Il cambio robotizzato – come usarlo correttamente

Prima di leggere l’articolo su come utilizzare al meglio un cambio robotizzato , consiglio di vedere anche :

differenza tra i vari tipi di cambio automatico

Il cambio robotizzato non è altro che un cambio manuale , in cui però la gestione della frizione e le scalate di marcia sono effettuate dall’elettronica.

cambio robotizzato dsg cambio manuale cambio manuale cambio automatico problemi utilizzo come utilizzare comportamento colpi rumori prezzi chilometraggio frizione idroblocco guarnizioni olio sostituzione manutenzione
cambio DSG Volkswagen

I cambi robotizzati , specialmente quelli a doppia frizione , sono molto piacevoli da guidare. Sono molto economici e hanno una grande velocità di cambio marcia. Però hanno una certa struttura e sono abbastanza fragili , quindi ci sono dei consigli da seguire per allungare il più possibile la vita del vostro cambio robotizzato.

Elenco di cose da non fare con un cambio robotizzato

1- Non esagerare con il movimento del selettore del cambio

Molti amano , ad ogni piccola fermata o nel traffico e ai semafori , mettere il cambio in folle. Questa procedura non solo non serve a niente , ma porta anche una maggiore usura di alcuni elementi del cambio. Se siete nel traffico , basta premere il pedale del freno e la frizione vera staccata , quindi è come se il cambio fosse già in folle. Poi quando toglierete il piede dal pedale del freno , la frizione verrà attaccata di nuovo.

2- Non maltrattate la frizione con piccoli spostamenti

Nel traffico intenso , spesso gli autisti fanno spostamenti di pochi centimetri sforzando in questo modo la frizione. Ogni volta che togliete il piede dal pedale del freno , la frizione di attacca al volano e quindi si sfrega. Se lo fate ogni 2 minuti per spostarvi di pochi centimetri , la frizione si usura molto e si surriscalda.

Lo stesso vale in pendenza su strada inclinata , non tenete la macchina ferma solo con lo sforzo della frizione , meglio tenerla ferma con il freno e togliere il piede dal freno solo quando si ha intenzione di partire

3- Evitate il surriscaldamento nel traffico lento

Quando c’è il traffico lento , per esempio di circa 5-10 km/h , i cambi robotizzati ( in genere quelli più vecchi) spesso hanno problemi di decisione della marcia ottimale. Sono indecisi tra la prima e la seconda , il ciò porta a frequenti scalate di marcia e successivo surriscaldamento del cambio . Il cambio surriscaldato smette di funzionare correttamente ed è consigliabile fermarsi e lasciarlo raffreddare.

Per evitare questo problema , si consiglia di mettere il cambio robotizzato in versione manuale e fissarlo sulla prima marcia ( o la marcia più opportuna per la vostra situazione) e in questo modo non ci saranno più le infinite scalate di marcia.

Sui cambi robotizzati più moderni , questo problema è stato risolto.

4- Evitate , quando possibile , le frenate brusche

Se non c’è nessun pericolo e non c’è bisogno di frenare bruscamente , evitate di farlo. Quando frenate bruscamente su un cambio robotizzato , le ruote si bloccano insieme al cambio , ma la frizione non fa in tempo a staccarsi dal volano e quindi frena anche il motore. Tutto questo provoca un grande sforzo sul cambio che certamente non porterà benefici.

Frenate lentamente.

5- Nei cambi a doppia frizione , cercate di essere prevedibili

I cambi robotizzati a doppia frizione , preparano da prima la prossima marcia da inserire. La marcia successiva si sceglie in base ad un facile ragionamento. Se si sta accelerando , la marcia successiva sarà più grande , se si sta frenando , la marcia seguente sarà più piccola.

Se per esempio , mentre frenate , accelerate bruscamente e d’improvviso , il cambio che  si aspettava di inserire una marcia inferiore , dovrà inserire in fretta una marcia maggiore e quindi lo farà bruscamente. In situazioni simili , c’è uno sforzo grande su alcuni elementi del cambio e in futuro potrebbe portare a diversi problemi.

6- Evitate le partenze brusche con il freno premuto

Spesso gli autisti per avere una partenza più veloce , fanno la partenza premendo sia l’acceleratore che il freno. In questo modo la macchina ha una partenza più aggressiva , ma questo causa un grande sforzo sulla frizione che con il tempo porterà ad una usura prematura sia della frizione che di altri componenti soggetti a sforzi maggiori del dovuto.

Se volete partire velocemente , basterà premere l’acceleratore fino in fondo e la macchina farà del suo meglio. Non c’è bisogno di sforzare il cambio con il freno premuto all’inizio.

Conclusioni

Seguite i nostri consigli e il vostro cambio robotizzato non vi deluderà.

E’ consigliabile anche cambiare l’olio del cambio ogni 50.000 km. Questo allungherà la vita del vostro cambio robotizzato.

16 commenti in “Il cambio robotizzato – come usarlo correttamente”

  1. Pingback: I cambi automatici - tutti i dati , le differenze e le informazioni - Auto Esperienza

  2. Pingback: Volkswagen Passat B6 tutti i dati e le informazioni - Auto Esperienza

  3. Buono l’articolo però mi piacerebbe sapere in dettaglio i costi di produzione di manutenzione e perche vengono montati sembra a capriccio dei costruttori i cambi auyomatici od adoppia frizione indipendentemente dalle potenze.

    1. i costi dipendono molto e variano in base a più parametri. Vengono montati perché in realtà funzionano bene e sono veloci ed efficienti. Il loro problema è la bassa affidabilità e vitalità.

  4. io ho comprato una golf gti 6 con cambio automatico piu palette vorrei sapere per usare le palette devo metterlo sulla s perche ho visto che il cambio sia andando avanti e indietro cioe dalla p alla s e viceversa si sposta anche sulla destra in che modo posso usare le palette grazie mille x l attenzione e scusate per la mia ignoranza grazie mille b domenicaaaaa

    1. Per usare le palette bisogna essere in modalità S. Quindi si deve spostare la leva del cambio in posizione S e da li scalare le marce . Le posizioni P , N e R sono disponibili sono spostando la leva del cambio.

  5. Io sulla mia polo 16 TD con DSG 7 rap e neanche 80,000 KM e saltata la meccatronica e forcelle alla vw per ripararlo mi chiedono 2700 € premetto che sono 32 anni che di professione faccio l’autista senza mai fare frizioni e tantomeno cambi , se la durata e questa
    con i costi che uno si ritrova ci penserò se continuare ad avere un cambio DSG.
    premetto che fino al guasto era perfetto.

    1. Il cambio DSG 7 con frizioni “a secco” è molto fragile ( soffre particolarmente sui motori diesel ). Molto meglio invece il DSG 6 con frizioni in bagno d’olio. Nel periodo successivo arriverà un articolo più dettagliato che parlerà di tutti i tipi di DSG e della loro affidabilità.

  6. col cambio manuale non ci sono paragoni è il migliore in assoluto.il cambio automatico non lo voleva neanche il grande Senna nella f1

  7. Salve,
    Io ho da poco la Opel Astra H, del 2006,1,9 cdti,88 kw,ma non capisco se cambio aut o robotizzato(un meccanico che fa solo cambi automatici ,secondo la descrizione mia dice che sia robotizzato però lui non l’ha vista)
    Ho notato che passando da R a G ,ogni tanto si sente un colpo forte come ti venisse uno a dosso.Cosa potrebbe essere?
    Visto che ho appena cambiato il motore,il meccanico dice che ha cambiato l’olio dello cambio (che avevo in mente di cambiarlo prima ).
    Questo problema lo faceva anche col vecchio motore,a volte anche quando cambia le marce , le prime tre ,ma quasi sempre tra seconda e la terza.Un vostro consiglio ?

    Grazie anticipatamente!

    1. Buongiorno,

      In teoria con il motore 1.9 CDTI si montava il cambio automatico classico.
      Il colpo tra seconda e terza marcia è tipico dei problemi con il blocco idraulico. Quando il meccanico ha sostituito l’olio non ha notato tracce di liquido refrigerante ? Capitano casi in cui il liquido refrigerante si mischia con l’olio del cambio a causa di rottura del radiatore del cambio. Questo ovviamente provoca malfunzionamenti e problemi. Nell’olio vecchio non c’era troppa sporcizia ( segno di usura di elementi vari ) ?

  8. ciao a tutti….qualcuno conosce il robotizzato montato sull astra …anno 2010….in questione è un astra 1.6 sw gpl……ne sto trattando una col cambio robotizzato…..il tizio dice che in opel dicono che non ha manutenzione, xke come un cambio manuale come gestione…sara vero? io col cambio automatico classico , ma su una jeep, avevo cambiato olio e filtro….qui pare di no???!!!!

    1. Buongiorno Luca,

      Tutti i cambi hanno bisogno di manutenzione , anche quelli manuali. Nel caso di quest’ultimi la mancata sostituzione dell’olio non è cosi critica , ma sicuramente bene non fa. Sulla Opel Astra H anche il cambio manuale però è abbastanza problematico. Il cambio robotizzato EasyTronic è basato sul cambio manuale F17/M20 . Quest’ultimo già di base è troppo fragile per le potenze dei motori a cui è accoppiato ( è un cambio vecchio ) , ha problemi con i cuscinetti che si usurano e poi rovinano pure il corpo del cambio. Inoltre i trucioli metallici che si formano dall’usura , vanno a rovinare anche tutti gli altri elementi del cambio. Il cambio robotizzato mantiene tutti i problemi e inoltre aggiunge altri possibili problemi con la gestione della frizione automatica. Bisogna avere un comportamento particolare per non rovinare questo tipo di cambio , bisogna adattare regolarmente il punto di attacco della frizione e bisogna cambiare regolarmente olio per evitare i già citati problemi con trucioli metallici. Con un utilizzo urbano la frizione dura circa 50 – 60.000 km.

      Il selettore del cambio è diverso da quello automatico classico. Può vedere un esempio a questo link : https://www.conceptcarz.com/view/photo/364889,16560/2009-opel-astra-gtc_photo.aspx . Come si può vedere ci sono sempre 3 modalità di base : avanti , retro e folle. In più c’è la modalità manuale in cui bisogna muovere la leva in avanti o indietro per salire o scendere di marcia.

  9. ciao a tutti….qualcuno mi potrebbe entilmente spiegare come funzione il pomello selettore nel cambio robotizzato opel astra h del 2010..? ho sempre avuto automatico classico con altre veicoli coi vari p, d, r, 1, 2……ma questo è un po diverso…..a parte che si puo scegliere anke le cambiate manuali!!! e poi la manutenzione?? il meccanico mi dice che in opel dicono, ma non so se sia vero, che il robotizzato è come il manuale …non c e manutenzione da fare…..ma qui leggo aspetti un po diversi, sul cambio olio ecc.ecc…..GRAZIE….LUCA

  10. Grazie x la risposta esaustiva….quando lo provai , mi resi conto che si comporta diversamente dal cambio automatico normale…non ha la P d stazionamento da cui parti inizialmente e puoi accendere il mezzo…ha poi diverse lettere d selezione….mi pare che si accenda in qualunque selezione il veicolo, e non rimane accelerato come tutti i veicoli automatici…almeno ,quelli d vecchia generazione…. O sbaglio?? Grazie…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *