeot 207 , Alfa Romeo Mito , Fiat Grande Punto , Ford Fiesta , Mazda 2 , Volkswagen Polo , Toyota Yaris II , Chevrolet AveoDacia Sandero e altre utilitarie.

La cosa più importante è trovare un esemplare in buono stato generale e per fare questo consiglio di leggere la nostra dettagliata guida : vedi come scegliere una buona auto usata

Potrebbe interessarti anche :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *