Hyundai i40 (2011-2017) tutti i problemi e le informazioni

Hyundai i40 fa parte della classe di medie grandezze (o più precisamente classe D) . E’ entrato sul mercato alla fine del 2011 e ne è uscito nel 2017. Alla fine del 2014 ha subito un restyling.

hyundai i40 quanto costa quanto consuma trazione anteriore bicolore classic hatchback ecodynamics pro gt line elettrica disabili hybrid ibrida jbl kombi active econext elite fastback gti allestimento cool business line coupe cabriolet estate eco easy dct lifting monovolume berlina sport wagon spirit style neopatentati tcr xtr t-gdi mpg tcr sw cilindrata 1.6 GDI 2.0 GDI MPI 1600 2000 1.7 1700 CRDi cvvt bifuel crdi vgt 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 restyling facelift anno problemi usato usata comprare difetti affidabilità acquisto carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina gas gpl metano gasolio consumi bluetec start stop testata guarnizione pompa olio iniettori interni plancia volante radio multimedia infotainment sedili spazio bagagliaio baule prezzi riparazioni scatola sterzo sospensioni pneumatiche idrauliche adattive blocco differenziale elettrica elettronica cambio manuale automatico robotizzato lavaggio distribuzione catena cinghia tenditore doppia frizione volano monomassa bimassa valvola egr filtro dpf fap olio abitacolo dischi pastiglie freni caratteristiche sensori alzacristalli turbina climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore allestimenti chilometri navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso velocita massima accelerazione potenza cv kw impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza italia opinioni bloccasterzo tagliandi cofano ammortizzatori leve manutenzione review test opinione prova gancio traino

Indice

Impressioni

Hyundai i40 è disponibile nelle versioni : berlina e station wagon. Il design è stato creato in Europa e più precisamente in Germania. Essendo una macchina del segmento D e con una lunghezza di 4.7 metri , è abbastanza comoda e spaziosa. I posti anteriori sono tra i più spaziosi del segmento e anche dietro lo spazio è sufficiente.

hyundai i40 quanto costa quanto consuma trazione anteriore bicolore classic hatchback ecodynamics pro gt line elettrica disabili hybrid ibrida jbl kombi active econext elite fastback gti allestimento cool business line coupe cabriolet estate eco easy dct lifting monovolume berlina sport wagon spirit style neopatentati tcr xtr t-gdi mpg tcr sw cilindrata 1.6 GDI 2.0 GDI MPI 1600 2000 1.7 1700 CRDi cvvt bifuel crdi vgt 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 restyling facelift anno problemi usato usata comprare difetti affidabilità acquisto carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina gas gpl metano gasolio consumi bluetec start stop testata guarnizione pompa olio iniettori interni plancia volante radio multimedia infotainment sedili spazio bagagliaio baule prezzi riparazioni scatola sterzo sospensioni pneumatiche idrauliche adattive blocco differenziale elettrica elettronica cambio manuale automatico robotizzato lavaggio distribuzione catena cinghia tenditore doppia frizione volano monomassa bimassa valvola egr filtro dpf fap olio abitacolo dischi pastiglie freni caratteristiche sensori alzacristalli turbina climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore allestimenti chilometri navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso velocita massima accelerazione potenza cv kw impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza italia opinioni bloccasterzo tagliandi cofano ammortizzatori leve manutenzione review test opinione prova gancio traino

Gli interni della Hyundai i40 sono esteticamente piacevoli. Il produttore è stato attento alla combinazione dei dettagli e al loro posizionamento. Sono moderni ed ergonomici.  Non c’è niente di complicato e la plancia non è sovraccaricata e stancante. Un po fastidiosa potrebbe essere la luce blu accesa sui vari schermi e pulsanti. Si possono trovare Hyundai i40 ben accessoriate e questo aumenta ulteriormente il piacere di utilizzo. La qualità audio del impianto multimediale è buona.

Non su tutte le Hyundai i40 c’è il bluetooth. Quest’ultimo è quasi indispensabile al giorno d’oggi. Potete aggiungerlo facilmente a qualsiasi auto con semplici accessori. Eccone alcuni buoni :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Se volete approfondire l’argomento su accessori multimediali utili leggi il nostro articolo dedicato

La qualità delle plastiche è media. Con il tempo cominciano a scricchiolare ( specialmente in inverno ) .  Sono relativamente fragili e si graffiano facilmente.

L’insonorizzazione è media , allo stesso livello delle giapponesi. I tedeschi su questo aspetto sono più forti.

Il volante in pelle non dura come ci si potrebbe aspettare e già superati i 100.000 km potrebbe avere un aspetto non proprio bello.

La macchina esteticamente è abbastanza bella , specialmente nelle versioni più accessoriate. Però si può sempre migliorare e personalizzare. Un buon metodo è cambiare i cerchioni e per questo abbiamo un articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sui cerchioni

Le sospensioni di Hyundai i40 sono abbastanza confortevoli e morbide . La macchina non ama la guida troppo attiva e aggressiva. Alle alte velocità l’autista potrebbe sentirsi poco sicuro. La causa maggiore è forse il servosterzo elettrico troppo leggero. Nel regime urbano è molto comodo visto che si può girare il volante anche solo con un dito , ma alle grandi velocità risulta poco informativo.

UTILE ! Per avere più piacere e meno stanchezza durante la guida è importante avere un aria pulita e piacevole dentro l’abitacolo. Per ottenere questo è importante avere il filtro abitacolo pulito , uno ionizzatore e un buon profumo. Eccone alcuni che consigliamo :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Se vi interessa approfondire l’argomento degli ionizzatori potete leggere il nostro articolo a riguardo

Per aumentare il piacere ricevuto dalla propria auto vedi come rendere la macchina più comoda , piacevole , moderna e pratica

Nel test di sicurezza EuroNCAP , Hyundai i40 ha ottenuto 5 stelle su 5 . La sicurezza in caso di incidente è abbastanza buona , ma per diminuire il rischio è bene avere dei buoni pneumatici. I pneumatici sono quasi la cosa più importante per la sicurezza in viaggio. Consiglio di leggere l’articolo che spiega tutto quello che c’è da sapere sulle gomme e pneumatici

Il grande livello di sicurezza è stato raggiunto grazie ai molti sistemi inclusi già di base : airbag frontale per autista e passeggero , airbag laterali davanti , airbag per le ginocchia e airbag a tendina sui vetri laterali sia anteriori che posteriori. Ovviamente ci sono anche i sistemi ABS e ESP.

Affidabilità

Cambio e trasmissione

Insieme ai motori venivano montati a scelta il cambio manuale a 6 marce (V6CF1/2) o il cambio automatico a 6 rapporti  (A6MF1/2).

Il motore più piccolo 1.6 GDI poteva essere accoppiato solo al cambio manuale.

Dopo il restyling , insieme al motore diesel 1.7 CRDi si poteva montare il cambio robotizzato a 7 marce e due frizioni secche 7DCT (D7UF1).

Nel caso del cambio manuale l’affidabilità dovrebbe essere abbastanza buona. Alcuni lamentano il cambio un po duro , specialmente a motore freddo. Si potrebbe fare fatica al primo inserimento di marcia quando la macchina è stata appena accesa. Quando i proprietari lamentavano il problema nei centri Hyundai , veniva cambiato uno o alcuni dei seguenti elementi : pompa frizione , attuatore frizione , frizione o volano. Nonostante la sostituzione dell’elemento difettoso , il problema poteva tornare con il tempo.

La frizione sul cambio manuale dovrebbe durare circa 150 – 200.000 km se utilizzata correttamente. Il costo di una nuova frizione è di circa 150 – 200 euro. Solitamente è consigliabile cambiare tutto il kit frizione + volano + altre componenti. Il costo del kit sarà maggiore .

Per allungare la vita del cambio manuale , volano e frizione vedi come trattare correttamente il cambio manuale


UTILE !  Al giorno d’oggi si utilizza sempre di più il cellulare in macchina. Si utilizza come navigatore o per ascoltare la musica. Ha bisogno di supporto e anche di essere ricaricato. Ecco i migliori accessori per un comodo utilizzo :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Se volete approfondire l’argomento dei migliori accessori per dispositivi portatili in auto , consigliamo la nostra guida dedicata 


Il cambio automatico a 6 rapporti è abbastanza affidabile . Alcuni proprietari lamentano dei colpi durante le scalate di marcia. Altri dicono che alcune volte potrebbe comportarsi stupidamente e non selezionare la marcia ottimale . Succede generalmente in situazioni particolari e con una guida attiva. In caso di colpi frequenti è consigliato cambiare l’olio del cambio e possibilmente fare anche un buon lavaggio. Alcuni esemplari di Hyundai i40 hanno già superato i 200.000 km senza problemi con questo cambio .

Per allungare la vita del cambio automatico vedi come trattare correttamente il cambio automatico

Il cambio robotizzato , come da tradizione è meno affidabile. Come il suo analogo DSG ( montano sulle auto del gruppo VAG) , anche 7DCT potrebbe cominciare a dare colpi già a 50-70.000 km . Dopo un po arriva la necessità di ripararlo. Il costo per cambiare il kit frizione varia tra i 800 e i 1400 euro. Dopo questo il cambio torna a lavorare perfettamente. Quando il cambio robotizzato è in buono stato , il suo funzionamento è veloce , fluido e piacevole.

Per allungare la vita del cambio robotizzato vedi come trattare correttamente il cambio robotizzato

Sospensioni

Le sospensioni anteriori sono di tipo McPherson . Quelle posteriori sono indipendenti multilink.

Come anche su altre coreane del marchio Hyundai , ma anche Kia , le sospensioni sono relativamente fragili e poco resistenti nel tempo. Potrebbero richiedere riparazioni già a 50 – 100.000 km .

I primi a cedere sono generalmente gli ammortizzatori anteriori ( circa 80 – 100 euro ) e i cuscinetti mozzo anteriori. Sulle Hyundai i40 pre-restyling si può cambiare il cuscinetto separatamente ad un costo di circa 30 – 40 euro. Sulle Hyundai i40 dopo il restyling si deve cambiare il cuscinetto insieme al mozzo ed il prezzo si alza a circa 120 – 150 euro.

I cuscinetti posteriori durano di più e costano meno ( circa 60 – 80 euro ) . Anche questi vengono cambiati inseme al mozzo.

Verso i 100.000 km probabilmente arriverà il momento di cambiare i cuscinetti a sfera . Questi sono pressati nelle leve in alluminio . A causa di questo , bisogna cambiare tutta la leva. Il costo di une leva supera i 100 euro. Allo stesso chilometraggio potrebbe cedere anche il giunto omocinetico . Anche questo costerà più di 100 euro.

I battiti provenienti dallo sterzo sono un problema diffuso sulle auto moderne e la Hyundai i40 non è un’eccezione. La lotta contro il battito è generalmente senza successo . Quando si faceva appello in garanzia , veniva cambiata la scatola sterzo e anche il servosterzo elettrico , ma dopo 20 – 30.000 km il problema ritornava.

Carrozzeria

La vernice della Hyundai i40 è abbastanza sensibile e fragile . Non è una novità visto che anche altro modelli Hyundai e Kia soffrono di questa particolarità.

Specialmente sulla parte frontale si può staccare la vernice nei posti dove viene colpita da sassolini. Dopo 3 – 5 anni questi posti cominciano pian piano ad arrugginire . Oltre al cofano , sono vulnerabili anche il tetto nei punti di contatto con il parabrezza e la portiera del bagagliaio.

Gli elementi cromati della griglia del radiatore si cominciano a rovinare , rendendo l’estetica della macchina meno piacevole. Una nuova griglia costerà circa 400 – 500 euro. Ma anche quella nuova non resisterà a lungo.

Elettrica ed elettronica

La retrocamera su molti esemplari smette di funzionare o comincia a funzionare male. Con il tempo perde impermeabilità e di conseguenza entra umidità e sporcizia facendo comparire vari problemi. Quando ormai la lente è sporca e la scheda è ossidata , bisogna cambiare tutta la videocamera. Una nuova retrocamera costa circa 350 – 450 euro. Fortunatamente si possono comprare retrocamere alternative che costano molto meno.

Sulle Hyundai i40 pre-restyling alcune volte smettono di funzionare le luci diurne. Per ripararle servono circa 100 – 120 euro. Se invece bisogna cambiare l’intero fanale dovrete spendere circa 800 – 1000 euro.

Il navigatore potrebbe funzionare male alcune volte o addirittura ” impazzire “. In quest’ultimo caso basterà spegnere e riaccendere la macchina per risolvere.

Oltre al navigatore ci potrebbero essere anche problemi con l‘impianto multimediale. Questo potrebbe smettere di leggere i CD o addirittura non funzionare proprio. Solitamente in garanzia veniva cambiato l’intero impianto multimediale.

Verso i 80 – 100.000 km potrebbero smettere di funzionare alcuni sensori di parcheggio.


UTILE !  Per accendere la macchina con batteria scarica si può utilizzare un avviatore d’emergenza. Può essere utile anche nell’utilizzo quotidiano ( magari quando si dimenticano le luci accese e si scarica la batteria o nei periodi freddi in cui la batteria perde efficienza) per accendere velocemente la macchina. Oltretutto si possono utilizzare come grandi powerbank che possono ricaricare tutti i vostri dispositivi mobili in viaggio e fanno anche da torcia. Ecco quelli che consigliamo :

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

Altro

Si incontrano problemi con il condizionatore. Durante i lunghi viaggi e di conseguenza lunghi periodi di accensione del condizionatore , questo potrebbe smettere di funzionare. Questo succede a causa del congelamento dell’evaporatore. Questo si risolve aggiungendo una resistenza aggiuntiva ai cavi di controllo.

In alcuni casi bisogna cambiare il compressore del condizionatore. Uno nuovo costa circa 350 – 450 euro. In altri casi è sufficiente sostituire la valvola rotta per il costo di circa 100 euro.

Potrebbe smettere di aprirsi il coperchio del serbatoio. Per cambiarlo dovrete spendere circa 70 – 100 euro.

Approfondimento motori

I motori diesel sono :

  • 1.7 l CRDi – potenza  : 115 cv ; velocità max : 192 km/h ; accelerazione : 12.9 s ; consumo : 21.7 km/l
  • 1.7 l CRDi – potenza  : 136 cv ; velocità max : 201 km/h ; accelerazione : 10.6 s ; consumo : 19.6 km/l

I motori a benzina sono :

  • 1.6 GDI – potenza  : 133 cv ; velocità max : 195 km/h ; accelerazione : 11.6 s ; consumo : 15.6 km/l
  • 2.0 l GDI – potenza  : 178 cv ; velocità max : 213 km/h ; accelerazione : 9.5 s ; consumo : 13.9 km/l
  • 2.0 l MPI – potenza  : 166 cv ; velocità max : 201 km/h ; accelerazione : 10.6 s ; consumo : 13.5 km/l

hyundai i40 quanto costa quanto consuma trazione anteriore bicolore classic hatchback ecodynamics pro gt line elettrica disabili hybrid ibrida jbl kombi active econext elite fastback gti allestimento cool business line coupe cabriolet estate eco easy dct lifting monovolume berlina sport wagon spirit style neopatentati tcr xtr t-gdi mpg tcr sw cilindrata 1.6 GDI 2.0 GDI MPI 1600 2000 1.7 1700 CRDi cvvt bifuel crdi vgt 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 restyling facelift anno problemi usato usata comprare difetti affidabilità acquisto carrozzeria paraurti luci fari fanali specchietti vetri portiere ruote gomme cerchi cerchioni motore meglio diesel benzina gas gpl metano gasolio consumi bluetec start stop testata guarnizione pompa olio iniettori interni plancia volante radio multimedia infotainment sedili spazio bagagliaio baule prezzi riparazioni scatola sterzo sospensioni pneumatiche idrauliche adattive blocco differenziale elettrica elettronica cambio manuale automatico robotizzato lavaggio distribuzione catena cinghia tenditore doppia frizione volano monomassa bimassa valvola egr filtro dpf fap olio abitacolo dischi pastiglie freni caratteristiche sensori alzacristalli turbina climatizzatore condizionatore compressore accessori optional autohold isofix xeno bixeno led lampadine centralina radiatore chiusura centralizzata alternatore allestimenti chilometri navigatore dati tecnici ricambi griglia impianto audio recensione tergicristalli serbatoio starter motorino avviamento peso velocita massima accelerazione potenza cv kw impianto refrigerante lubrificante euroncap sicurezza italia opinioni bloccasterzo tagliandi cofano ammortizzatori leve manutenzione review test opinione prova gancio traino

Sulla Hyundai i40 si montavano 4 motori diversi , dei quali 3 sono a benzina e uno diesel.

Il motore 1.7 CRDi diesel è caratterizzato da alcuni come uno rumoroso . In più ha il ritardo di potenza prima che la turbina entri in azione ( turbo lag ) abbastanza pronunciato .

Il diesel non darà problemi se trattato nel modo giusto. Non sopporta il funzionamento a freddo e quindi bisogna scaldarlo prima di partire. Se viene messo sotto sforzo a freddo si rischia la comparsa di crepe.

Dopo un viaggio, ama anche essere lasciato ancora un po al minimo per raffreddare la turbina. Infatti se si spegne il motore subito , la vita della turbina non sarà troppo lunga.

Poi in finale si aggiungono i tipici problemi di tutti i diesel moderni : volano bimassa non troppo durevole , rottura della valvola EGR , filtro antiparticolato che si intasa ( specialmente se si utilizza la macchina prevalentemente in città).

Per cercare di evitare o almeno posticipare i problemi con i diesel , si possono utilizzare vari preparati ed additivi per pulire EGR , FAP e impianto di iniezione. Sarebbe bene utilizzarli ogni tanto anche prima che si abbiano problemi , appunto per evitare di averli. Alcune volte aiutano anche quando già ci sono i problemi . Eccone alcuni buoni appunto per filtro antiparticolato , valvola EGR ed impianto di iniezione (pulizia e lubrificazione):

Se avete bisogno di assistenza per accessori o ricambi auto , potete contattarci all’indirizzo autoesperienza@gmail.com

I motori a benzina 1.6 GDI , 2.0 MPI e 2.0 GDI hanno l‘iniezione di carburante diretta .

Tutti i motori sono dotati di affidabile catena di distribuzione. Generalmente la catena su questi motori dura molti chilometri e non dovrebbe dare particolari problemi.

Sui motori 2.0 MPI (G4NA) sono capitati casi di graffi sulle pareti dei cilindri. Quando questo difetto compare , cominciano a sentirsi dei battiti e aumenta il consumo di olio motore. Questo generalmente succedeva dopo i 100.000 km , ma i casi sono davvero rari. Stare attenti però fa comunque bene .

Conclusioni

Hyundai i40 è una buona soluzione sul mercato dell’usato. Una macchina che offre un buon rapporto qualità/prezzo è un’affidabilità tra le più alte del segmento.

Prima di un eventuale acquisto o anche semplicemente nell’utilizzo quotidiano è utile controllare se non ci sono problemi o errori .

Per vedere tutti gli errori e problemi segnalati nelle varie centraline , potete utilizzare un semplice dispositivo di diagnostica. Eccone uno buono :

Potete valutare anche i concorrenti : Kia Optima , Ford Mondeo , Mazda 6 , Volkswagen Passat , Toyota Avensis 2 , Toyota Avensis III  e altre auto del segmento D .

La cosa più importante è trovare un’esemplare in buono stato generale e per fare questo consigliamo il nostro dettagliato articolo :

vedi come scegliere una buona auto usata

Condividi :

2 commenti in “Hyundai i40 (2011-2017) tutti i problemi e le informazioni”

  1. hyundai ok….dicono tutti sia affidabile ma Honda dovrebbe essere superiore…molti dicono siano le piu’ affidabili del mercato!!!..quando ne parlate della civic wagon???….o della accord????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *