Mercedes-Benz Classe S [W140] (1991-1998) tutti i problemi e le informazioni

Mercedes-Benz Classe S W140 è un’auto leggendaria con una grande base di fan. E’ entrata sul mercato nel 1991 sostituendo la Mercedes-Benz Classe S W126. E’ rimasta in vendita fino al 1998 quando a sua volta fu sostituita dalla generazione successiva – Mercedes-Benz Classe S W220 . Nel 1993 la Mercedes-Benz Classe S W140 ha subito degli aggiornamenti. In quest’anno è cambiata la politica delle sigle. Adesso la lettera S veniva posta prima del numero che indica il motore e adesso c’è più corrispondenza. Per esempio il modello 300SE diventa S 320 (perché ha il motore da 3.2 l) e la 300SD diventa S 350 turbodiesel ( con motore 3.5). Nel 1994 arriva invece il restyling vero e proprio orientato a mantenere la Mercedes-Benz Classe S W140 allo stesso livello delle nuove concorrenti Audi A8 e BMW Serie 7.

mercedes benz classe s w140 berlina coupe cl pullman telefono lunga long seconda serie generazione modello vecchio nuovo new quanto costa quanto consuma come va consumi reali germania fine produzione haldex avantgarde elegance classic brabus limited edition grand final 10 amg kompressor premium epc asr esp mirrorlink webasto lifting service reset cilindrata motorizzazioni turbo v6 v8 v12 300se s320 400se 500se 600se 300sd s300 turbodiesel s600 600sel s70 7.0 7.3 amg 2.8 3.0 3.2 3.5 4.2 5.0 6.0 m104e28 m104e32 m119e42 m119e50 m120e60 om603d35a om606d30la del 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 restyling facelift design menu nascosto anno model year problemi valutazione valore usato usata vendita versione seconda mano comprare pregi difetti guasti affidabilità acquisto incidentata carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina turbo biturbo twinturbo triturbo bi-fuel gas gpl metano gasolio consumi di olio bluetooth start stop ricarica booster doppia batteria remota scarica pila trazione anteriore posteriore integrale elettrica ecu obd2 diagnostica percorrenza autonomia allestimento testata guarnizione cilindri pistoni pompa olio acqua infiltrazione modalità avaria iniettori fumo bianco blu azzuro grigio nero interni plancia volante radio multimedia infotainment jack aux cd changer yatour novitec usb cruise control sedili riscaldati spazio pulsanti minigonne tetto apribile panoramico bagagliaio baule prezzi riparazioni rumori scatola trasmissione ripartitore di coppia cremagliera sterzo sospensioni pneumatiche idrauliche adattive configuratore codding blocco differenziale riduttore cardano semiasse scarico fusibile elettronica cambio manuale automatico robotizzato variatore lavaggio solenoidi blocco idraulico convertitore di coppia meccatronica distribuzione servizi catena cinghia tenditore elaborazioni spie quadro doppia frizione multidisco rumore volano monomassa bimassa valvola egr filtro dpf fap intasato olio abitacolo carburante dischi pastiglie freni caratteristiche sensori alzacristalli turbina turbocompressore errore chiave smart intelligente climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore generatore allestimenti chilometri schermo display navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio 20 multimediale android hi tech recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso velocita massima accelerazione potenza cv cavalli kw impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza crash test esp abs controllo trazione stabilità airbag club italia opinioni bloccasterzo immobilizer tagliandi sonda lambda rele cofano ammortizzatori leve manutenzione review test opinione prova scheda tecnica gancio traino forum occasione immagini foto dimensioni misure larghezza lunghezza altezza da terra passo lungo corto parafango inquinamento normative euro

Indice

Impressioni

Nell’introduzione abbiamo detto che la Mercedes-Benz Classe S W140 è una macchina leggendaria e adesso spiegherò perché. Come prima cosa c’è da dire che questa generazione , al momento dell’uscita superava di molti anni tutta la concorrenza. Era un’auto altamente tecnologica , con interessanti innovazioni sul piano tecnico – Aveva un livello di confort e qualità che anche oggi impressiona. Oltretutto , Mercedes-Benz Classe S W140 è l’ultima generazione del modello che è stata prodotta davvero con molta responsabilità e attenzione. Al momento dell’uscita era quasi priva dei cosi detti “problemi d’infanzia ” che invece le generazioni successive hanno in grandi quantità. Tutto questo è dato dal fatto che prima il marchio Mercedes testava per molto tempo i modelli che avrebbero dovuto uscire sul mercato e in questo modo determinava i vari problemi e li risolveva già in fase di progettazione. A partire dalle generazioni successiva , i tedeschi hanno deciso di risparmiare sui test e utilizzare i propri clienti come “cavie” che avrebbero determinato e poi segnalato i vari problemi. A sua volta il produttore li risolve ( non sempre ) con richiami e lavori in garanzia. Saremmo tutti d’accordo che era meglio prima.

La macchina esteticamente è abbastanza bella , specialmente nelle versioni più accessoriate. Però si può sempre migliorare e personalizzare. Un buon metodo è cambiare i cerchioni e per questo abbiamo un articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sui cerchioni

Ci sono due versioni della Mercedes-Benz Classe S W140 : la versione corta con un passo di circa 304 cm e la versione lunga con un passo da 314 cm.

Per maggiore confort si potevano montare le sospensioni posteriori pneumo-idrauliche che mantenevano invariata l’altezza da terra . Comunque sia , la Mercedes-Benz Classe S W140 ha un confort di marcia eccezionale e anche un buon controllo e buona stabilità su strada nonostante il peso e le dimensioni. Alle grandi velocità le sospensioni diventano più dure e stabili e lo sterzo diventa più rigido per garantire maggiore controllo.   I viaggi lunghi sono un piacere e non ci si stanca anche dopo molto tempo in marcia.

UTILE ! Per avere più piacere e meno stanchezza durante la guida è importante avere un aria pulita e piacevole dentro l’abitacolo. Per ottenere questo è importante avere il filtro abitacolo pulito , uno ionizzatore e un buon profumo. Eccone alcuni che consigliamo :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Se vi interessa approfondire l’argomento degli ionizzatori potete leggere il nostro articolo a riguardo

Se volete ricevere ancora più piacere dalla propria auto , potete vedere come rendere la macchina più comoda , piacevole , moderna e pratica

mercedes benz classe s w140 berlina coupe cl pullman telefono lunga long seconda serie generazione modello vecchio nuovo new quanto costa quanto consuma come va consumi reali germania fine produzione haldex avantgarde elegance classic brabus limited edition grand final 10 amg kompressor premium epc asr esp mirrorlink webasto lifting service reset cilindrata motorizzazioni turbo v6 v8 v12 300se s320 400se 500se 600se 300sd s300 turbodiesel s600 600sel s70 7.0 7.3 amg 2.8 3.0 3.2 3.5 4.2 5.0 6.0 m104e28 m104e32 m119e42 m119e50 m120e60 om603d35a om606d30la del 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 restyling facelift design menu nascosto anno model year problemi valutazione valore usato usata vendita versione seconda mano comprare pregi difetti guasti affidabilità acquisto incidentata carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina turbo biturbo twinturbo triturbo bi-fuel gas gpl metano gasolio consumi di olio bluetooth start stop ricarica booster doppia batteria remota scarica pila trazione anteriore posteriore integrale elettrica ecu obd2 diagnostica percorrenza autonomia allestimento testata guarnizione cilindri pistoni pompa olio acqua infiltrazione modalità avaria iniettori fumo bianco blu azzuro grigio nero interni plancia volante radio multimedia infotainment jack aux cd changer yatour novitec usb cruise control sedili riscaldati spazio pulsanti minigonne tetto apribile panoramico bagagliaio baule prezzi riparazioni rumori scatola trasmissione ripartitore di coppia cremagliera sterzo sospensioni pneumatiche idrauliche adattive configuratore codding blocco differenziale riduttore cardano semiasse scarico fusibile elettronica cambio manuale automatico robotizzato variatore lavaggio solenoidi blocco idraulico convertitore di coppia meccatronica distribuzione servizi catena cinghia tenditore elaborazioni spie quadro doppia frizione multidisco rumore volano monomassa bimassa valvola egr filtro dpf fap intasato olio abitacolo carburante dischi pastiglie freni caratteristiche sensori alzacristalli turbina turbocompressore errore chiave smart intelligente climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore generatore allestimenti chilometri schermo display navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio 20 multimediale android hi tech recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso velocita massima accelerazione potenza cv cavalli kw impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza crash test esp abs controllo trazione stabilità airbag club italia opinioni bloccasterzo immobilizer tagliandi sonda lambda rele cofano ammortizzatori leve manutenzione review test opinione prova scheda tecnica gancio traino forum occasione immagini foto dimensioni misure larghezza lunghezza altezza da terra passo lungo corto parafango inquinamento normative euro

Per quanto riguarda gli interi , possiamo dire che non si è fatta troppa attenzione al design . Invece per quanto riguarda la qualità dei materiali e il confort , l’attenzione dedicata è stata tantissima. I primi esemplari si avvicinano all’età di 30 anni e l’abitacolo può essere ancora in buono stato. Oltre ad essere molto piacevoli , i materiali sono anche molto resistenti nel tempo. Ovviamente i segni di usura ci saranno , ma a parità di chilometraggio sono molto meno critici rispetto alle auto moderne.

La Mercedes-Benz Classe S W140 poteva essere  anche molto ben dotata. I vari optional aumentano ulteriormente le sensazioni positive che la macchina da. Tra le varie opzioni si avevano i vetri doppi già di base e si potevano avere a prezzo aggiuntivo: la servochiusura delle portiere , sistema di stabilizzazione sulle versioni potenti e un’ottimo impianto audio con suono di alta qualità . Ovviamente l’impianto multimediale è vecchio e non ha molte delle tecnologie moderne.

Non su tutte le auto c’è il bluetooth. Quest’ultimo è quasi indispensabile al giorno d’oggi. Potete aggiungerlo facilmente a qualsiasi auto con semplici accessori. Eccone alcuni buoni :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Se volete approfondire l’argomento su accessori multimediali utili leggi il nostro articolo dedicato

L’insonorizzazione è molto buona .

Il livello di sicurezza è molto buono in caso di incidente . Per diminuire il rischio è bene avere dei buoni pneumatici. I pneumatici sono quasi la cosa più importante per la sicurezza in viaggio. Consiglio di leggere l’articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sulle gomme e pneumatici

Affidabilità

Cambio e trasmissione

I cambi manuali della serie 717.4 si sono rivelati molto affidabili. C’è da dire però che la precisione del selettore di marcia e della frizione era relativamente scarsa già dall’inizio. Il volano bimassa quasi sempre è rovinato a chilometraggi cosi alti. Le Mercedes-Benz Classe S W140 con cambio manuale sono molto rare ed è difficile trovarne una.

Per allungare la vita del cambio manuale , volano e frizione vedi come trattare correttamente il cambio manuale

Prima del restyling si montavano i cambi automatici a 4 marce delle serie 722.3 e 722.4 . La gestione di questi cambi è idraulica e sono molto affidabili. Sono però anche privi di tecnologie moderne (ormai indispensabili ) come il bloccaggio del convertitore di coppia e l’adattamento . In generale si comportano bene , ma si sente la loro “pigrizia” e il modo di funzionare non totalmente efficiente.

La Mercedes-Benz Classe S W140 ha ottenuto anche i primi cambi automatici a 5 marce ( della serie 722.5 ) con ancora una gestione pneumo-idraulica , ma già con alcune introduzioni di elettronica . Questo cambio era disponibile come optional . Il tallone d’Achille di questi cambi è proprio la quinta marcia la cui costruzione è risultata non proprio resistente.

Dal 1996 la Mercedes-Benz Classe S W140 ha ottenuto anche i nuovissimi cambi con gestione elettronica della serie 722.6 . L’innovativo cambio ha abbassato drasticamente i consumi ( circa di un terzo ) . Sfortunatamente però soffriva di problemi “d’infanzia” che poi sono stati risolti con varie modernizzazioni. Questi problemi sono stati incontrati anche sulla Mercedes-Benz Classe E W210.

Il problema più famoso è quello con la boccola in teflon che si può rompere. Questa boccola era montata tra gli alberi K1 e K2 . Poi il cambio è stato modernizzato e il problema si è risolto montando un cuscinetto a rulli.

Sui cambi non modernizzati , se non si interviene per risolvere il problema si rischia la rottura del meccanismo planetario. Nei casi peggiori la situazione è talmente grave che bisogna sostituire tutto il cambio. Inoltre prima della modernizzazione si aveva la molle del regolatore di pressione del blocco idraulico fragile .

A causa del già citato parziale bloccaggio del convertitore di coppia , su alcuni esemplari si può trovare il convertitore usurato già a 150.000 km. I primi sintomi di usura saranno i colpi e addirittura l’impossibilità di inserire il cambio in “D” fino a quando la macchina si scalderà. All’inizio i problemi si sentono solo a freddo , ma con il peggiorare della situazione si sentiranno anche a caldo.

Dopo i 150 – 200.000 km potrebbe essere necessario , oltre a revisionare il convertitore di coppia ( a causa dell’usura appena citata ) , cambiare i solenoidi e si potrebbero trovare accumuli di sporcizia sul blocco idraulico se l’olio non è stato sostituito al momento giusto. Molti non sostituiscono affatto l’olio del cambio e a causa di questo la sua durata è inferiore a rispetto ai cambi su cui viene sostituito regolarmente .

I cambi della serie 722.6 si riparano e si diagnosticano molto più facilmente rispetto ai vecchi cambi 722.3 – 722.4 . Inoltre i meccanici qualificati sui vecchi cambi automatici sono pochi ormai .

In generale tutti i cambi trattati bene vivono senza particolari problemi almeno 250.000 km. Per allungare la durata del cambio è consigliabile cambiare olio ogni 30.000 km.

Per allungare la vita del cambio automatico vedi come trattare correttamente il cambio automatico

L’albero cardanico e il riduttore non danno problemi ( ad esclusione di quelli montati sugli esemplari con potenti motori V12 che con la grande coppia riescono a rompere riduttori e giunti omocinetici) .


UTILE !  Al giorno d’oggi si utilizza sempre di più il cellulare in macchina. Si utilizza come navigatore o per ascoltare la musica. Ha bisogno di supporto e anche di essere ricaricato. Ecco i migliori accessori per un comodo utilizzo :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Se volete approfondire l’argomento dei migliori accessori per dispositivi portatili in auto , consigliamo la nostra guida dedicata 


Sospensioni e freni

Le sospensioni sono molto resistenti e affidabili , ma anche qui i chilometri e l’età si sentono . Niente è eterno e anche alcuni elementi delle sospensioni della Mercedes-Benz Classe S W140 dovranno essere sostituiti. Su delle sospensioni nuove , non ci saranno problemi per almeno 50 – 100.000 km. Tra i primi a cedere sono i stabilizzatori e il supporto posteriore del braccio a L . Il braccio superiore delle sospensioni anteriori vive per circa 120 – 150.000 km.

Sulle sospensioni posteriori tra i primi a ceder sono i giunti sferici . Con controlli periodici , un kit di bracci dietro vive non meno di 100.000 km .

I cuscinetti mozzo vivono per almeno 120 – 180.000 km anche su strade in cattivo stato. L’unica condizione per garantire lunga vita è il mantenimento dei cerchioni originali ( 16 – 17 pollici , o al massimo 18) . Molti invece montano dei cerchioni esagerati su cui lo spessore della gomma è davvero piccolo.

Le sospensioni idro-pneumatiche posteriori si erano presentate abbastanza affidabili , ma ormai sono quasi sempre rotte sugli esemplari usati.

Anche lo sterzo è abbastanza affidabile , ma dopo cosi tanti anni si sentono le conseguenze dell’usura di vari tubi ed elementi in plastica. La cremagliera perde sugli esemplari con più chilometri. Se riparare completamente tutto il sistema , non si avranno problemi per molti chilometri. Per allungare la vita dello sterzo è importante non girare il volante a macchina ferma ed evitare di girarlo fino in fondo con sforzo. Anche il sistema servotronic non è sempre perfetto a questi chilometraggi . Per ripararlo completamente servono molti soldi sia per i lavori sulla parte meccanica che per quelli sulla parte elettronica. Molti però non se ne accorgono nemmeno dei problemi con lo servosterzo intelligente.

I freni sono buoni e molto efficaci finché sono in buono stato. Ma visto che le Mercedes-Benz Classe S W140 sono ormai molto vecchie e quasi su nessuna sono stati fatti interventi sull’impianto frenante , i problemi sono possibili. E’ importante controllare i vari canali del liquido freni ( questi possono essere molto usurati , specialmente nella zona del serbatoio ) e possono esserci entrate di aria nel circuito per vari motivi. Le pinze hanno bisogno di controlli periodici ( specialmente sulle versioni S600 ).

La durata dei dischi e delle pastiglie non è grandissima a causa del grande peso della macchina e del modo di funzionare dei vecchi cambi automatici ( che non aiutano molto con il freno motore ) .

 

Elettrica ed elettronica

L’elettronica della Mercedes-Benz Classe S W140 è molto affidabile e molto più stabile rispetto alle Classe S successive . Il problema è che l’eta prende il suo e i problemi possono esserci. Sia i sistemi destinati alla sicurezza che quelli destinati al confort possono malfunzionare o smettere di funzionare completamente. Ci possono essere problemi con : abs , pse , svc , pts , climatizzatore , generatore , illuminazione e tergicristalli. Oltretutto ci possono essere problemi con l’elettronica dei motori , ma di questi parleremo nella sezione dedicata più avanti. Tutti i sistemi sono collegati tra di loro tramite CAN ( come sulle auto più moderne ) .

L’ABS può avere problemi sia con la centralina che con i vari sensori ( specialmente se c’è anche l’ESP ). Le centraline del sistema frenante possono dare problemi con tutto l’impianto elettronico visto che ne influenzano il funzionamento . A causa di queste la macchina può rifiutare di accendersi , possono smettere di funzionare multimedia e climatizzatore. Una nuova centralina ABS originale può costare 2000 euro.

I sistemi pneumatici SVC e PSE sono quelli responsabili per la servochiusura delle portiere e per la chiusura centralizzata. Questi possono perdere l’impermeabilità e di conseguenza si rovinano le pompe. Inoltre i complessi impianti che combinano l’elettronica e la pneumatica hanno bisogno di persone molto qualificate per la riparazione , ma generalmente è difficile trovare delle persone del genere.

Il sistema PTS è responsabile dei sensori di parcheggio. Prima del restyling si utilizzavano delle antennine , invece dopo sono stati montati dei classici sensori ad ultrasuoni. Questi sensori non sono molto resistenti e longevi . Anche i cavi sotto al cofano possono cedere.

La centralina BAS ( assistente alla frenata ) è posizionata male e tende ad ossidarsi.

Il sistema di stabilizzazione ASR montata prima del restyling è davvero un disastro. Questa può avere sia problemi meccanici che elettronici.

Sulle Mercedes-Benz Classe S W140 ci possono essere le tende a movimento elettrico. Il meccanismo che garantisce questo movimento però , è quasi sempre rotto al giorno d’oggi. Raramente si possono trovare esemplari che lo hanno ancora funzionante.

Capitano ovviamente rotture di vari pulsanti , vari motorini elettrici , lampadine di illuminazione e altri piccoli difetti .

La batteria in generale non dura molti anni a causa del grande sforzo che deve subire. Inoltre ci possono essere vari problemi che provocano fughe di corrente e fanno scaricare la batteria in poco tempo ( anche una sera ).

In generale , se riuscite a trovare un esemplare tenuto bene , con non troppi chilometri e che non ha avuto interventi sull’elettronica da parte di persone non qualificate , non dovrebbe dare problemi.


UTILE !  Per accendere la macchina con batteria scarica si può utilizzare un avviatore d’emergenza. Può essere utile anche nell’utilizzo quotidiano ( magari quando si dimenticano le luci accese e si scarica la batteria o nei periodi freddi in cui la batteria perde efficienza) per accendere velocemente la macchina. Oltretutto si possono utilizzare come grandi powerbank che possono ricaricare tutti i vostri dispositivi mobili in viaggio e fanno anche da torcia. Ecco quelli che consigliamo :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Altro

La qualità della vernice è molto buona. Anche dopo molti anni , alcuni esemplari hanno mantenuto la vernice originale e si presentano ancora abbastanza bene esteticamente.  Anche la resistenza alla corrosione è molto buona , ma dopo cosi tanti anni si possono trovare segni di ruggine. Bisogna fare particolare attenzione alla ruggine che si trova sotto la macchina. E’ importante controllare anche sotto al cofano , intorno ai vetri e in generale nei vari punti di saldatura. Meno gravi sono i segni di ruggine su portiere e bagagliaio. Generalmente sono più a rischio gli esemplari che vengono utilizzati in posti con un clima particolarmente severo.

Gli elementi in plastica ( specialmente quelli degni esterni ) perdono la loro resistenza dopo cosi molti anni. La grande età , i raggi ultravioletti e il alcuni casi le grandi temperature rendono fragili la griglia del radiatore , alcuni dettagli dell’aspirazione motore , alcuni elementi degli esterni tra cui anche i gruppi ottici. Alcuni degli elementi che sono a rischio di rottura potrebbero risultare difficilmente trovabili in vendita oppure si trovano a prezzi troppo grandi.

La situazione è simile negli interni. Anche se , come abbiamo già detto , i materiali vari sono resistenti nel tempo , la grande età li rende più fragili. Bisognerà trattare con più attenzione i vari pulsanti , i vari selettori ( delle frecce e dei tergicristalli ) . Possono cedere anche i vari contatti . Lo smontaggio e rimontaggio degli elementi durante le riparazioni danneggia ulteriormente .

Possono cominciare a perdere i radiatori del climatizzatore . Queste succede maggiormente sugli esemplari che cambiano raramente il liquido refrigerante. Può smettere di funzionare l’evaporatore del condizionatore ( generalmente a causa di intasamento o perdita di impermeabilità per colpa della corrosione ) . Periodicamente può dare problemi il regolatore di giri del climatizzatore. Anche i vari tubi del climatizzatore possono cedere .

I vari problemi con il climatizzatore sono particolarmente fastidiosi perché spesso bisogna smontare la plancia. I prezzi dei ricambi non sono costosi e i problemi non sono frequenti , ma comunque non è un bene smontare la plancia ( specialmente se il lavoro viene fatto da persone non molto competenti o attente ).

Si possono avere problemi con le cerniere delle portiere. Le portiere sono pesanti e lo sforzo è grande. Sono più a rischio gli esemplari i cui proprietari non fanno attenzione a mantenere la portiera e la lasciano aprire fino al limite . Nei casi più gravi può essere danneggiato anche il meccanismo di regolazione dei vetri . Quest’ultimo è difficile da riparare e spesso bisogna cambiare completamente la portiera.

In generale gli alzacristalli elettrici sono complessi e sotto sforzo a causa dei vetri doppi. Con il tempo si usurano gli ingranaggi in plastica e si hanno problemi di funzionamento . Si sono rivelati più problematici gli alzacristalli anteriori rispetto a quelli posteriori.

Approfondimento motori

I motori diesel sono :

  • 300 SD/S 350 Turbodiesel [3.5l] (OM603D35A) – potenza  : 150 cv ; velocità max : 185 km/h ; accelerazione : 12.9 s ; consumo : 9.7 l/100 km
  • S 300 Turbodiesel [3.0l] (OM606D30LA) – potenza  : 177 cv ; velocità max : 206 km/h ; accelerazione : 11.2 s ; consumo : 8.9 l/100 km

I motori a benzina sono :

  • 300 SE [2.8l] (M104E28) – potenza  : 193 cv ; velocità max : 215 km/h ; accelerazione : 10.8 s ; consumo : 11.6 l/100 km
  • 300 SE [3.2l] (M104E32) – potenza  : 231 cv ; velocità max : 230 km/h ; accelerazione : 8.9 s ; consumo : 12.9 l/100 km
  • S 320 [3.2l] (M104E32) – potenza  : 231 cv ; velocità max : 230 km/h ; accelerazione : 8.9 s ; consumo : 12.9 l/100 km
  • 400 SE [4.2l] (M119E42) – potenza  : 286 cv ; velocità max : 245 km/h ; accelerazione : 7.9 s ; consumo : 13.0 l/100 km
  • S 420 [4.2l] (M119E42) – potenza  : 279 cv ; velocità max : 245 km/h ; accelerazione : 8.3 s ; consumo : 11.4 l/100 km
  • 500 SE [5.0l] (M119E50) – potenza  : 326 cv ; velocità max : 250 km/h ; accelerazione : 7.0 s ; consumo : 13.8 l/100 km
  • S 500 [5.0l] (M119E50) – potenza  : 320 cv ; velocità max : 250 km/h ; accelerazione : 7.3 s ; consumo : 13.1 l/100 km
  • 600 SE [6.0l] (M120E60) – potenza  : 408 cv ; velocità max : 250 km/h ; accelerazione : 6.3 s ; consumo : 15.4 l/100 km
  • S 600 [6.0l] (M120E60) – potenza  : 394 cv ; velocità max : 250 km/h ; accelerazione : 6.6 s ; consumo : 14.3 l/100 km

mercedes benz classe s w140 berlina coupe cl pullman telefono lunga long seconda serie generazione modello vecchio nuovo new quanto costa quanto consuma come va consumi reali germania fine produzione haldex avantgarde elegance classic brabus limited edition grand final 10 amg kompressor premium epc asr esp mirrorlink webasto lifting service reset cilindrata motorizzazioni turbo v6 v8 v12 300se s320 400se 500se 600se 300sd s300 turbodiesel s600 600sel s70 7.0 7.3 amg 2.8 3.0 3.2 3.5 4.2 5.0 6.0 m104e28 m104e32 m119e42 m119e50 m120e60 om603d35a om606d30la del 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 restyling facelift design menu nascosto anno model year problemi valutazione valore usato usata vendita versione seconda mano comprare pregi difetti guasti affidabilità acquisto incidentata carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina turbo biturbo twinturbo triturbo bi-fuel gas gpl metano gasolio consumi di olio bluetooth start stop ricarica booster doppia batteria remota scarica pila trazione anteriore posteriore integrale elettrica ecu obd2 diagnostica percorrenza autonomia allestimento testata guarnizione cilindri pistoni pompa olio acqua infiltrazione modalità avaria iniettori fumo bianco blu azzuro grigio nero interni plancia volante radio multimedia infotainment jack aux cd changer yatour novitec usb cruise control sedili riscaldati spazio pulsanti minigonne tetto apribile panoramico bagagliaio baule prezzi riparazioni rumori scatola trasmissione ripartitore di coppia cremagliera sterzo sospensioni pneumatiche idrauliche adattive configuratore codding blocco differenziale riduttore cardano semiasse scarico fusibile elettronica cambio manuale automatico robotizzato variatore lavaggio solenoidi blocco idraulico convertitore di coppia meccatronica distribuzione servizi catena cinghia tenditore elaborazioni spie quadro doppia frizione multidisco rumore volano monomassa bimassa valvola egr filtro dpf fap intasato olio abitacolo carburante dischi pastiglie freni caratteristiche sensori alzacristalli turbina turbocompressore errore chiave smart intelligente climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore generatore allestimenti chilometri schermo display navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio 20 multimediale android hi tech recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso velocita massima accelerazione potenza cv cavalli kw impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza crash test esp abs controllo trazione stabilità airbag club italia opinioni bloccasterzo immobilizer tagliandi sonda lambda rele cofano ammortizzatori leve manutenzione review test opinione prova scheda tecnica gancio traino forum occasione immagini foto dimensioni misure larghezza lunghezza altezza da terra passo lungo corto parafango inquinamento normative euro

La Mercedes-Benz Classe S W140 è uscita sul mercato con motori definibili vecchi ( serie M104 ) che avevano una costruzione classica con blocco in ghisa .

Inoltre sono stati introdotti anche dei nuovi motori con blocco in alluminio ( serie M119 ) . Questi erano i primi motori Mercedes con blocco in alluminio , ma nonostante tutto si sono rivelati affidabili e senza gravi problemi . Ci sono anche i grossi motori della serie M120 che sono simili a quelli della serie M119. Le pareti dei cilindri non sono state ricoperte con alusil , ma con un sottile strato di ferro. Il coefficiente di attrito è abbastanza basso. L‘impianto lubrificante è molto efficace e la resistenza generale dei motori è molto buona. Il costo di questi motori però , è molto alto ( specialmente i V12 ). A causa di questo , in futuro il produttore abbandonerà alcune scelte e renderà i motori più semplici dal punto di vista tecnologico .

Il motore diesel da 3.5 l OM603 montato prima del restyling non è risultato molto buono. Già negli anni 90 era un motore considerato vecchio . Ha un sistema di alimentazione inadatto per i giri alti , un gruppo cilindri e una testata poco adatti anche per i 150 cv del motore. In generale questo diesel non è molto affidabile e vitale . In più, è molto intollerante ai surriscaldamenti .

Molto meglio si comporta il più recente 3.0 l OM606 . E’ un motore più adatto per una berlina premiale. Avendo 24 valvole offre una coppia buona ad alti giri e una potenza generale più grande pur avendo una cilindrata minore. Con i suoi 177 cv offre delle prestazioni simili al 3.2 l benzina ( forse anche leggermente migliori ) . Sfortunatamente però ha delle vibrazioni più grandi rispetto ai benzina. Anche questo diesel non è molto resistente e affidabile (se comparato ai motori a benzina).

Si possono utilizzare vari preparati ed additivi per pulire EGR , FAP e impianto di iniezione. Sarebbe bene utilizzarli ogni tanto anche prima che si abbiano problemi , appunto per evitare di averli. Alcune volte aiutano anche quando già ci sono i problemi . Eccone alcuni buoni appunto per filtro antiparticolato , valvola EGR ed impianto di iniezione (pulizia e lubrificazione):

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Tra i motori a benzina i più diffusi sono quelli V6 della serie M104 oppure quelli V8 della serie M119 da 5.0 l o 4.2 l .

I V6 della serie M104 montati prima del restyling hanno un sistema di iniezione LH-jetronic e il sistema di accensione EZL. Dopo il restyling sono stati dotati del sistema LH-Motronic che combinava sia l’iniezione che l’accensione. Inoltre il nuovo sistema è dotato di sensori elettronici del flusso d’aria MAF , moduli di accensione per ogni cilindro in parte e sistema di controllo delle fasi di distribuzione sull’albero d’ingresso. I motori V6 M104 dopo il restyling hanno avuto anche un aggiornamento del gruppo pistoni aumentando la compressione e alleggerendo pistoni e bielle.

I motori della serie M104 hanno paura dei surriscaldamenti . Meglio tenere sempre la temperatura di funzionamento sotto i 100 gradi. Se la temperatura è vicina o supera i 100 gradi , bisogna intervenire in modo urgente . Bisogna pulire i radiatori , avere sempre in buono stato il termostato e la pompa acqua. Se si surriscaldano il 5° e 6° cilindro , le conseguenze possono essere gravi. Oltretutto questi motori non sopportano l’olio sporco che rovina la pompa olio ed in generale l’impianto lubrificante. Sarebbe perfetto cambiarlo ogni 10 – 15.000 km. La distribuzione dura per almeno 250.000 km.

Se si intasa il sistema di ventilazione del basamento si rischiano le perdite di olio dalla guarnizioni . In generale gli elementi in plastica e gomme possono essere usurati e anche i vari cavi possono necessitare degli interventi.

Dopo il restyling il sistema di gestione dei motori M104 è diventato più affidabile , ma è diminuita leggermente la longevità del gruppo pistoni ( pur rimanendo molto resistenti ). I motori restyling hanno anche più coppia a bassi giri.

 

I motori della serie M119 , come abbiamo già detto hanno il blocco in alluminio. A causa di questo sono ancora più sensibili alla cattiva manutenzione. Questi motori non amano i problemi con l’aspirazione e i filtri aria sporchi. Dal punto di vista delle temperature invece i motori si comportano meglio rispetto ai M104. Anche se la temperatura supera i 100 gradi , non ci dovrebbero essere particolari problemi. La distribuzione di questi motori dura circa 120 – 180.000 km . Ci sono anche alcuni punti deboli nell’impianto di lubrificazione. Anche si questi questi motori dopo il restyling è stata aggiornato il sistema di controllo. I motori della serie M119 sono molto resistenti dal punto di vista meccanico e riescono a superare i 500.000 km senza problemi.

I grandi V12 da 6.0 l sono molto rari.

I motori V12 M120 hanno un’elettronica di gestione molto complessa. Per ogni linea di cilindri si utilizzava un proprio sistema di gestione Bosch LH-jetronic e un sistema di accensione EZL.  Inoltre ci sono due valvole a farfalla elettroniche controllate dal blocco EFP. Ci possono essere gravi problemi di funzionamento a causa di problemi con sensori , centraline , mancanza di comunicazione o non corrispondenza delle informazioni . Anche i prezzi di riparazione sono alti.

Anche i motori della serie M119 non sono molto semplici. Le valvole a farfalla per questi motori possono costare più di 1500 – 2500 euro (in basse all’allestimento ).  E’ diverso se c’è il sistema di stabilizzazione ASR o il cruise control Tempomat. Sui motori M120 hanno due valvole ( come già detto ) e ognuna di queste può costare più di 5 – 6000 euro. Tutti i ricambi sono molto costosi sul V12 e spesso si montano pezzi non originali per risparmiare.

La durata della distribuzione sui M120 è simile a quella dei M119 . Anche questi motori sono sensibili ai problemi con aspirazione e filtri aria sporchi. In aggiunta i motori v12 tendono a surriscaldarsi . Le riparazioni di questo motore possono superare il costo della macchina stessa.

 

I principali problemi di tutti i motori sono quelli legati all’utilizzo sbagliato. Tra i più gravi errori ci sono : la cattiva manutenzione ( rara sostituzione di olio , filtri e altri consumabili )  , i surriscaldamenti e infiltrazioni di aria. Il gruppo pistoni di tutti i motori non da problemi prima dei 400 – 600.000 km , ma sono le altre cose intorno che possono cedere. Tra gli elementi che più spesso cedono ( generalmente a causa della grande età e grande quantità di chilometri ) abbiamo : sistemi di controllo di alimentazione e accensione , vari sistemi pneumatici e impianto di raffreddamento. Bisogna fare attenzione alle pompe olio che a grandi chilometraggi possono cedere.

Conclusioni

Al giorno d’oggi è vero che ormai è molto vecchia la Mercedes-Benz Classe S W140 e molti non vedono più in lei una macchina di lusso. Ma anche dopo molti anni , il suo design elegante e severo , il suo livello di confort e la sua storia provocano una sensazione di forte rispetto.

Da nuova era una macchina che offriva tantissime nuove tecnologie e allo stesso tempo una grandissima affidabilità in tutti i settori. Oggi però , a causa della grande età e dei grandi chilometraggi ci possono essere svariati problemi . La loro risoluzione può costare molto visto la complessità e i grandi prezzi dei ricambi.

Se si decide di comprare una Mercedes-Benz Classe S W140 usata sarà meglio avere da parte almeno 2 – 3000 euro per eventuali investimenti . Meglio evitare i grandi motori V12 e il vecchio diesel della serie OM603.

Prima di un eventuale acquisto o anche semplicemente nell’utilizzo quotidiano è utile controllare se non ci sono problemi o errori .

Per vedere tutti gli errori e problemi segnalati nelle varie centraline , potete utilizzare un semplice dispositivo di diagnostica. Eccone uno buono :

Potete valutare anche i concorrenti della Mercedes-Benz Classe S W140 : Audi A8 , Lexus LS e BMW Serie 7

La cosa più importante è trovare un esemplare in buono stato generale e per fare questo consiglio caldamente di leggere la nostra dettagliata guida :

vedi come scegliere una buona auto usata

Condividi :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *