BMW X3 [E83] (2003-2010) tutti i problemi e le informazioni

Il SUV BMW X3 E83 è la prima generazione del modello ed è uscita sul mercato nel 2003. E’ stata sostituita nel 2010 dalla seconda generazioneBMW X3 F25 . Nel 2006 il SUV tedesco ha subito un restyling .

bmw x3 e83 mk1 premium prima serie generazione modello vecchio nuovo new quanto costa quanto consuma come va consumi reali idrive germania alpina ac schnitzer futura angel eyes dsp ews nbt osv pcd pixel bruciati vip vossen msport motorsport olx performance tiptronic station wagon touring gran turismo hatchback suv off road fuoristrada berlina liftback sportback lusso exclusive gt laser fine produzione tech edition haldex luxury dynamic active advanced plus business distinctive limited edition daytona design dsc menu nascosto harman kardon dynamic drive sports trazione anteriore posteriore integrale elettrica ecu obd2 disabili percorrenza autonomia allestimento coupe lifting monovolume duevolumi trevolumi cilindrata motorizzazioni xdrive18d 2.0i 2.0d xdrive20d xdrive20i 2.5i 3.0i 3.0si 3.0d xdrive30d xdrive30i 3.0sd xdrive35d v6 xdrive awd fwd del 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 restyling facelift anno model year problemi valutazione valore usato usata vendita versione seconda mano comprare pregi difetti affidabilità acquisto incidentata carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina turbo biturbo twinturbo triturbo bi-fuel gas gpl metano gasolio consumi di olio bluetooth start stop ricarica booster doppia batteria remota scarica pila testata guarnizione cilindri pistoni pompa olio acqua infiltrazione modalità avaria iniettori fumo bianco blu azzuro grigio nero interni plancia volante radio multimedia infotainment jack aux cd changer yatour novitec usb sedili riscaldati spazio pulsanti minigonne tetto apribile bagagliaio baule prezzi riparazioni rumori scatola trasmissione ripartitore di coppia cremagliera sterzo sospensioni pneumatiche idrauliche adattive configuratore codding blocco differenziale riduttore cardano semiasse scarico fusibile elettronica cambio manuale automatico robotizzato variatore lavaggio blocco idraulico convertitore di coppia meccatronica distribuzione servizi catena cinghia tenditore elaborazioni spie quadro doppia frizione multidisco rumore volano monomassa bimassa valvola egr filtro dpf fap intasato olio abitacolo carburante dischi pastiglie freni caratteristiche sensori alzacristalli turbina turbocompressore errore chiave climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore generatore allestimenti chilometri navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio multimediale android hi tech recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso velocita massima accelerazione potenza cv cavalli kw impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza crash test esp abs controllo trazione stabilità airbag club italia opinioni bloccasterzo immobilizer tagliandi sonda lambda rele cofano ammortizzatori leve manutenzione review test opinione prova scheda tecnica gancio traino forum occasione immagini foto dimensioni misure larghezza lunghezza altezza da terra passo lungo corto

Indice

Impressioni

Il primo SUV BMW è stato BMW X5 E53. Quest’ultimo si vendeva bene ed era apprezzato , però il suo prezzo minimo era comunque troppo alto per alcuni potenziali acquirenti e quindi il marchio ha deciso di produrre un’altro SUV.

BMW X3 E83 è stato creato come un’alternativa meno costosa del fratello maggiore BMW X5 E53 . Le dimensioni esterne del SUV BMW X3 E83 non sono molto inferiori rispetto al fratello più grande.

Il design degli esterni della BMW X3 E83 è inconfondibile ed è quello tipico delle BMW del periodo . Nonostante gli anni , la macchina ha un estetica ancora attuale specialmente nella versione restyling. Sfortunatamente sugli esemplari prodotti prima del 2006 c’erano i paraurti in plastica non colorati e questo rovina leggermente l’impressione. Dopo il 2006 sono diventati dello stesso colore del resto della macchina. I gusti sono tutti diversi , ma molti hanno detto che il design non è abbastanza bello a causa della troppa semplicità ( la stessa sorte hanno avuto anche altri modelli dello stesso tempo : BMW Serie 7 E65/66 , BMW Serie 5 E60 , BMW Serie 6 E63/64 ).

Un buon metodo per migliorare l’estetica è cambiare i cerchioni e per questo abbiamo un articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sui cerchioni

Inoltre dopo il restyling sono stati migliorati anche altri aspetti di cui si lamentavano i clienti. Tra le cose criticate ( e di conseguenza migliorate ) troviamo l’albero cardanico anteriore non abbastanza longevo e qualità degli interni leggermente inferiore alle aspettative. Inoltre è stata introdotto un nuovo cambio automatico di marchio ZF .

La BMW X5 E53 fu costruita sulla base della BMW Serie 5 E39 . Rispettando la regola , BMW X3 E83 fu basato sulla BMW Serie 3 E46 . I due hanno molte cose in comune.

Rispetto alla BMW Serie 3 E46 , il SUV è più spazioso e più pratico. Grazie a questo riesce a garantire dei viaggi confortevoli anche ad una famiglia di 4 – 5 persone. Inoltre , il confort generale interno e le sospensioni ben regolate offrono dei spostamenti comodi e non fanno stancare troppo nemmeno durante i viaggi più lunghi.

UTILE ! Per avere più piacere e meno stanchezza durante la guida è importante avere un aria pulita e piacevole dentro l’abitacolo. Per ottenere questo è importante avere il filtro abitacolo pulito , uno ionizzatore e un buon profumo. Eccone alcuni che consigliamo :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Se vi interessa approfondire l’argomento degli ionizzatori potete leggere il nostro articolo a riguardo

Se volete ricevere ancora più piacere dalla propria auto , potete vedere come rendere la macchina più comoda , piacevole , moderna e pratica

BMW X3 E83 è più un SUV da asfalto , ma ha anche delle buone doti sul fuoristrada leggero .

bmw x3 e83 mk1 premium prima serie generazione modello vecchio nuovo new quanto costa quanto consuma come va consumi reali idrive germania alpina ac schnitzer futura angel eyes dsp ews nbt osv pcd pixel bruciati vip vossen msport motorsport olx performance tiptronic station wagon touring gran turismo hatchback suv off road fuoristrada berlina liftback sportback lusso exclusive gt laser fine produzione tech edition haldex luxury dynamic active advanced plus business distinctive limited edition daytona design dsc menu nascosto harman kardon dynamic drive sports trazione anteriore posteriore integrale elettrica ecu obd2 disabili percorrenza autonomia allestimento coupe lifting monovolume duevolumi trevolumi cilindrata motorizzazioni xdrive18d 2.0i 2.0d xdrive20d xdrive20i 2.5i 3.0i 3.0si 3.0d xdrive30d xdrive30i 3.0sd xdrive35d v6 xdrive awd fwd del 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 restyling facelift anno model year problemi valutazione valore usato usata vendita versione seconda mano comprare pregi difetti affidabilità acquisto incidentata carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina turbo biturbo twinturbo triturbo bi-fuel gas gpl metano gasolio consumi di olio bluetooth start stop ricarica booster doppia batteria remota scarica pila testata guarnizione cilindri pistoni pompa olio acqua infiltrazione modalità avaria iniettori fumo bianco blu azzuro grigio nero interni plancia volante radio multimedia infotainment jack aux cd changer yatour novitec usb sedili riscaldati spazio pulsanti minigonne tetto apribile bagagliaio baule prezzi riparazioni rumori scatola trasmissione ripartitore di coppia cremagliera sterzo sospensioni pneumatiche idrauliche adattive configuratore codding blocco differenziale riduttore cardano semiasse scarico fusibile elettronica cambio manuale automatico robotizzato variatore lavaggio blocco idraulico convertitore di coppia meccatronica distribuzione servizi catena cinghia tenditore elaborazioni spie quadro doppia frizione multidisco rumore volano monomassa bimassa valvola egr filtro dpf fap intasato olio abitacolo carburante dischi pastiglie freni caratteristiche sensori alzacristalli turbina turbocompressore errore chiave climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore generatore allestimenti chilometri navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio multimediale android hi tech recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso velocita massima accelerazione potenza cv cavalli kw impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza crash test esp abs controllo trazione stabilità airbag club italia opinioni bloccasterzo immobilizer tagliandi sonda lambda rele cofano ammortizzatori leve manutenzione review test opinione prova scheda tecnica gancio traino forum occasione immagini foto dimensioni misure larghezza lunghezza altezza da terra passo lungo corto

Negli interni troviamo dei materiali di alta qualità e ben assemblati ( anche se la qualità generale può essere inferiore rispetto ad altri modelli di maggior prestigio del marchio). L’ergonomia e la comodità sono ad alto livello . Il design invece è motivo di controversie. Non è più cosi severo e dinamico come si vedeva su altri modelli del marchio . Anche il quadro strumenti è leggermente diverso come design , però è comunque molto comodo e facilmente leggibile. Tutto quello che riguarda il design è ovviamente questione di gusti , certo è che tutto è comodo e facilmente utilizzabile.

Le impressioni date dagli interni ovviamente cambiano molto anche in base alla dotazione della BMW X3 E83. Sul mercato dell’usato si possono trovare esemplari molto ricchi con interni in pelle , inserti in legno o alluminio , tetto panoramico , pacchetto sport e sofisticato impianto multimediale. Quest’ultimo ovviamente non ha alcune moderne tecnologie , ma ha una qualità sonora molto buona.

Non su tutte le BMW X3 E83 c’è il bluetooth. Quest’ultimo è quasi indispensabile al giorno d’oggi. Potete aggiungerlo facilmente a qualsiasi auto con semplici accessori. Eccone alcuni buoni :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Se volete approfondire l’argomento su accessori multimediali utili leggi il nostro articolo dedicato

In generale le BMW X3 E83 sono ben dotate. Già di base si ha il condizionatore , tutti gli alzacristalli elettrici , specchietti elettrici , grandi cerchi in lega e altro. Molto spesso i primi proprietari aggiungevano come optional anche il navigatore e i sedili in pelle.

Con il tempo potrebbero comparire piccoli scricchioli ( provenienti specialmente dal bagagliaio) e sugli esemplari trattati in maniera più aggressiva si potrebbero vedere segni di usura sulle plastiche.

L’insonorizzazione è buona.

Nel test di sicurezza EuroNCAP , BMW X3 E83 ha ottenuto 4 stelle su 5 . La sicurezza in caso di incidente è abbastanza buona , ma per diminuire il rischio è bene avere dei buoni pneumatici. I pneumatici sono quasi la cosa più importante per la sicurezza in viaggio. Consiglio di leggere l’articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sulle gomme e pneumatici

Affidabilità

Cambio e trasmissione

Sulla BMW X3 E83 si montava sia il cambio manuale che quello automatico.

Il cambio manuale si comporta molto bene con i motori da 2.0 l sia benzina che diesel. Con i motori più grandi , in caso di guida aggressiva può soffrire vista la grande coppia dei motori. Inoltre con una guida aggressiva si verifica un consumo molto rapido di frizione e volano bimassa.

Per allungare la vita del cambio manuale , volano e frizione vedi come trattare correttamente il cambio manuale

Il cambio automatico si è presentato abbastanza bene , ma la situazione non è cosi semplice .

Prima del restyling 2006 quasi tutte le BMW X3 E83 avevano il cambio automatico GM ( General Motors ) 5L40E. Il cambio di produzione General Motors è quello considerato più capriccioso. Questo non ama i giri alti del motore , non ama l’olio sporco e i surriscaldamenti. Se si ha una guida tranquilla e si cambia spesso olio nel cambio , questo vive senza problemi per più di 250.000 km . Una volta superati questi , potrebbe essere necessario rivedere ( ed eventualmente riparare ) il convertitore di coppia , kit frizioni “Drive” e magari anche i solenoidi. Se invece il cambio è trattato male e se arriva anche a surriscaldamenti , la sua vita diventa più corta e i costi delle riparazioni diventano grandissimi.

Sul 3.0 l diesel da 215 cv dal 2005 si montava il cambio automatico ZF 6HP26 . Lo stesso cambio poi si è montato su tutti i motori diesel da 3.0 l e benzina da 272 cv dopo il restyling 2006. Questo cambio si è rivelato più resistente in generale e sopporta meglio la guida aggressiva. Alcuni elementi del convertitore di coppia però non sono molto resistenti e si possono usurare già a 120 – 150.000 km e portano anche ad una sporcizia forte dell’olio. Se però si cambia spesso olio e si tiene d’occhio il convertitore di coppia, si riesce a circolare per molto tempo senza altri particolari problemi. Il blocco idraulico e l’elettronica di controllo sono stati uniti e questa scelta a preso il nome di meccatronica. Questa è stata una scelta innovativa , ma dopo molti anni molto spesso la meccatronica è sintomo di fastidiosi problemi. I cambi ZF 6HP26 del primo periodo di produzione possono risultare capricciosi e il loro blocco idraulico può soffrire di surriscaldamenti e sporcizia. Inoltre sono possibili i problemi anche con la parte elettronica .

Sui mototri da 2.0 l benzina e diesel si montava il cambio ZF 6HP19 . Alla fine è quasi uguale al ZF 6HP26 e può avere circa gli stessi problemi , ma si è rivelato leggermente più longevo .

Con i motori da 2.5 l e alcuni motori da 3.0 l dopo il restyling si può trovare il cambio GM 6L45 . Anche questo cambio è abbastanza capriccioso ( specialmente i cambi di prima produzione ) . Quelli prodotti fino al 2008 possono avere problemi con il coperchio della pompa olio che porta all’usura prematura delle frizioni . I primi sintomi di problemi sono i colpi nella scalata dalla 2-a alla 3-a marcia. Se non si interviene subito , i colpi cominceranno a sentirsi anche sulle altre marce. Con una guida aggressiva può avere anche altri tipi di problemi. Invece con una guida tranquilla e con sostituzioni frequenti di olio il cambio riesce ad arrivare a grandi chilometraggi. Inoltre i cambi GM hanno una costruzione più semplice rispetto ai ZF e quindi costano meno nella riparazione.

In generale i problemi cominciano a presentarsi dopo i 200.000 km . Tra i primi sintomi c’è la lentezza di accelerazione nelle partenze.

Bisogna fare attenzione al funzionamento del cambio automatico. Qualsiasi colpo , lentezza o slittamento sono sintomi di problemi più o meno gravi.

Per allungare la vita del cambio automatico vedi come trattare correttamente il cambio automatico

La trasmissione funziona molto bene e la trazione integrale può aiutare molto in alcune situazioni sul fuoristrada. La parte negativa è che la trazione integrale intelligente utilizza nel suo funzionamento i freni per regolare la trasmissione della coppia sulle ruote e a causa di questo si consumano più in fretta i freni.

La trazione è abbastanza affidabile se trattata e mantenuta bene. Fortunatamente le riparazioni non hanno dei costi esagerati. Potrebbe cedere anche la frizione multidisco. Sulle BMW X3 E83 pre-restyling cedono troppo velocemente gli alberi cardanici , specialmente quello anteriore che abbiamo già citato più in alto. Dopo il 2006 sono statti aggiornati e sono diventati più longevi , ma è comunque bene fare dei controlli periodici. Se non viene cambiato in tempo l’albero cardanico usurato , si rischia di rompere anche la scatola di trasmissione. Se durante l’accelerazione ci sono degli strappi , dei colpi , vibrazioni anomale o anche rumori strani , sarà bene controllare la scatola di trasmissione che potrebbe già essere in cattivo stato . In molti casi l’asse anteriore non attacca proprio e quindi la BMW X3 E83 rimane a sola trazione posteriore. Questo potrebbe risultare difficile da sentire , specialmente in città. Quindi se c’è la possibilità sarebbe bene controllare anche che la trazione avvenga effettivamente su tutte le ruote.

Il riduttore posteriore è maggiormente sotto sforzo sulle macchine con grossi motori da 3.0 l diesel e benzina. Per questo ha bisogno di essere controllato e il suo olio deve essere sempre di buona qualità e nella quantità giusta. Se rimane senza olio o se si ha una guida troppo aggressiva , si rischia di romperlo.

Se si decide ci comprare una BMW X3 E83 usata è molto importante controllare se non ci sono perdite dal cambio o dalla trasmissione. E’ importante controllare bene il cambio , i semiassi e differenziali.


UTILE !  Al giorno d’oggi si utilizza sempre di più il cellulare in macchina. Si utilizza come navigatore o per ascoltare la musica. Ha bisogno di supporto e anche di essere ricaricato. Ecco i migliori accessori per un comodo utilizzo :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Se volete approfondire l’argomento dei migliori accessori per dispositivi portatili in auto , consigliamo la nostra guida dedicata 


Sospensioni e freni

Le sospensioni sono abbastanza affidabili e non dovrebbero dare problemi seri fino a circa 200.000 km. In questo senso , BMW X3 E83 dovrebbe essere un esempio da seguire per gli altri modelli del marchio. Tra i primi elementi a cedere ci sono stabilizzatori , ammortizzatori , silentblock , cuscinetti sferici e a più grandi chilometraggi le leve superiori e inferiori.

I silentblock e i cuscinetti sferici si possono cambiare anche separatamente dalle leve . Grazie a questo si riesce a risparmiare molto rispetto alle macchine in cui bisogna sostituire anche la leva.

Il sistema dello sterzo è semplice, affidabile e funziona bene. Solo il sistema di regolazione dell’intensità “Servotronic” può avere problemi con la centralina , ma questo è un problema di elettronica che ripeteremo più avanti. Potrebbe sentirsi un po di gioco nello sterzo una volta superati i 150 – 200.000 km , ma si risolve facilmente . Raramente si incontrano perdite dallo sterzo e di solito si presentano su auto con le gomme molto larghe ( che da ferme sforzano molto il sistema sterzante ).

I freni oltre ad essere efficienti e ben regolati , sono anche molto affidabili. La centralina ABS non è problematica , i canali dei freni sono resistenti e la durata di dischi e pastiglie è alta. Anche i prezzi dei ricambi originali sono accettabili e quindi si può evitare di montare elementi alternativi di scarsa qualità .

Elettrica ed elettronica

I problemi più frequenti dell’elettronica sono legati a malfunzionamenti causati da contatti ossidati o cavi rovinati.

L’impianto multimediale può “impazzire” ogni tanto , ma non sono dei problemi gravi e quasi sempre si riesce a risolvere spegnendo e riaccendendo la macchina. In generale se ci sono stranezze nel funzionamento dell’elettronica della BMW X3 E83 potrebbe bastare staccare la batteria per 10 minuti e poi riattaccarla.

Anche se l’elettronica del SUV tedesco è complicata , in comparazione ad altri modelli del marchio è più semplice e di conseguenza meno problematica. I problemi generici che compaiono non sono molto gravi e sono risolvibili con costi relativamente bassi .

La batteria non ha una durata molto grande. Questo forse è dato dal grande risucchio di energia che ha l’impianto elettronico relativamente complesso. Si possono anche avere delle fughe di corrente a causa di diversi problemi . Queste fughe possono scaricare la batteria anche in un paio di giorni di inutilizzo della BMW X3 E83.

E’ importante controllare con attenzione i cavi sotto al cofano che si potrebbero usurare a causa delle grandi temperature e degli sfregamenti.

I riscaldamenti del volante e dei sedili sono sono molto affidabili. Oltre ad essere relativamente problematici , possono anche rovinare i rivestimenti il pelle.

Ogni tanto può cedere l’impermeabilità dei fari. C’è da dire però che anche con l’umidità dentro , funzionano bene e non si rompono.


UTILE !  Per accendere la macchina con batteria scarica si può utilizzare un avviatore d’emergenza. Può essere utile anche nell’utilizzo quotidiano ( magari quando si dimenticano le luci accese e si scarica la batteria o nei periodi freddi in cui la batteria perde efficienza) per accendere velocemente la macchina. Oltretutto si possono utilizzare come grandi powerbank che possono ricaricare tutti i vostri dispositivi mobili in viaggio e fanno anche da torcia. Ecco quelli che consigliamo :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Altro

La resistenza alla corrosione è molto buona e anche la vernice è di buona qualità. Se trattata bene , nemmeno dopo molto anni la vernice perderà il suo splendore. Sugli esemplari utilizzati in posti con un clima particolarmente aggressivo si possono vedere solo piccole tracce di ruggine. Se invece le tracce di ruggine sono grandi , molto probabilmente la macchina ha subito incidenti e poi non è stata riparata nel modo più giusto.

Le plastiche esterne invece non sono cosi resistenti. Molto spesso già dopo pochi anni cominciano a rovinarsi e diventare brutte.

I limitatori delle portiere non sono molto longevi e costano non poco. Se la porta si apre con sforzo , se si sentono scricchioli , battiti o altri rumori estranei durante l’apertura , ci sarà da riparare.

La parte meccanica del meccanismo degli alzacristalli può cominciare a dare problemi con il tempo. A causa dei problemi meccanici si potrebbe bruciare il motorino elettrico.

Anche il meccanismo di movimento dei tergicristalli può cedere . Una buona soluzione sarà sostituirlo con un meccanismo cinese. Molto strano , ma i meccanismi cinesi si sono rivelati più resistenti e longevi. Il motivo è che il pezzo originale non è fatto molto bene e non è abbastanza impermeabile. A causa delle infiltrazioni d’acqua si rovina alche il filtro dell’abitacolo. Problemi ci possono essere anche con il canale d’acqua che va verso il tergicristallo posteriore. Il tubo passa insieme ai cavi sotto al pavimento. Se si rompe ci saranno delle pozzanghere di acqua sotto i piedi e si bagnano i cavi ( se anche questi sono rovinati e vanno a contratto con l’acqua , le conseguenze possono essere abbastanza brutte. C’è da dire però che i cavi sono fatti bene e la loro rottura è rara).

Anche il climatizzatore non è tra i più affidabili. Già dopo 5 anni può cominciare a rumoreggiare il ventilatore dell’abitacolo e dopo smette addirittura di funzionare. Ci possono essere problemi anche con la regolazione dei flussi d’aria. Il costo dei ricambi non è molto grande , ma i lavori per la riparazione sono complessi e costosi. Se pensate di comprare una BMW X3 E83 usata , controllate bene se l’aria viene soffiata in tutte le direzione e se si riesce a cambiare la temperatura.

Ogni tanto fa bene controllare se non ci sono perdite dal sistema di raffreddamento ( radiatore e tubi ) che potrebbero usurarsi con il tempo.

Approfondimento motori

I motori diesel sono :

  • xDrive 18d [2.0l] (N47D20) – potenza : 148 cv ; velocità max : 195 km/h ; accelerazione : 10.3 s ; consumo : 6.2 l /100 km
  • 2.0d [2.0l] (N47D20) – potenza : 174 cv ; velocità max : 205 km/h ; accelerazione : 9.2 s ; consumo : 6.7 l /100 km
  • 2.0d [2.0l] (M47TUD20) – potenza : 148 cv ; velocità max : 198 km/h ; accelerazione : 10.2 s ; consumo : 7.2 l /100 km
  • xDrive20d [2.0l] (N47D20) – potenza : 174 cv ; velocità max : 205 km/h ; accelerazione : 9.2 s ; consumo : 6.7 l /100 km
  • xDrive20d [2.0l] (M47TUD20) – potenza : 148 cv ; velocità max : 198 km/h ; accelerazione : 10.2 s ; consumo : 7.2 l /100 km
  • 3.0d [3.0l] (M57TUD30) – potenza : 204 cv ; velocità max : 215 km/h ; accelerazione : 8.2 s ; consumo : 9.1 l /100 km
  • 3.0d [3.0l] (M57TU2D30) – potenza : 215 cv ; velocità max : 220 km/h ; accelerazione : 7.7 s ; consumo : 8.6 l /100 km
  • xDrive30d [3.0l] (M57TUD30) – potenza : 204 cv ; velocità max : 215 km/h ; accelerazione : 8.2 s ; consumo : 9.1 l /100 km
  • xDrive30d [3.0l] (M57TU2D30) – potenza : 215 cv ; velocità max : 220 km/h ; accelerazione : 7.7 s ; consumo : 8.6 l /100 km
  • 3.0sd [3.0l] (M57TU2D30) – potenza : 282 cv ; velocità max : 240 km/h ; accelerazione : 6.4 s ; consumo : 8.7 l /100 km
  • xDrive35d [3.0l] (M57TU2D30) – potenza : 282 cv ; velocità max : 240 km/h ; accelerazione : 6.4 s ; consumo : 8.7 l /100 km

I motori a benzina sono :

  • 2.0i  [2.0l] (N46B20) – potenza : 148 cv ; velocità max : 198 km/h ; accelerazione : 11.5 s ; consumo : 9.3 l /100 km
  • 2.5i [2.5l] (M54B25) – potenza : 181 cv ; velocità max : 208 km/h ; accelerazione : 9.8 s ; consumo : 11.9 l /100 km
  • 2.5si [2.5l] (N52B25) – potenza : 215 cv ; velocità max : 220 km/h ; accelerazione : 8.9 s ; consumo : 10.1 l /100 km
  • xDrive25i [2.5l] (N52B25) – potenza : 215 cv ; velocità max : 220 km/h ; accelerazione : 8.9 s ; consumo : 10.1 l /100 km
  • 3.0i [3.0l] (M54B30) – potenza : 228 cv ; velocità max : 210 km/h ; accelerazione : 8.1 s ; consumo : 12.1 l /100 km
  • 3.0si [3.0l] (N52B30) – potenza : 272 cv ; velocità max : 228 km/h ; accelerazione : 7.5 s ; consumo : 10.3 l /100 km
  • xDrive30i [3.0l] (N52B30) – potenza : 272 cv ; velocità max : 228 km/h ; accelerazione : 7.5 s ; consumo : 10.3 l /100 km

bmw x3 e83 mk1 premium prima serie generazione modello vecchio nuovo new quanto costa quanto consuma come va consumi reali idrive germania alpina ac schnitzer futura angel eyes dsp ews nbt osv pcd pixel bruciati vip vossen msport motorsport olx performance tiptronic station wagon touring gran turismo hatchback suv off road fuoristrada berlina liftback sportback lusso exclusive gt laser fine produzione tech edition haldex luxury dynamic active advanced plus business distinctive limited edition daytona design dsc menu nascosto harman kardon dynamic drive sports trazione anteriore posteriore integrale elettrica ecu obd2 disabili percorrenza autonomia allestimento coupe lifting monovolume duevolumi trevolumi cilindrata motorizzazioni xdrive18d 2.0i 2.0d xdrive20d xdrive20i 2.5i 3.0i 3.0si 3.0d xdrive30d xdrive30i 3.0sd xdrive35d v6 xdrive awd fwd del 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 restyling facelift anno model year problemi valutazione valore usato usata vendita versione seconda mano comprare pregi difetti affidabilità acquisto incidentata carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina turbo biturbo twinturbo triturbo bi-fuel gas gpl metano gasolio consumi di olio bluetooth start stop ricarica booster doppia batteria remota scarica pila testata guarnizione cilindri pistoni pompa olio acqua infiltrazione modalità avaria iniettori fumo bianco blu azzuro grigio nero interni plancia volante radio multimedia infotainment jack aux cd changer yatour novitec usb sedili riscaldati spazio pulsanti minigonne tetto apribile bagagliaio baule prezzi riparazioni rumori scatola trasmissione ripartitore di coppia cremagliera sterzo sospensioni pneumatiche idrauliche adattive configuratore codding blocco differenziale riduttore cardano semiasse scarico fusibile elettronica cambio manuale automatico robotizzato variatore lavaggio blocco idraulico convertitore di coppia meccatronica distribuzione servizi catena cinghia tenditore elaborazioni spie quadro doppia frizione multidisco rumore volano monomassa bimassa valvola egr filtro dpf fap intasato olio abitacolo carburante dischi pastiglie freni caratteristiche sensori alzacristalli turbina turbocompressore errore chiave climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore generatore allestimenti chilometri navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio multimediale android hi tech recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso velocita massima accelerazione potenza cv cavalli kw impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza crash test esp abs controllo trazione stabilità airbag club italia opinioni bloccasterzo immobilizer tagliandi sonda lambda rele cofano ammortizzatori leve manutenzione review test opinione prova scheda tecnica gancio traino forum occasione immagini foto dimensioni misure larghezza lunghezza altezza da terra passo lungo corto

I motori diesel montati sulla BMW X3 E83 in generale sono abbastanza affidabili , ma a grandi chilometraggi cominciano a presentarsi problemi legati alla normale usura e il prezzo di riparazione è generalmente abbastanza alto. Tra i problemi più diffusi ci sono quelli con gli iniettori e pompa alta pressione ( che amano il carburante di alta qualità) e il volano bimassa. Inoltre su molti esemplari ci sono i tipici problemi con il filtro antiparticolato che si intasa e comincia a dare problemi ( maggiormente sulle auto che vengono utilizzate prevalentemente in città o che percorrono corti tragitti ). Capitano anche problemi con il collettore di scarico che si distrugge ed è consigliabile cambiarlo con uno in ghisa. Quando si distrugge il collettore di scarico si rischia di rovinare anche la turbina e nei casi peggiori anche il gruppo pistoni. Non mancano anche i problemi con il collettore di aspirazione. Se su questo si vedono tracce di olio o se ci sono strani rumori quando lo sforzo sul motore è piccolo , potrebbe essere danneggiato e di conseguenza alcuni suoi elementi si potrebbero staccare e finire nell’aspirazione rovinando valvole e cilindri. Anche le candele di riscaldamento sono sono eterne e inoltre se sono in cattivo stato potrebbero danneggiare anche la relativa centralina di controllo. La valvola EGR ha bisogno di pulizia ogni 50 – 60.000 km , altrimenti si sporca e smette di funzionare. Le turbine con geometria variabile hanno bisogno di pulizie e regolazioni periodiche.

Tra i motori diesel la scelta migliore sarà il 3.0l da 204 cv che offre una buona potenza e allo stesso tempo dei consumi abbastanza piccoli . Anche le versioni più potenti di questo motore sono buone , ma il loro mantenimento potrebbe richiedere delle spese maggiori.

In generale i motori della serie M57 sono affidabili e piacevoli. Le BMW X3 E83 più potenti montano proprio il 3.0 l diesel con due turbine che ha 282 cv.

Il diesel da 3.0 l supera nella maggior parte dei casi senza grossi problemi i 300.000 km . Non tende a surriscaldarsi , non tende a consumare olio , ha una buona coppia e dei consumi accettabili. Non mancano i problemi anche con lui però . Anche su questo motore si incontrano perdite di olio , rottura dalla pompa olio , è sensibile ai malfunzionamenti del sistema di raffreddamento e non ha un termostato molto affidabile. I radiatori non sono molto grandi e le ventole smettono di funzionare più spesso di quanto si vorrebbe . Bisogna fare attenzione anche allo stato della puleggia dell’albero motore con ammortizzatore.

I motori che hanno avuto aumenti di potenza da centralina possono avere anche un temperatura di funzionamento maggiore che in alcuni casi può portare a crepe di blocco cilindri , valvole o pistoni.

Il diesel da 2.0 l montato prima del restyling era della serie M47 . Anche questi motori sono molto affidabili e in generale sono simili per resistenza e problemi ai motori più grandi della serie M57 descritti poco prima. La catena di distribuzione vive per meno tempo e dovrà essere sostituita già a 150 – 180.000 km . Fortunatamente si trova nella parte anteriore del motore e quindi non ci sono particolari difficoltà a cambiarla.

Il diesel da 2.0 l montato dopo il restyling è della serie N47 e la sua affidabilità è peggiorata molto rispetto al predecessore. Il problema più grave e diffuso è quello legato alla catena di distribuzione. Quest’ultima si usura troppo velocemente ( comincia a rumoreggiare o slittare già a 100 – 150.000 km e ci sono stati casi in cui si è rovinata già a 70.000 km ) e potrebbe addirittura rompersi. Inoltre è posizionata dalla parte del volano e per cambiarla bisogna estrarre il motore ( ovviamente le spese di riparazione aumentano molto) . In caso di rottura le conseguenze sono la riparazione costosa del motore oppure sua sostituzione con uno nuovo. Se si sentono dei rumori anomali ( battiti ) nella parte posteriore del motore , vuol dire che è arrivato il momento di sostituire la catena. I problemi con la catena sono stati risolti solo nel 2011 quando c’era già in produzione la seconda generazione del BMW X3. Se volete una BMW X3 E83 con questo motore , sarà meglio trovare un esemplare con la catena già sostituita ( quindi si presuppone che abbia già la catena aggiornata ). Se non prendiamo in considerazione la catena , il motore è buono e piacevole. L’impianto di iniezione è più stabile rispetto al predecessore e la potenza è maggiore.

Si possono utilizzare vari preparati ed additivi per pulire EGR , FAP e impianto di iniezione. Sarebbe bene utilizzarli ogni tanto anche prima che si abbiano problemi , appunto per evitare di averli. Alcune volte aiutano anche quando già ci sono i problemi . Eccone alcuni buoni appunto per filtro antiparticolato , valvola EGR ed impianto di iniezione (pulizia e lubrificazione):

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

I motori a benzina montati sulla BMW X3 E83 sono abbastanza affidabili e non dovrebbero dare particolari problemi se trattati bene. I problemi più diffusi dei motori a benzina sono rottura delle bobine di accensione e rottura della valvola a farfalla , ma anche questi non sono molto diffusi. Molto buoni i motori montati prima del restyling della serie M54. Peggio si sono presentati i motori della serie N52 montati dopo il restyling. Quest’ultimi risultano più problematici a causa della loro maggiore complessità. Hanno ottenuto il sistema Valvetronic II , sistema di raffreddamento con pompa elettrica e temperatura di funzionamento maggiore. I motori della serie N52 hanno paura de surriscaldamenti a causa dei quali si potrebbe deformare il blocco motore fatto in lega di magnesio.

Il motore da 2.0 l benzina può deludere a causa della sua potenza insufficiente per il pesante SUV tedesco. Inoltre è un motore abbastanza complicato e a causa di questo aumenta il rischio di avere problemi. Questo motore è dotato del sistema Valvetronic , ha una temperatura di funzionamento molto alta , è “pigro” e tende ad avere perdite di olio. Su alcuni esemplari questi motori consumano olio e possono avere problemi con i VANOS. Il suo consumo non è molto inferiore rispetto al motore da 3.0 l benzina.

I motori della serie M54 da 2.5 l e 3.0 l si sono presentati meglio del più piccolo. Sono più semplici , più potenti e più longevi. Se trattati bene , questi motori non dovrebbero chiedere grossi investimenti prima dei 300 – 500.000 km. Possono avere perdite di olio e potrebbe essere necessario intervenire sul sistema di ventilazione del basamento. Bisogna stare attenti anche allo stato delle guarnizioni , potrebbe esserci il bisogno di sostituire gli elementi in plastica del collettore di aspirazione. In caso di leggeri surriscaldamenti potrebbe aumentare il consumo di olio a causa della sporcizia degli anelli dei pistoni. Se si interviene subito , potrebbe bastare la sostituzione o la pulizia degli anelli per risolvere il problema. Meglio evitare di andare forte con il motore freddo perché potrebbe cedere la pompa olio e la sua catena.

Il sistema di controllo di questi motori è di marchio Siemens e potrebbe risultare non affidabilissima .

Il motore da 3.0 l offre un buon compromesso tra buona affidabilità e buona potenza e di conseguenza buone prestazioni. La buona potenza però si paga con un consumo relativamente alto. A causa di questo , molti decidono di montare l‘impianto a gas e fortunatamente il motore lo sopporta abbastanza bene.

Sul motore da 2.5 l della serie N52 si sporcano facilmente gli anelli dei cilindri. In generale questi motori non hanno un gruppo cilindri molto ben fatto. Già dopo 120.000 km potrebbe avere dei grandissimi consumi di olio e necessitare costose riparazioni.

Sui motori della serie N52 c’è l‘indicatore di livello olio elettronico che alcune volte smette di funzionare e questo potrebbe essere un problema se la BMW X3 E83 consuma olio. I problemi con il sistema di raffreddamento sono più frequenti – la pompa elettrica è meno longeva e i tubi in plastica si rovinano a causa della grande temperatura di funzionamento dei motori. Sempre a causa di grandi temperature di funzionamento si rovinano anche varie guarnizioni e paraolio e quindi si cominciano ad avere perdite do olio . Generalmente gli elementi in gomma e plastiche necessitano la sostituzione ogni 3 anni.

Per risolvere i problemi delle temperature si può cambiare termostato con uno più efficiente e regolare le impostazioni nella centralina.

Come abbiamo già detto , è importante mantenere in buono stato il sistema di raffreddamento . Quindi questo non deve perdere , i radiatori devono essere puliti e le ventole devono funzionare bene. Inoltre è utile cambiare l’olio spesso ( almeno ogni 10.000 km ) per allungare la vita dei motori a benzina della BMW X3 E83.

Se sul vostro esemplare c’è un consumo di olio , è molto probabile che a causa di questo si rovinerà il catalizzatore. Solitamente il rischio c’è maggiormente quando il consumo supera i 300 ml ogni 1000 km . Se invece il consumo di olio è circa 1 l ogni 1000 km , i catalizzatori moriranno in meno di un anno.

Conclusioni

Una BMW X3 E83 usata può essere una buona scelta , ma bisogna trovare un esemplare in buono stato. E’ un SUV tedesco pratico , confortevole , può essere potente ed è abbastanza affidabile. Anche i prezzi ormai non sono grandissimi , ma sfortunatamente una buona parte delle proposte non valgono a causa dello stato della macchina .

Prima di un eventuale acquisto o anche semplicemente nell’utilizzo quotidiano è utile controllare se non ci sono problemi o errori .

Per vedere tutti gli errori e problemi segnalati nelle varie centraline , potete utilizzare un semplice dispositivo di diagnostica. Eccone uno buono :

I concorrenti principali sono : Audi Q5 , Mercedes GLK e altri SUV di simili dimensioni.

La cosa più importante è trovare un esemplare in buono stato generale e per fare questo consiglio di leggere la nostra dettagliata guida :

vedi come scegliere una buona auto usata

Condividi :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *