Peugeot Partner (1996-2013) tutti i problemi e le informazioni

Peugeot Partner è arrivata sul mercato nel 1996 . Nel 2002 c’è stato un restyling che ha portato modifiche estetiche tra cui i nuovi gruppi ottici anteriori. Ci sono state anche modifiche sul piano tecnico. Nel 2008 è arrivata la seconda generazione Peugeot Partner II , ma la prima generazione è rimasta comunque in produzione fino al 2013.

peugeot partner multispazio trasporto merci persone multispace furgone alpin cassonato cargo disabili premium portapachi 4x4 combi kombi van bsi air cross exclusive executive trophy elegance break business duevolumi trevolumi prima generazione modello vecchio nuovo new quanto costa quanto consuma come va consumi reali perche comprarla non parte si spegne francia psa fine produzione cambio planetario limited edition final service reset cilindrata motorizzazioni 1.4 1.6hdi 1.8 1.9d 16v 2.0 hpi dv6ated4 dw10ated4 xud9z tu3jp tu5jp xu7 bi energy bivalent del 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 restyling facelift design menu nascosto anno model year problemi valutazione valore quotazione usato usata vendita versione seconda mano comprare pregi difetti guasti affidabilità acquisto incidentata carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina turbo biturbo twinturbo triturbo bi-fuel gas gpl metano gasolio consumi di olio bluetooth start stop ricarica booster doppia batteria remota scarica pila trazione anteriore posteriore integrale elettrica ecu obd2 diagnostica percorrenza autonomia allestimento testata guarnizione cilindri pistoni pompa olio acqua infiltrazione modalità avaria iniettori fumo bianco blu azzuro grigio nero interni plancia volante radio multimedia infotainment jack aux cd changer yatour novitec electronicx usb cruise control sedili riscaldati spazio pulsanti minigonne tetto apribile panoramico bagagliaio baule prezzi riparazioni rumori scatola trasmissione ripartitore di coppia cremagliera sterzo sospensioni pneumatiche cuscini idrauliche adattive configuratore codding blocco differenziale riduttore cardano semiasse scarico fusibile elettronica cambio manuale automatico robotizzato variatore lavaggio solenoidi blocco idraulico convertitore di coppia meccatronica distribuzione servizi catena cinghia tenditore elaborazioni spie quadro doppia frizione multidisco rumore volano monomassa bimassa valvola egr vanos filtro dpf fap intasato olio abitacolo carburante dischi pastiglie pinze freni caratteristiche sensori alzacristalli fischio turbina turbocompressore errore chiave smart intelligente climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno full led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore generatore allestimenti chilometri schermo display aggiornamento navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio multimediale android hi tech carplay recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso kg velocita massima accelerazione potenza cv cavalli kw tuning stage1 stage2 stage3 impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza crash test esp abs controllo trazione stabilità airbag club italia opinioni bloccasterzo immobilizer tagliandi sonda lambda rele cofano ammortizzatori leve bracci manutenzione review test opinione prova scheda tecnica gancio traino forum occasione immagini foto dimensioni misure interne esterne larghezza lunghezza altezza da terra clearance passo lungo corto parafango inquinamento normative euro 4 5 6 6d concorrenti auto simili autodata

Indice

Impressioni

Peugeot Partner , insieme alla gemella Citroen Berlingo , hanno rivoluzionato l’idea delle piccole macchine commerciali e hanno introdotto il nuovo segmento delle multispazio. Questa nuova categoria di auto ha cominciato ad avere successo e anche gli altri produttori hanno deciso di produrre i propri modelli. Cosi sono nate le concorrenti : Renault Kangoo , Fiato Doblo , Opel Combo e altre.

Il successo delle vetture multispazio è dato dal fatto che pur mantenendo delle dimensioni medie o medio-piccole , riescono ad offrire un abitacolo di dimensioni generose che può essere adatto sia al trasporto di merci che al trasporto di persone ( in base alla versione ) . Oltre alla grande praticità , è attraente anche il prezzo relativamente basso che queste macchina hanno già dall’inizio.

Un esemplare restyling esteticamente è abbastanza bello , specialmente nelle versioni più accessoriate. Però si può sempre migliorare e personalizzare. Un buon metodo è cambiare i cerchioni e per questo abbiamo un articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sui cerchioni

Peugeot Partner è disponibile in più versioni : quella per il trasporto di persone fa più accento sul confort , quella universale può essere utilizzata per il lavoro ( trasporto di merci ) e poi può essere trasformata per trasportare persone ed infine quella pur commerciale che ha solo due posti e uno spazio posteriore di 3 metri cubi per il trasporto di merci.

La versione destinata al trasporto di passeggeri riesce a garantire abbastanza spazio per questi. Il confort di marcia relativamente buono offre la possibilità di affrontare anche i viaggi più lunghi senza stancarsi eccessivamente.

UTILE ! Per avere più piacere e meno stanchezza durante la guida è importante avere un aria pulita e piacevole dentro l'abitacolo. Per ottenere questo è importante avere il filtro abitacolo pulito , uno IONIZZATORE e un buon PROFUMO. Eccone alcuni che consigliamo :
Ambi Pur X6 Atomizzatore ad Ultrasuoni Diffusore di Profumo
ambi pur 6 Atomizzatore ad Ultrasuoni deodorante per auto
Se vi interessa approfondire l'argomento degli ionizzatori potete leggere il nostro articolo a riguardo

 

Se volete ricevere ancora più piacere dalla propria auto , potete vedere come rendere la macchina più comoda , piacevole , moderna e pratica

peugeot partner multispazio trasporto merci persone multispace furgone alpin cassonato cargo disabili premium portapachi 4x4 combi kombi van bsi air cross exclusive executive trophy elegance break business duevolumi trevolumi prima generazione modello vecchio nuovo new quanto costa quanto consuma come va consumi reali perche comprarla non parte si spegne francia psa fine produzione cambio planetario limited edition final service reset cilindrata motorizzazioni 1.4 1.6hdi 1.8 1.9d 16v 2.0 hpi dv6ated4 dw10ated4 xud9z tu3jp tu5jp xu7 bi energy bivalent del 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 restyling facelift design menu nascosto anno model year problemi valutazione valore quotazione usato usata vendita versione seconda mano comprare pregi difetti guasti affidabilità acquisto incidentata carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina turbo biturbo twinturbo triturbo bi-fuel gas gpl metano gasolio consumi di olio bluetooth start stop ricarica booster doppia batteria remota scarica pila trazione anteriore posteriore integrale elettrica ecu obd2 diagnostica percorrenza autonomia allestimento testata guarnizione cilindri pistoni pompa olio acqua infiltrazione modalità avaria iniettori fumo bianco blu azzuro grigio nero interni plancia volante radio multimedia infotainment jack aux cd changer yatour novitec electronicx usb cruise control sedili riscaldati spazio pulsanti minigonne tetto apribile panoramico bagagliaio baule prezzi riparazioni rumori scatola trasmissione ripartitore di coppia cremagliera sterzo sospensioni pneumatiche cuscini idrauliche adattive configuratore codding blocco differenziale riduttore cardano semiasse scarico fusibile elettronica cambio manuale automatico robotizzato variatore lavaggio solenoidi blocco idraulico convertitore di coppia meccatronica distribuzione servizi catena cinghia tenditore elaborazioni spie quadro doppia frizione multidisco rumore volano monomassa bimassa valvola egr vanos filtro dpf fap intasato olio abitacolo carburante dischi pastiglie pinze freni caratteristiche sensori alzacristalli fischio turbina turbocompressore errore chiave smart intelligente climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno full led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore generatore allestimenti chilometri schermo display aggiornamento navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio multimediale android hi tech carplay recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso kg velocita massima accelerazione potenza cv cavalli kw tuning stage1 stage2 stage3 impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza crash test esp abs controllo trazione stabilità airbag club italia opinioni bloccasterzo immobilizer tagliandi sonda lambda rele cofano ammortizzatori leve bracci manutenzione review test opinione prova scheda tecnica gancio traino forum occasione immagini foto dimensioni misure interne esterne larghezza lunghezza altezza da terra clearance passo lungo corto parafango inquinamento normative euro 4 5 6 6d concorrenti auto simili autodata

L’abitacolo , oltre ad essere spazioso è anche molto pratico. Ci sono molti vani portaoggetti . La plancia si presenta meglio dopo il restyling del 2002 . Prima era abbastanza noiosa e non tanto piacevole. La nuova plancia è più comoda e interessante. La qualità dei materiali non è molto alta.

A livelli di dotazioni le Peugeot Partner non sono messe molto bene , specialmente gli esemplari pre-restyling. Si può però trovare una macchina ben dotata che avrà tutto il necessario per un utilizzo quotidiano .

L’impianto audio non è ottimo e la qualità sonora non fa meravigliare.

Non su tutte le auto c'è il bluetooth. Quest'ultimo è quasi indispensabile al giorno d'oggi. Potete aggiungerlo facilmente a qualsiasi auto con semplici accessori. Eccone alcuni buoni ACCESSORI / DISPOSITIVI BLUETOOTH:
Ricevitore Bluetooth AUX Trasmettitore FM Bluetooth Kit Vivavoce Bluetooth
Ricevitore Bluetooth AUX Trasmettitore FM Bluetooth Kit Vivavoce Bluetooth
Se volete approfondire l'argomento su accessori multimediali utili potete leggere il nostro articolo dedicato

 

Nel test di sicurezza EuroNCAP , Peugeot Partner ha ottenuto 4 stelle su 5 . La sicurezza in caso di incidente è abbastanza buona , ma per diminuire il rischio è bene avere dei buoni pneumatici. I pneumatici sono quasi la cosa più importante per la sicurezza in viaggio. Consiglio di leggere l’articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sulle gomme e pneumatici

Affidabilità

Cambio e trasmissione

Le Peugeot Partner possono essere dotate solo di cambio manuale a 5 marce e trazione anteriore.

Se la macchina è utilizzata correttamente , non ci dovrebbe essere nessun tipo di problema fino a grandi chilometraggi.

Bisogna controllare periodicamente se non ci sono perdite di olio dal cambio manuale. Sfortunatamente su alcuni cambi potrebbero esserci queste perdite e se non si tiene la situazione sotto controllo , il livello di olio sarà inferiore al normale e ci sarà un’usura accelerata del cambio.

Per allungare la vita del cambio manuale , volano e frizione vedi come trattare correttamente il cambio manuale

Periodicamente bisogna controllare le protezioni dei giunti omocinetici. Se le protezioni sono rovinate ci saranno penetrazioni di sporcizia che porteranno alla morte del costoso giunto.

Sospensioni , sterzo e freni

Le sospensioni della Peugeot Partner sono molto semplici. Sull’asse anteriore abbiamo un classico sistema MacPherson e dietro abbiamo il ponte torcente.

Le sospensioni anteriori sono abbastanza affidabili.

Come al solito , i primi a cedere sono i stabilizzatori che prima o poi saranno da sostituire ( generalmente dopo 50.000 km). I silent-block invece saranno da sostituire dopo 60 – 70.000 km. Più raramente potrebbe essere necessario sostituire i cuscinetti sferici.

Sugli esemplari più vecchi possono esserci problemi con le molle dell’asse anteriore.

I cuscinetti di supporto degli ammortizzatori anteriori potrebbero necessitare la sostituzione relativamente spesso.

Il proprietario deve essere pronto ai periodici interventi sulle sospensioni posteriori. Si tratta del ponte torcente che richiede delle riparazioni ogni tanto. Generalmente bisogna intervenire ogni 40 – 60.000 km a causa dell’usura accelerata , ma saranno degli interventi a basso costo con scopo profilattico. I problemi più gravi arrivano generalmente dopo 200.000 km quando le ruote posteriori cominciano ad inclinarsi verso l’interno.

Anche i cuscinetti mozzo non vivono molto a lungo generalmente. Fortunatamente i prezzi di riparazione sono abbastanza bassi.

Lo servosterzo idraulico è abbastanza affidabile. A grandi chilometraggi potrebbe cedere la pompa. Per garantire la lunga vita , bisogna cambiare il liquido di funzionamento almeno ogni 60.000 km. Anche il resto del meccanismo dello sterzo non dovrebbe dare particolari problemi fino ad almeno 100 – 150.000 km.

Il sistema dei freni generalmente può dare problemi solo sugli esemplari dei primi anni di produzione. Potrebbe esserci una perdita di impermeabilità nei freni posteriori. Il prezzo per risolvere il problema non è molto alto.

Gli esemplari più recenti invece hanno il sistema abbastanza affidabile e longevo.

Elettrica ed elettronica

Prima del restyling , le Peugeot Partner avevano un’impianto elettronico molto semplice che non dovrebbe dare problemi. I problemi possono essere provocati solo dalla vecchiaia che può portare alla morte di alcune centraline o all’usura dei cablaggi.

Dopo il restyling del 2002 , l’impianto è diventato più complesso ed intelligente. Molti proprietari di Peugeot Partner restyling lamentano problemi con la centralina del confort BSI e vari malfunzionamenti da questa provocati.

Il nuovo impianto complesso non sopporta gli interventi da parte di tecnici non specializzati. Può rovinare tutto anche la sbagliata installazione di un’antifurto aggiuntivo. Addirittura ci possono essere problemi se si sbaglia ad installare un’autoradio più moderna.

La chiusura centralizzata potrebbe malfunzionare periodicamente. Stessa cosa riguarda anche il motorino dei tergicristalli.

Può rompersi la leva dell’indicatore di direzione a causa della sua fragilità.

Il generatore e il motorino di avviamento non vivono troppo a lungo.

UTILE !  Per accendere la macchina con batteria scarica si può utilizzare un Avviatoare d'emergenza. Può essere utile anche nell'utilizzo quotidiano ( magari quando si dimenticano le luci accese e si scarica la batteria o nei periodi freddi in cui la batteria perde efficienza) per accendere velocemente la macchina. Oltretutto si possono utilizzare come grandi powerbank che possono ricaricare tutti i vostri dispositivi mobili in viaggio e fanno anche da torcia. Ecco quelli che consigliamo :
Avviatore Emergenza 2000A Avviatore Emergenza 2200A Avviatore Emergenza 4140A
Avviatore Emergenza 2000 Ampere Avviatore Emergenza 2200 Ampere Avviatore Emergenza 4140 Ampere

Altro

La carrozzeria della Peugeot Partner è ben protetta dalla corrosione. Gli esemplari di prima produzione però potrebbero essere meno protetti e quindi tendono di più ad arrugginire.

Se un esemplare recente ha grandi segni di ruggine, molto probabilmente ha subito qualche incidente e poi è stato riparato male.

Prima di comprare una Peugeot Partner usata , sarebbe utile controllarla anche da sotto per vedere se non c’è ruggine.

Non si è rivelato molto affidabile il meccanismo di apertura delle portiere laterali posteriori . Il meccanismo deve essere periodicamente regolato.

Oltre al già citato motorino dei tergicristalli , potrebbe cedere anche il meccanismo meccanico stesso.

Approfondimento motori

I motori diesel sono :

  • 1.6 l HDi [DV6ATED4] – potenza  : 90 cv ; velocità max : 160 km/h ; accelerazione : 15.6 s ; consumo : 5.4 l/100 km
  • 1.8 l D [XUD7/K] – potenza  : 60 cv ; velocità max : 135 km/h ; accelerazione : 26.0 s ; consumo : 7.0 l/100 km
  • 1.9 l D [XUD9/Z] – potenza  : 69 cv ; velocità max : 140 km/h ; accelerazione : 19.9 s ; consumo : 6.9 l/100 km
  • 2.0 l HDi [DW10A] – potenza  : 90 cv ; velocità max : 157 km/h ; accelerazione : 15.3 s ; consumo : 5.8 l/100 km

I motori a benzina sono :

  • 1.4 l [TU3JP] – potenza  : 75 cv ; velocità max : 150 km/h ; accelerazione : 17.5 s ; consumo : 7.5 l/100 km
  • 1.4 l [TU3JP] – potenza  : 75 cv ; velocità max : 151 km/h ; accelerazione : 17.5 s ; consumo : 7.1 l/100 km
  • 1.4 l [TU3JP] – potenza  : 73 cv ; velocità max : 150 km/h ; accelerazione : 17.5 s ; consumo : 7.4 l/100 km
  • 1.4 l Bi-Energy (metano) [TU3JP] – potenza  : 65 cv ; velocità max : 143 km/h ; accelerazione : 18.0 s ; consumo : 8.4 l/100 km
  • 1.4 l Bi-Energy (metano) [TU3JP] – potenza  : 75 cv ; velocità max : 143 km/h ; accelerazione : 18.2 s ; consumo : 7.8 l/100 km
  • 1.4 l Bivalent (GPL) [TU3JP] – potenza  : 72 cv ; velocità max : 148 km/h ; accelerazione : 17.0 s ; consumo : 10.2 l/100 km
  • 1.6 l 16v [TU5JP4] – potenza  : 109 cv ; velocità max : 172 km/h ; accelerazione : 12.7 s ; consumo : 7.4 l/100 km
  • 1.8 l [XU7] – potenza  : 90 cv ; velocità max : 160 km/h ; accelerazione : 14.4 s ; consumo : 8.9 l/100 km

peugeot partner multispazio trasporto merci persone multispace furgone alpin cassonato cargo disabili premium portapachi 4x4 combi kombi van bsi air cross exclusive executive trophy elegance break business duevolumi trevolumi prima generazione modello vecchio nuovo new quanto costa quanto consuma come va consumi reali perche comprarla non parte si spegne francia psa fine produzione cambio planetario limited edition final service reset cilindrata motorizzazioni 1.4 1.6hdi 1.8 1.9d 16v 2.0 hpi dv6ated4 dw10ated4 xud9z tu3jp tu5jp xu7 bi energy bivalent del 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 restyling facelift design menu nascosto anno model year problemi valutazione valore quotazione usato usata vendita versione seconda mano comprare pregi difetti guasti affidabilità acquisto incidentata carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina turbo biturbo twinturbo triturbo bi-fuel gas gpl metano gasolio consumi di olio bluetooth start stop ricarica booster doppia batteria remota scarica pila trazione anteriore posteriore integrale elettrica ecu obd2 diagnostica percorrenza autonomia allestimento testata guarnizione cilindri pistoni pompa olio acqua infiltrazione modalità avaria iniettori fumo bianco blu azzuro grigio nero interni plancia volante radio multimedia infotainment jack aux cd changer yatour novitec electronicx usb cruise control sedili riscaldati spazio pulsanti minigonne tetto apribile panoramico bagagliaio baule prezzi riparazioni rumori scatola trasmissione ripartitore di coppia cremagliera sterzo sospensioni pneumatiche cuscini idrauliche adattive configuratore codding blocco differenziale riduttore cardano semiasse scarico fusibile elettronica cambio manuale automatico robotizzato variatore lavaggio solenoidi blocco idraulico convertitore di coppia meccatronica distribuzione servizi catena cinghia tenditore elaborazioni spie quadro doppia frizione multidisco rumore volano monomassa bimassa valvola egr vanos filtro dpf fap intasato olio abitacolo carburante dischi pastiglie pinze freni caratteristiche sensori alzacristalli fischio turbina turbocompressore errore chiave smart intelligente climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno full led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore generatore allestimenti chilometri schermo display aggiornamento navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio multimediale android hi tech carplay recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso kg velocita massima accelerazione potenza cv cavalli kw tuning stage1 stage2 stage3 impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza crash test esp abs controllo trazione stabilità airbag club italia opinioni bloccasterzo immobilizer tagliandi sonda lambda rele cofano ammortizzatori leve bracci manutenzione review test opinione prova scheda tecnica gancio traino forum occasione immagini foto dimensioni misure interne esterne larghezza lunghezza altezza da terra clearance passo lungo corto parafango inquinamento normative euro 4 5 6 6d concorrenti auto simili autodata

I motori montati sulla Peugeot Partner non hanno grandi potenze e a causa di questo non si può trovare una versione che abbia grandi prestazioni. D’altra parte però , una macchina di questo genere non deve avere motori potenti , ma deve essere pratica e i suoi motori devono essere affidabili.

Sulle Peugeot Partner sono molto diffusi i motori diesel . I motori proposti sono tre , di cui uno è ormai molto vecchio e gli altri due sono più recenti.

Ovviamente il più vecchio è il 1.9 l D da 69 cv. E’ un motore aspirato molto lento che non riesce ad offrire tante emozioni .

La parte positiva di questo diesel è che è quasi eterno. Questi motori riescono a superare i 500.000 km senza nessun tipo di problema. Sfortunatamente i consumi del vecchio diesel sono maggiori rispetto ai diesel moderni. Consuma mediamente 2 l su 100 km in più rispetto agli altri due diesel montati sulla Peugeot Partner.

I motori più recenti da 1.6 l HDi e 2.0 l HDi sono dotati di sistema di iniezione Common Rail.

Sono due ottimi motori , però in termini di affidabilità perdono in comparazione con il vecchio 1.9 l D . Oltre ai possibili problemi con il sistema di iniezione , ci possono essere problemi con la valvola EGR , turbina e puleggia. Generalmente questi problemi si verificano solo dopo 150 – 200.000 km.

Sulla Peugeot Partner è stato montato il motore diesel 2.0 HDi da 90 cv ( anche se su altri modelli del marchio , nello stesso periodo si montavano anche le versioni con potenze maggiori). Anche se le prestazioni non saranno eccezionali , dal punto di vista dell’affidabilità però è meglio optare per questa versione più debole . Su questa versioni non c’è la turbina con geometria variabile e non c’è il volano bimassa.

Il sistema di iniezione è Common Rail con iniettori Bosch . E’ un sistema di vecchio tipo che non dovrebbe dare particolari problemi.

Il motore è affidabile in generale e non dovrebbe dare particolari problemi fino a chilometraggi grandi.

Potrebbe morire la pompa gasolio nel serbatoio , ma questo succede raramente e una nuova pompa costa relativamente poco. Se la pompa non viene sostituita rapidamente, frammenti metallici creati dall’usura possono finire nella pompa ad alta pressione e possono rovinarla.

 

Il 1.6 l HDi è disponibile nella sua versione più debole da 90 cv. Su altri modelli del marchio c’è anche la versione da 109 cv.

Anche in questo caso il motore meno potente sarà più affidabile. La versione più debole è priva volano bimassa e non ha il filtro FAP . Di conseguenza , la versione più potente ha sia il volano bimassa che il filtro DPF .

Uno dei problemi più gravi di questi motori è il sistema di lubrificazione. Il fondo ha una forma particolare e quando si cambia olio , sul fondo rimane un po di olio vecchio. Questo vecchio olio può intasare il sistema e di conseguenza si abbassa la pressione. A causa delle bassa pressione dell’olio soffrono molto la turbina e la testata.

Si possono utilizzare vari preparati ed additivi per pulire EGR , FAP e impianto di iniezione. Sarebbe bene utilizzarli ogni tanto anche prima che si abbiano problemi , appunto per evitare di averli. Alcune volte aiutano anche quando già ci sono i problemi . Eccone alcuni buoni appunto per filtro antiparticolato , valvola EGR ed impianto di iniezione (pulizia e lubrificazione):
Pulitore EGR Pulitore DPF Additivo iniettori
pulitore egr pulitore dpf additivo iniettori
Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all'indirizzo autoesperienza@gmail.com

 

Sul mercato italiano mancano i motori da 1.1 l benzina . Magari si possono trovare esemplari importati che hanno questo motore. E’ un motore che si montava solo sulle versioni destinate al trasporto di merci.

L’affidabilità di questo motore è buona , ma la potenza è molto bassa. Si sente la fatica del motore anche a basse velocità. La parte buona è che i consumi sono relativamente bassi. E’ difficile superare i 8 l su 100 km.

Tra i motori a benzina il più diffuso è quello da 1.4 l nelle varie sue versioni. Questo motore , pur non avendo grande potenza , si è rivelato abbastanza elastico e non troppo assettato. I consumi reali medi dovrebbero essere circa sui 8.5 l su 100 km. Con una guida dinamica in città si può arrivare anche a 10 l su 100 km.

Possono verificarsi piccole perdite di olio a causa dell’usura di alcune guarnizioni.

Sono possibili problemi con le bobine di accensione. Quando queste non funzionano correttamente, si accende la spia motore. Alcune volte si accende anche se le bobine continuano a funzionare bene.

E’ consigliabile sostituire la cinghia ogni 3 – 5 anni oppure ogni 90.000 km . In questo modo non si rischia niente.

Sfortunatamente sono capitati spesso casi di guarnizione della testata bruciata.

I motori che riescono a garantire delle prestazioni più interessanti sono quelli da 1.6 l e 1.8 l benzina . Nonostante la potenza più grande , i consumi di questi motori non si differenziano molto da quelli del già citato 1.4 l benzina.

Il motore 1.6 l benzina da 109 cv con cinghia distribuzione sarà forse la migliore scelta. E’ un motore che riesce a raccogliere in se una buona potenza , dei consumi accettabili e anche un’affidabilità abbastanza buona.

Se mantenuto correttamente , non dovrebbe dare problemi fino a 150 – 200.000 km.

Il motore ha ricevuto i compensatori idraulici e questi in alcuni casi possono dare problemi. Quando si usurano , possono infastidire l’accensione della macchina a freddo e il rumore della macchina diventa come quello di una macchina per cucire .

Alcuni proprietari hanno riscontrato irregolarità nel funzionamento di questo motore. Potrebbe esserci una piccola perdita di potenza intorno a 3000 giri , un minimo irregolare oppure difficoltà di accensione. I proprietari hanno risolto in diversi modi : sostituzione candele, sostituzione bobine accensione oppure aggiornamento software della centralina. Inoltre , può aiutare una pulizia o la sostituzione della valvola a farfalla.

La rottura del termostato può portare al surriscaldamento del motore. Inoltre , può esserci una perdita di liquido refrigerante. Questo succede abbastanza spesso dopo 100 – 120.000 km . Un nuovo termostato non costa moltissimo per fortuna.

Durante le accensioni a freddo potrebbe risultare leggermente rumoroso , ma appena si scalda tutto ritorna normale .

Sarebbe perfetto sostituire le candele ogni 20.000 km per garantire un funzionamento buono e lungo.

La cinghia distribuzione deve essere sostituita ogni 60.000 km.

Anche sui motori 1.6 l benzina ci sono stati casi in cui è bruciata la guarnizione della testata.

Molti di questi motori tendono a consumare più olio del dovuto.

Tutti i motori benzina della serie TU ( TU3 , TU5 ) hanno bisogno di una sostituzione delle candele almeno ogni 40.000 km. La cinghia invece deve essere sostituita almeno ogni 60 – 90.000 km. Meglio non avere intervalli di sostituzione più grandi per evitare eventuali problemi.

Anche sui motori 1.8 l benzina c’è una tendenza a consumare più olio del normale.

Alcuni di questi motori possono avere problemi con l’albero a camme. Su alcuni capitano già dopo 100.000 km , su altri dopo 200 – 300.000 km. E’ un problema abbastanza imprevedibile. Un nuovo pezzo non avrà un prezzo gigantesco ( anche perché si possono trovare ricambi di produttori alternativi ).

Quando ci sono i problemi con l’albero a camme , il motore ha un funzionamento irregolare , è rumoroso e perde potenza.

Dopo circa 150.000 km potrebbe accendersi la spia di pressione olio e poi si spegne. Il problema con la pressione olio generalmente è legato alla pompa olio e in particolare si tratta dalla sua valvola riduttrice di pressione. Il prezzo di riparazione è basso.

Il gruppo pistoni non dovrebbe dare problemi prima dei 250 – 300.000 km se il motore è trattato bene.

supporti di questo motore non sono molto longevi e potrebbero necessitare la sostituzione dopo 150.000 km circa.

Bisogna stare attenti alla temperatura di questo motore , viso che un surriscaldamento può portare a gravi difetti. Possono portare al surriscaldamento un termostato difettoso , ventola del sistema di raffreddamento malfunzionante o la pompa che perde.

Prima di comprare una Peugeot Partner usata con qualsiasi motorizzazione , è importante controllare se non ci sono perdite di olio dal motore.

Conclusioni

Grazie al grande successo della Peugeot Partner , sul mercato dell’usato si possono trovare molti esemplari tra cui sia versioni per il trasporto di persone che versioni per il trasporto di merci.

Al giorno d’oggi si può trovare una Peugeot Partner di prima generazione ad un prezzo molto interessante. Ovviamente meglio optare per un esemplare restyling più recente possibile.

Questa macchina sarà ottima per le famiglie e per le persone che apprezzano la praticità o che hanno bisogno di molto spazio . Sfortunatamente molti degli esemplari in vendita sono in cattivo stato ( è prevalentemente una macchina da lavoro in fin dei conti) .

Prima di un eventuale acquisto o anche semplicemente nell'utilizzo quotidiano è utile controllare se non ci sono problemi o errori . Per vedere tutti gli errori e problemi segnalati nelle varie centraline , potete utilizzare un semplice dispositivo di diagnostica. Eccone alcuni buoni:

 

Potete valutare anche i concorrenti della Peugeot Partner. Oltre alla sorella Citroen Berlingo ci sono : Renault Kangoo , Fiat Doblo , Volkswagen Caddy , Opel Combo e altre auto simili.

La cosa più importante è trovare un esemplare in buono stato generale e per fare questo consiglio di leggere la nostra dettagliata guida : vedi come scegliere una buona auto usata

Potrebbe interessarti anche :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *