Ford C-Max (2003-2010) Problemi, Recensione, Difetti e Informazioni

In questa recensione sulla Ford Focus C-Max daremmo informazioni non solo sul confort e la praticità, ma parleremo anche di affidabilità, difetti e dei problemi. Ford C-Max di prima generazione è arrivata sul mercato nel 2003. Nel 2007 c’è stato un restyling che ha portato alcune modifiche estetiche. Si notano i nuovi gruppi ottici. Inoltre, il nome è passato da Focus C-Max a semplicemente C-Max. Nel 2010 è arrivata la seconda generazione del modello che ovviamente ha sostituito la prima. 

Indice Recensione

Recensione della Ford C-Max con tutti le informazioni, i difetti, i problemi e i costi di mantenimento

Impressioni, Abitacolo e Confort

Prima di tutto bisogna dire che la Ford C-Max è basata sulla più piccola Ford Focus 2. In realtà sarebbe più coretto dire che la Focus è stata basata sulla C-Max visto che su questo pianale è uscita per prima proprio quest’ultima.

Nella vita di quasi tutte le persone arriva il momento in cui nascono i figli e compare la necessità di avere una macchina più grande. Proprio questa idea probabilmente ha spinto il produttore ad affiancare alla piccola Focus, la sua sorella più grande C-Max. 

Il design non è male, ma sinceramente perde di fronte a quello della più grande Ford S-Max

La macchina esteticamente è abbastanza bella , specialmente nelle versioni più accessoriate. Però si può sempre migliorare e personalizzare. Un buon metodo è cambiare i cerchioni e per questo abbiamo un articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sui cerchioni

Sono poche le monovolume che si guidano bene e hanno una buona stabilità su strada. Per fortuna, Ford C-Max è una di queste. Le buone caratteristiche in strada in combinazione con la grande quantità di spazio e la buona praticità, rendono questa macchina un’ottima soluzione per le grandi famiglie e per i lunghi viaggi.

UTILE ! Per avere più piacere e meno stanchezza durante la guida è importante avere un aria pulita e piacevole dentro l'abitacolo. Per ottenere questo è importante avere il filtro abitacolo pulito , uno ionizzatore e un buon profumo. Eccone alcuni che consigliamo :
Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com
Se vi interessa approfondire l'argomento degli ionizzatori potete leggere il nostro articolo a riguardo

 

Se volete ricevere ancora più piacere dalla propria auto , potete vedere come rendere la macchina più comoda , piacevole , moderna e pratica

in questa foto si vede l'abitacolo della Ford C-Max con il volante, l'autoradio, i sedili e la plancia/cruscotto

materiali degli interni non sono male, ma con il tempo possono cominciare a presentare segni di usura e si perde la bellezza estetica. Questo succede maggiormente sugli esemplari trattati male. E’ inevitabile anche la comparsa di alcuni scricchioli. 

Il design è semplice e piacevole. L’ergonomia è molto buona , tutto è facilmente utilizzabile. 

Ci sono abbastanza accessori piacevoli . Anche l’impianto multimediale può essere molto buono con un suono di alta qualità .

Non su tutte le auto c'è il bluetooth. Quest'ultimo è quasi indispensabile al giorno d'oggi. Potete aggiungerlo facilmente a qualsiasi auto con semplici accessori. Eccone alcuni buoni :
Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com
Se volete approfondire l'argomento su accessori multimediali utili potete leggere il nostro articolo dedicato

 

Nel test di sicurezza EuroNCAP , Ford C-Max ha ottenuto 4 stelle su 5 . La sicurezza in caso di incidente è abbastanza buona , ma per diminuire il rischio è bene avere dei buoni pneumatici. I pneumatici sono quasi la cosa più importante per la sicurezza in viaggio. Consiglio di leggere l’articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sulle gomme e pneumatici

 

 

Affidabilità e Difetti

Cambio e trasmissione

Sulla Ford Focus C-Max si può trovare sia il cambio manuale che il cambio automatico classico, il cambio robotizzato e il variatore. I cambi automatici classici sono divisi in due modelli diversi. 

Per evitare la confusione potete vedere la differenza tra i vari tipi di cambio automatico ( classico , robotizzato e variatore )

La trazione può essere solo anteriore.

UTILE ! € ⇒ Se vuoi imparare a guadagnare di più per poter mantenere in buono stato la propria auto o magari per comprare la macchina dei tuoi sogni, ti consigliamo di imparare a farlo su vitaideale.com. Con i loro consigli la tua vita migliorerà !

Cambio manuale

Il cambio manuale è affidabile , ma la frizione alcune volte si consuma prima del dovuto ( più evidente sui motori più potenti ) . La frizione in se potrebbe arrivare anche a 250.000 km , ma spesso cede prima il cuscinetto spingidisco verso i 150 – 200.000 km. Può succedere di sentire rumori durante l’inserimento della marcia , oppure si potrebbe avere difficoltà ad inserirla. In questi casi dovrebbe bastare cambiare l’olio nel cambio.

I cambi manuali trattati male, dopo i 200 – 250.000 km potrebbero necessitare la riparazione di sincronizzatori , cuscinetti ,differenziale e pignone della quinta marcia. Nei casi peggiori i costi di riparazione arrivano a 800 – 1000 euro .

Per allungare la vita al cambio manuale, alla frizione e al volano : vedi come trattare correttamente il cambio manuale

 

 

Cambio automatico

Il cambio automatico 4F27E è stato progettato insieme a Mazda. E’ un cambio semplice e longevo. Se usato con cura e se è stato cambiato l’olio al tempo giusto , non darà problemi.

In generale le sue parti meccaniche non sono estremamente resistenti , però sulla Focus C-Max, con una guida tranquilla e con sostituzioni frequenti dell’olio vive anche a lungo. Con un trattamento simile può arrivare anche a 300.000 km .

Se non è mantenuto correttamente , già dopo i 100.000 km si potrebbero cominciare a sentire colpi. Generalmente, nonostante i colpi, il cambio arriva a 180 – 250.000 km.

Quando arriva il momento di ripararlo , si spende anche più di 1000 euro . Una caratteristica interessante è che può essere riparato completamente senza essere smontato dalla macchina.

Su alcuni esemplari si può trovare anche il cambio automatico Jatco JF506E. E’ un cambio che si può incontrare anche su marchi giapponesi come Nissan , Mitsubishi e altri. Inoltre, si incontra anche su alcune Volkswagen , ma su queste macchine porta il nome 09A.

Dopo 200.000 km potrebbe comparire la necessità di cambiare i solenoidi e alcuni elementi del blocco idraulico. Molti dei problemi sono causati dallo scambiatore di calore poco efficiente che porta a surriscaldamenti. Se possibile, sarebbe perfetto migliorare l’impianto di raffreddamento e aggiungere un filtro olio supplementare. 

Possono esserci alcuni malfunzionamenti della meccatronica e del sistema idraulico di gestione. 

In generale è un cambio ben progettato e facile da riparare. Se ben trattato ( guida non troppo aggressiva e sostituzione periodica dell’olio) , solitamente non fa fatica a passere oltre i 200.000 km.

Per allungare la vita del cambio automatico vedi come trattare correttamente il cambio automatico

UTILE! Con la comparsa della nuova tecnologia USB-C , bisogna adattarsi per riuscire a ricaricare i propri dispositivi oppure a trasmettere i dati. Qui abbiamo selezionato dei cavi che passano da : USB C a Lightning (per iPhone), da USB C a USB C (per telefoni moderni) da USB-C al vecchio MINI USB (per telefoni meno recenti) e da USB C al grande USB classico per poter inserire qualsiasi altro cavo precedente dentro.
Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Cambio robotizzato PowerShift

Dopo il restyling, si può incontrare sulle Ford Focus C-Max il cambio robotizzato con doppia frizione PowerShift. E’ un cambio di produzione Getrag ed è famoso per la sua bassa affidabilità e longevità. 

E’ meglio evitarlo se non si vuole rischiare di dover investire grosse somme di denaro. Tra gli elementi che generalmente provocano problemi ci sono meccatronica e frizioni. E’ inutile dire che entrambi hanno dei grandi costi di sostituzione/riparazione.

Abbiamo parlato più nel dettaglio del cambio PowerShift negli articoli su Ford S-Max, Ford Mondeo 4, Ford Focus 3 e altri. Per evitare di ripeterci, ne consiglio la lettura se si desidera approfondire l’argomento. 

Per allungare la vita del cambio robotizzato vedi come trattare correttamente il cambio robotizzato

Variatore Durashift CVT

Su alcune versioni della Ford Focus C-Max si può incontrare anche il variatore Durashift CVT. E’ anche conosciuto con il nome ZF CFT23. Anche questo cambio non è uno proprio ideale. 

Generalmente la durata complessiva di questo cambio è circa 150.000 km e le riparazioni sono molto costose. Potrebbe risultare difficile trovare i giusti ricambi e il loro prezzo potrebbe essere abbastanza grande visto che ci sono quasi solo elementi originali.

Gli unici elementi che si trovano facilmente sono guarnizioni, filtri e cinghia BOSCH.

Se avete una macchina con questo cambio, consigliamo caldamente di cambiare spesso olio e avere una guida tranquilla in modo da allungarne la vita. Se si rompe, probabilmente non sarà più riparato. 

UTILE !  Al giorno d'oggi si utilizza sempre di più il cellulare in macchina. Si utilizza come navigatore o per ascoltare la musica. Ha bisogno di supporto e anche di essere ricaricato. Ecco i migliori accessori per un comodo utilizzo :
Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com
Se volete approfondire l'argomento dei migliori accessori per dispositivi portatili in auto , consigliamo la nostra guida dedicata 

Sospensioni, Sterzo e Freni

La struttura delle sospensioni è semplice : davanti c’è il classico sistema MacPherson e dietro c’è il sistema multilink. 

Le sospensioni, oltre ad essere piacevoli, si sono rivelate anche abbastanza affidabili e durevoli. Però se avete i cerchioni grandi , alcuni elementi si consumano più in fretta del dovuto. I pezzi di ricambio non costano molto e durano tanto.

Dopo 100 – 150.000 km potrebbe essere necessario cambiare i silent-block , cuscinetti sferici e ammortizzatori sulle sospensioni anteriori. Sull’asse posteriore i silent-block e gli ammortizzatori saranno da cambiare dopo 150 – 200.000 km.

cuscinetti mozzo anteriori sono da cambiare dopo 160 – 180.000 km . Quelli posteriori sono quasi eterni. Bisogna però stare attenti perché questi cuscinetti non amano i colpi laterali e il contatto con l’umidità. 

stabilizzatori saranno da cambiare relativamente spesso ( anche ogni 40 – 50.000 km). Ma questo ormai non è qualcosa di anormale sulle auto moderne. Per fortuna costano poco e non ci dovrebbero essere problemi a sostituirli.

UTILE ! Per noi è molto importante la vostra sicurezza in questo periodo di crisi legato al Coronavirus. Cercate di proteggervi al massimo ! Ecco qui un paio di ottimi spray disinfettanti per aria : Se volete approfondire l'argomento di come proteggere se stessi e la propria auto dal coronavirus potete farlo nell'articolo dedicato

Sterzo

Il sistema dello sterzo non può essere definito uno troppo problematico.

Bisogna stare attenti al servosterzo. Questo può essere di diversi tipi . Per quanto riguarda il servosterzo idraulico classico non ci devono essere grosse preoccupazioni . Quando invece si tratta dello servosterzo elettro-idraulico , i problemi potrebbero essere più gravi.

In caso di rumori , comportamenti anomali o fuoriuscite di liquidi , bisogna portarlo in officina. Si può perdere liquido nel punto di contatto tra il tubo ad alta pressione e la cremagliera dello sterzo. Con il tempo comincia ad essere sempre più rumoroso e sarà necessario sostituire i cuscinetti.

Verso i 200.000 km cede la pompa. Per comprare la pompa nuova servono più di 500 – 600 euro , per ripararla circa più di 250 euro. 

Dopo i 150 – 200.000 km potrebbe comparire la necessità di intervenire sulla cremagliera dello sterzo. Questa comincia a rumoreggiare , a perdere liquido e potrebbe incastrarsi ogni tanto il volante. Il prezzo di una nuova cremagliera originale potrebbe arrivare ai 1000 euro. Si trovano a prezzo molto inferiore quelle di produttori alternativi.

 

 

Freni

freni sulle Ford Focus C-Max sono semplici , efficaci ed economici nel mantenimento. Dopo il restyling è comparso anche il sistema ESP.

Sono durevoli sia i dischi che le pastiglie. Ovviamente la durata di questi elementi dipende molto anche dallo stile di guida.

Prima di comprare una Ford C-Max del primo periodo di produzione, meglio fare un controllo generale dell’impianto frenante. Bisogna attirare molta attenzione ai tubi del liquido freni. Questi possono cominciare a corrodersi a causa della grande età. 

Fin dall’inizio, Ford C-Max poteva avere due diverse versioni del freno a mano. Poteva esserci il classico meccanismo meccanico e il più complesso meccanismo elettromeccanico. Nessuno dei due meccanismi è troppo complesso, quindi non devono spaventare. Generalmente il freno a mano elettrico si trova sulle Ford C-Max meglio dotate.

UTILE ! Per noi è molto importante la vostra sicurezza in questo periodo di crisi legato al Coronavirus. Cercate di proteggervi al massimo ! Ecco qui una raccolta di ottimi gel disinfettanti : Se volete approfondire l'argomento di come proteggere se stessi e la propria auto dal coronavirus potete farlo nell'articolo dedicato

Elettrica ed Elettronica

In generale l’impianto elettrico è ben progettato e non dovrebbe dare gravi problemi. Le centraline però non sono abbastanza impermeabili e se ci entra umidità ( magari anche durante i lavaggi degli interni ) molto probabilmente si avranno errori e malfunzionamenti.

Quando scegliete una Ford C-Max usata , controllate molto bene tutti i sistemi elettronici . La parte elettronica di questa macchina, può presentare alcuni problemini. Generalmente non sono troppo critici , però possono infastidire abbastanza .

La chiusura centralizzata si potrebbe bloccare , il computer di bordo potrebbe dare indicazioni sbagliate e potrebbe “impazzire” il quadro strumenti. Può smettere di funzionare il tergilunotto

Ci sono stati casi di rottura completa del quadro strumenti. Un nuovo pezzo avrà un costo abbastanza grande, meglio optare per la riparazione di quello vecchio. 

Il meccanismo degli alzacristalli non è proprio ottimo e anche la centralina di gestione non è impeccabile. 

cavi sotto al cofano potrebbero rivelarsi fragili . Non vivono molto nemmeno i cavi che vanno ai gruppi ottici. Se si circola molto con i fendinebbia accesi , quasi sicuramente i cavi si rovinano dopo un certo periodo. 

Non vive moltissimo il generatore. Questo potrebbe necessitare interventi ogni 3 – 5 anni. 

Altro

La carrozzeria della Ford Focus C-Max ha una buona resistenza alla corrosione. Si accettano piccole tracce di ruggine , specialmente se la macchina è utilizzata in posti con un clima particolarmente severo. Se invece le tracce di ruggine sono molto grandi , probabilmente ha subito qualche incidente e poi è stata riparata male.

La vernice è di media qualità. Dopo il restyling la qualità della vernice è addirittura peggiorata. Si riesce a mantenere la bellezza negli anni sono con molta attenzione e cura. 

Succede che si blocca il sistema di apertura del cofano. L’apertura si deve effettuare inserendo la chiave nella serratura sotto alla sigla “Ford” sulla griglia anteriore. Questa serratura si rompe e non fa aprire il cofano. Per allungare la vita della serratura è bene lubrificarla periodicamente per evitare che arrugginisca.

Si presenta su alcuni esemplari anche il problema dei fanali che accumulano umidità. Succede a causa della perdita di impermeabilità. In generale i gruppi ottici tendono a graffiarsi facilmente e possono comparire anche crepe.

Le Ford C-Max dotate di motori diesel non riescono a garantire un riscaldamento fortissimo dell’abitacolo. Nelle zone più fredde, questo potrebbe essere un problema. 

 

 

Approfondimento Motori e loro Problemi

Lista motorizzazioni diesel :

MotorePotenzaVelocità massimaAccelerazioneConsumo
1.6 l TDCI90 cv177 km/h12.6 s22.0 km/l
1.6 l TDCI110 cv188 km/h11.1 s22.0 km/l
1.8 l TDCI115 cv190 km/h11.0 s20.0 km/l
2.0 l TDCI110 cv195 km/h11.0 s18.5 km/l
2.0 l TDCI136 cv200 km/h9.5 s18.0 km/l

Lista motorizzazioni benzina :

MotorePotenzamassimaAccelerazioneConsumo
1.6 l Duratec100 cv180 km/h14.0 s14.5 km/l
1.6 l Ti-VCT115 cv190 km/h13.1 s15.1 km/l
1.8 l Duratec125 cv200 km/h10.6 s14.0 km/l
2.0 l Duratec145 cv210 km/h9.5 s13.8 km/l

problemi dei motori benzina, gpl e diesel montati su Ford C-Max

Motori diesel

In Europa ed in Italia sono molto popolari le Ford Focus C-Max con motori diesel. I diesel si presentano molto bene e meritano la loro fama di buoni motori.

I motori diesel 1.6 l TDCI e 2.0 l TDCI sono stati progettati in collaborazione con il produttore francese PSA. Pur essendo molto simili, i motori non sono totalmente identici ai motori 1.6 l HDi e 2.0 l HDi che si possono incontrare su Peugeot e Citroen

In generale sono dei motori molto buoni, ma sembra che su Ford questi motori si comportino peggio rispetto alle auto francesi. Molto probabilmente è colpa della diversa manutenzione. La prima cosa da fare è cambiare il tipo di olio utilizzato. Meglio cominciare ad utilizzare olio SAE40 e cambiarlo massimo ogni 10.000 km.

Con olio di cattiva qualità e grandi intervalli di sostituzione sono molto probabili problemi con fodere e turbine. Con un utilizzo corretto invece questi motori non dovrebbero dare grandi problemi fino ad almeno 200.000 km. 

Su tutti i diesel potrebbero esserci problemi con il sensore delle candele di riscaldamento. A causa di questo le candele potrebbero rimanere attive per troppo tempo e bruciarsi.

Ci possono essere problemi anche con il canale di aria tra intercooler turbina e con il sensore di posizione dell’albero a camme.

UTILE ! Per noi è molto importante la vostra sicurezza in questo periodo di crisi legato al Coronavirus. Cercate di proteggervi al massimo ! Ecco qui una raccolta di ottime mascherine (sia semplici chirugiche che più protettive) : Se volete approfondire l'argomento di come proteggere se stessi e la propria auto dal coronavirus potete farlo nell'articolo dedicato

Motore diesel 1.6 TDCI

E’ un motore potente e piacevole che offre molte soddisfazioni sulla piccola Ford C-Max , ma potrebbe anche avere grandi costi di mantenimento.

Uno dei problemi più gravi di questi motori è il sistema di lubrificazione. Il fondo ha una forma particolare e quando si cambia olio , sul fondo rimane un po di olio vecchio. Questo vecchio olio può intasare il sistema e di conseguenza si abbassa la pressione. A causa della bassa pressione dell’olio soffrono molto la turbina e la testata.

Il filtro antiparticolato si intasa spesso sulle macchina utilizzate prevalentemente in città e la sua sostituzione è molto costosa. Si può anche rigenerare in determinati centri, ma il risultato non sempre si rivela molto buono. Possono esserci problemi anche con la valvola EGR. Questi sono problemi tipici per ogni diesel moderno.

Il volano bimassa si usura prima o poi e la sua sostituzione è costosa.

Anche una turbina con geometria variabile è più a rischio di una semplice turbina. Inoltre, i costi di riparazione sono più alti. Su alcuni dei motori 1.6 TDCI si verifica una rottura prematura della turbina. La causa sta nell’impianto di lubrificazione poco efficiente.

Se volete non avere problemi con il 1.6 TDCI , prendetelo nella versione da 90 cv. Questa versione non ha il filtro antiparticolato e nemmeno la turbina con geometria variabile.

UTILE ! € ⇒ Se vuoi imparare a guadagnare di più per poter mantenere in buono stato la propria auto o magari per comprare la macchina dei tuoi sogni, ti consigliamo di imparare a farlo su vitaideale.com. Con i loro consigli la tua vita migliorerà !

Motore diesel 1.8 TDCI

Il migliore tra i diesel sembra essere il 1.8 TDCI . Non vi darà problemi se è stato sempre cambiato l’olio secondo il regolamento ( almeno ogni 15.000 km, ma meglio ogni 10.000 km ).

Il motore è affidabile, ha una buona potenza, ha dei buoni consumi e non richiede troppa attenzione nell’uso quotidiano. Arrivando a grandi chilometraggi, potrebbe avere problemi alla turbina e all’impianto di iniezione. Tutto questo vale per qualsiasi diesel moderno.

Bisogna stare attenti alla qualità del carburante utilizzato. Se si utilizza carburante di cattiva qualità , rischiate di rovinare gli iniettori pompa alta pressione. Se la qualità del carburante è buona , gli iniettori vivono per più di 200.000 km e la pompa ad alta pressione più di 300.000 km. Il costo di una nuova pompa ad alta pressione può superare i 1000 euro. Anche gli iniettori non costano poco. 

La distribuzione è combinata con una catena immortale e una corta cinghia. Le versioni più vecchie del motore possono anche avere una distribuzione che usa due catene.

Su questo motore è abbastanza fragile il volano bi-massa. Dura relativamente poco e non costa poco cambiarlo. Il prezzo dei ricambi può superare i 400 euro ( insieme alla frizione più di 600 euro) ai quali bisogna aggiungere il prezzo dei lavori per la sostituzione. C’è la soluzione di non prenderlo originale, ma comprarlo da un produttore alternativo. Cosi costerà meno e in alcuni casi potrebbe addirittura durare di più.

 

 

Motore diesel 2.0 TDCI

Non è male anche il 2.0 TDCI ( progettato insieme alla PSA) . Questo è un motore che si presenta abbastanza bene . Ha una buona potenza e nella maggior parte dei casi non presenta problemi imprevisti . Però in generale sembra essere più problematico del 1.8 TDCI.

Il punto debole principale è prevedibile : i pezzi di ricambio per il sistema di iniezione sono molto costosi. Questi investimenti però sono da fare solo a grandi chilometraggi ( più di 250.000 km ).

Capitano problemi con l’ammortizzatore dell’albero a gomiti.

Il motore non ama i giri bassi. Meglio farlo girare a giri più alti e in questo modo il sistema di lubrificazione sarà più efficace .

Un’altro dei suoi punti deboli è la valvola EGR particolarmente capricciosa . Questa si intasa velocemente e il motore comincia a funzionare male. Può andare in modalità avaria e fare tanto fumo nero dallo scarico.

Dopo 200.000 km potrebbe essere necessario intervenire sulla turbina e quasi sicuramente sarà da sostituire il volano bimassa.

Su alcuni motori ci possono essere piccole perdite di olio. Queste possono essere un problema per la cinghia distribuzione, quindi meglio risolvere il difetto il prima possibile. 

Si possono utilizzare vari preparati ed additivi per pulire EGR , FAP e impianto di iniezione. Sarebbe bene utilizzarli ogni tanto anche prima che si abbiano problemi , appunto per evitare di averli. Alcune volte aiutano anche quando già ci sono i problemi . Eccone alcuni buoni appunto per filtro antiparticolato , valvola EGR ed impianto di iniezione (pulizia e lubrificazione):
Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all'indirizzo autoesperienza@gmail.com

Motori benzina

motori a benzina sono tutti abbastanza affidabili e senza grossi problemi. Possono risultare leggermente capricciosi alcuni a causa della loro maggiore complessità. Tra i problemini maggiormente diffusi sono : minimo irregolare e potenza irregolare in accelerazione. Questi problemi sono generalmente causati dall’elettronica di gestione che poteva dare i primi problemi già a 40.000 km.

Oltre che alla qualità della benzina , i motori sono sensibili anche al funzionamento delle candele. Queste devono essere in buono stato, quindi bisogna sostituirle periodicamente .

UTILE ! € ⇒ Se vuoi imparare a guadagnare di più per poter mantenere in buono stato la propria auto o magari per comprare la macchina dei tuoi sogni, ti consigliamo di imparare a farlo su vitaideale.com. Con i loro consigli la tua vita migliorerà !

Motore benzina 1.6 l Duratec

Questi motori sono molto longevi e affidabili. I punti deboli sono : termostato scarso , filtro aria scomodo e valvola a farfalla che si sporca facilmente . 

Tra i motori benzina è abbastanza diffuso il 1.6 da 100 cv. E’ un motore molto piacevole e vivace che però si rivela un po rumoroso. Questo difetto si nota sopratutto in tangenziale dove i giri sono alti a causa del cambio manuale corto con 5 marce.

Se fate pochi chilometri prevalentemente in città, una Ford Focus C-Max con questo motore è perfetta. Il consumo è ragionevole e tutto quello che vi richiederà, sarà la manutenzione ordinaria.

I motori 1.6 l in realtà hanno questi consumi : circa 12 l in città e 7 litri in extraurbano. Sono dotati di cinghia di distribuzione con intervallo di sostituzione dichiarato di 150.000 km, ma in realtà è meglio diminuire l’intervallo a circa 100.000 km. Qualcuno addirittura la sostituisce ogni 60 – 90.000 km . Una nuova distribuzione costa più di 150 euro.

Questi motori, se trattati correttamente possono arrivare senza grossi problemi anche a 300.000 km. Alcuni fortunati esemplari hanno sorpassato anche i 500.000 km. Il segreto è la sostituzione dell’olio massimo ogni 10.000 km e l’utilizzo di benzina di alta qualità. 

Verso i 200.000 km potrebbe cedere il catalizzatore. 

UTILE ! Per noi è molto importante la vostra sicurezza in questo periodo di crisi legato al Coronavirus. Cercate di proteggervi al massimo ! Ecco qui una raccolta di ottimi fazzoletti disinfettanti : Se volete approfondire l'argomento di come proteggere se stessi e la propria auto dal coronavirus potete farlo nell'articolo dedicato

Motore benzina 1.6 l Ti-VCT

La versione più potente del 1.6 l (115 cv) è dotata di fasatura di distribuzione variabile Ti-VCT . Questa variante del motore non è proprio ottima. Anche se su carta consuma meno , in realtà consuma di più . La struttura del motore è molto più complicata, quindi porta maggiori costi di manutenzione.

Con il tempo possono cominciare a rumoreggiare i variatori di fase. Si sentiranno dei battiti che sono causati da pressione troppo bassa oppure troppo alta. 

Le valvole su questi motori tendono a sporcarsi. A causa della pressione più bassa, c’è una maggiore probabilità di avere problemi con le camicie dell’albero motore. 

Questi motori, per vivere molto hanno bisogno di frequenti controlli in centri specializzati, frequenti tagliandi e l’utilizzo di olio SAE40. 

Motori benzina 1.8 l Duratec e 2.0 l Duratec

Molto interessanti sono i motori 1.8 l e 2.0 l progettati dagli ingegneri Mazda. Sono gli unici ad avere un’affidabile catena di distribuzione. Su queste versioni è molto importante cambiare regolarmente l’olio per evitare problemi con l’albero a camme. Sarebbe perfetto sostituire l’olio massimo ogni 10.000 km.

La Catena di distribuzione ha una durata dichiarata di 300 – 350.000 km . La verità è che non da problemi quasi mai prima dei 200 – 250.000 km. Una volta superato questo chilometraggio, potrebbe essere da sostituire. 

Non è molto ben progettato il sistema di ventilazione del basamento. Stessa cosa vale per il collettore di aspirazione. Quest’ultimo deve essere controllato periodicamente. Se è in cattivo stato, alcuni suoi pezzi potrebbero staccarsi e finire nel motore. 

Il motore 1.8 l si rivela meno piacevole del 2.0 l, ma sembra essere solo una questione di software di gestione. Sul 1.8 l il software è meno riuscito e quindi ci può essere il minimo instabile e la coppia irregolare. 

Con questi motori la Ford C-Max può essere relativamente veloce, specialmente con il motore da 2 litri. Questo riesce ad offrire veramente piacevoli emozioni. La parte negativa è che anche i consumi aumentano notevolmente.

Il motore 2.0 l benzina consuma circa 12-13 l/ 100 km in città. Nell’extra urbano consuma sui 7-8 l/ 100 km. Il motore 1.8 l consuma sui 10-11 l/ 100 km in città e meno di 8 l in extraurbano.

 

 

Caratteristiche comuni di tutti i motori benzina

I motori a benzina possono avere problemi con le parti elettroniche .

Dopo i 100.000 km può capitare che il motore consumi più olio del normale e ogni tanto capita a qualcuno che si blocchi la pompa olio. Sintomi di questi problemi sono : la breve accensione della spia olio sul quadro strumenti e piccole perdite di olio da alcune parti del motore.

La questione della pompa olio è grave , alcuni motori sono morti già a 70.000 km a causa della pompa rotta e relativa insufficienza di lubrificazione. La riparazione totale di un motore può sorpassare facilmente il costo dei 1000 euro.

Per le Ford Focus C-Max benzina la casa produttrice consiglia la regolazione della posizione delle valvole ogni 150.000 km.

Dopo circa 100 – 150.000 km potrebbe cominciare a perdere la guarnizione del coperchio valvoleMotorino avviamento e generatore possono cominciare a dare problemi dopo i 150 – 200.000 km. Dopo i 200.000 km potrebbe smettere di funzionare la pompa del carburante e nello stesso periodo anche i cuscinetti del motore saranno da cambiare.

 

 

Conclusioni

Ford C-Max probabilmente non darà grandi emozioni a prima vista. Ma quando si comincia ad utilizzarla, fa innamorare di se ogni giorno sempre di più.

Oltre ad essere abbastanza piacevole, Ford C-Max è anche uno dei modelli più affidabili della classe. 

Prima di un eventuale acquisto o anche semplicemente nell'utilizzo quotidiano è utile controllare se non ci sono problemi o errori . Per vedere tutti gli errori e problemi segnalati nelle varie centraline , potete utilizzare un semplice dispositivo di diagnostica. Eccone uno buono :

Potete valutare anche i concorrenti : Volkswagen Golf Plus, Mazda 5 , Seat Altea , Opel Zafira , Renault Scenic , Citroen C4 Picasso , Mercedes-Benz Classe B e altre auto di stessa categoria.

La cosa più importante è trovare un esemplare in buono stato generale e per fare questo consiglio di leggere la nostra dettagliata guida : vedi come scegliere una buona auto usata

Potrebbe interessarti anche :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *